I lavori alle tubature del gas al civico 121 della Second Avenue nell'East Village sarebbero la causa dell'esplosione dell'edificio, che ha provocato il crollo anche del civico 123.
Ieri pomeriggio attorno alle 15 ora di New York (le 20 in Italia) c'è stata una forte esplosione all'interno di un edificio al civico 121 di Second Avenue, nell'East Village di Manhattan, New York. Pochi minuti dopo è scoppiato un incendio che ha coinvolto quattro palazzi: quello dell'esplosione, e i civici 119, 123 e 125. Il civico 121 è parzialmente crollato, mentre il 123 è crollato completamente. Per ora il bilancio parla di 12 feriti, tre dei quali si troverebbero in condizioni critiche. Secondo quanto riferito dal sindaco di New York e delle autorità della città, a causare l'esplosione potrebbe essere stata una fuga di gas. Nel palazzo infatti erano in corso dei lavori ("da parte di contractor privati", ha detto de Blasio) e un'ora prima gli ispettori di Con Edison, l'azienda che gestisce la fornitura di gas e di elettricità nella città di New York, avevano ispezionato il luogo trovando delle irregolarità.