Le sentenze della Corte Suprema, la firma sul 'fast track', l'approvazione degli americani, i nuovi rapporti con Cuba: ecco perché l'inquilino della Casa Bianca è ancora forte
In una fase del secondo mandato presidenziale che, storicamente, è segnata da pochi risultati e scarsa incisività, la lunga settimana (iniziata giovedì 25 giugno) che ha preceduto l'inizio del weekend del Quattro Luglio è stata, secondo molti analisti, la migliore di Barack Obama alla Casa Bianca: la Corte Suprema ha salvato la riforma sanitaria, la cosiddetta Obamacare, uno dei maggiori risultati del primo mandato presidenziale, e ha reso legale il matrimonio tra persone dello stesso sesso in tutto il Paese, come da lui auspicato; poi, il presidente ha firmato il 'fast track', il provvedimento alla fine votato dal Congresso, che gli darà ampi poteri nell'approvazione di accordi commerciali con altri Stati, evitando che ogni volta passino l'intero iter del Congresso.