A Washington il gala della Niaf, Obama ospite d'onore

Eventi durante tutta la giornata, eccellenze italiane in mostra

E’ in corso a Washington D.C. la convention di due giorni organizzata dalla National Italian American Foundation, l’associazione fondata nel 1975 e che rappresenta gli oltre 25 milioni di italoamericani negli Stati Uniti (secondo i dati del Census Bureau). L’evento, giunto alla sua 36esima edizione, culminerà con la cena di gala di questa sera, durante la quale il presidente americano Barack Obama pronuncerà il discorso principale. Ad ascoltarlo, ci sarà una platea di 2.500 persone, in rappresentanza degli italoamericani che lavorano nel settore industriale, diplomatico e politico.

La Niaf si occupa di mantenere viva la cultura e le tradizioni italiane anche attraverso una stretta collaborazione con la Casa Bianca e il Congresso. In passato l’associazione ha premiato alcuni italoamericani che si sono imposti sulla scena americana fino ai massimi livelli nei rispettivi settore. Tra questi, solo per fare alcuni nomi, Antonin Scalia, primo giudice italo-americano della Corte Suprema degli Stati Uniti, Frank Sinatra, Joe Di Maggio e Liza Minnelli.

In attesa della cena di gala di questa sera, l’evento organizzato dalla National Italian American Foundation a Washington scalda i motori. Molte persone sono già al Washington Hilton Hotel, dove si tiene l’edizione numero 36 della manifestazione, per partecipare alle attività organizzate per la giornata.

Attorno alle 11 (le 17 in Italia) è cominciata anche un’asta silenziosa durante la quale sono state vendute, tra le altre cose, foto d’epoca di personaggi sportivi (non manca naturalmente Joe Di Maggio, con uno scatto autografato), bottiglie d’annata, gioielli e viaggi. Anche se è presto per sapere il riscontro ottenuto, passeggiando tra gli oggetti in vendita è facile vedere che le offerte non sono mancate. Nel pomeriggio, prima della cena, si terrà una dimostrazione culinaria: alcuni chef faranno provare alcune delle ricette della tradizione italiana, accompagnate dal vino più adeguato.

La giornata entrerà nel vivo attorno alle 18 (la mezzanotte italiana), quando gli ospiti potranno cominciare a entrare nella International Ballroom, prima i numerosissimi giornalisti, poi tutti gli altri. Nell’attesa, l’appuntamento è nella Columbia Hall dell’hotel: in mostra ci sono alcuni dei nomi più rappresentativi dell’industria e del settore enogastronomico italiano (Vespa, Maserati, Ferrari, Lamborghini tanto per citarne alcuni). Tra le auto fiammanti c’è anche una Chrysler 300, forse l’esempio più recente della partnership tra Italia e Stati Uniti (il colosso di Detroit Chrysler Group è parte di Fiat).

La cena inizierà invece attorno alle 19 (l’una di notte in Italia), mentre l’intervento di Obama, come si legge nel programma diffuso dalla Casa Bianca, è previsto attorno alle 20.20 (le 2.20 in Italia). Il presidente, come aveva già fatto in occasione del Columbus Day, dovrebbe ribadire lo stretto legame tra gli Stati Uniti, gli emigranti italiani che da decenni scelgono di vivere nel Paese e la cultura italiana.

Durante la serata di gala, che avrà come madrina Maria Bartiromo, giornalista televisiva di Cnbc e uno dei volti più famosi della comunità italoamericana, la presidente di Confindustria Emma Marcegaglia riceverà il premio Niaf Special Achievement Award in Women's Leadership, assegnato a donne che si sono distinte per la loro capacità di leadership (negli anni scorsi il riconoscimento era andato anche all’attuale leader democratica alla Camera Nancy Pelosi).

Altri riconoscimenti saranno assegnati a Claudio Bozzo, capo di Mediterranean Shipping Company negli Stati Uniti, all'amministratore delegato di Adler Plastic, Paolo Scudieri, e allo stilista italiano Santo Versace.

Marcegaglia aveva già ricevuto giovedì a New York il Gei Award 2011, il premio assegnato ogni anno dal Gruppo Esponenti Italiani. Durante la cerimonia, Marcegaglia aveva avuto modo di sottolineare che “l’Italia è un buon Paese e ancora molto forte”, nonostante le difficoltà che si trova ad affrontare. La presidente di Confindustria, durante il pranzo organizzato dal Gei al Plaza Hotel di New York, aveva detto: “sono italiana e amo il mio Paese, sono vicina agli Stati Uniti, li considero la mia seconda casa”, in questo modo sintetizzando il messaggio che la Niaf cerca di trasmettere nel sottolineare il forte legame fra i due Paesi.

Altri Servizi

Muslim ban, il divieto di Trump colpirebbe soprattutto l'Iran

Il 55% dei visti relativi ai 6 Paesi colpiti dal presidente è stato concesso nel 2016 ai cittadini della Repubblica islamica. Tra i nove Paesi con più visti negati, lo scorso anno, assenti quelli scelti dal miliardario
AP

L'emissione di visti per i cittadini di Iran, Libia, Somalia, Sudan, Siria e Yemen sarebbe sospesa per 90 giorni, se il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, riuscisse a vincere la battaglia legale che riguarda il suo ordine esecutivo sul 'travel ban', giustificato con motivi di sicurezza nazionale. Il Paese più colpito sarebbe l'Iran, secondo i dati raccolti da MarketWatch.

Wall Street, il Dow Jones prova a ripartire dopo otto cali consecutivi

Serie peggiore dal 2011. Oggi atteso il dato sulla fiducia dei consumatori
AP

Facebook si dà alla musica per sfidare Spotify e YouTube

Il social network sta reclutando persone esperte nel settore per trattare con etichette musicali e mettere a punto le migliori licenze

Facebook sta sempre più puntando sulla musica per sfidare Spotify e YouTube. Il più grande social network al mondo è alla ricerca di tre top executive esperti del settore musicale per lavorare al suo quartier generale americano.

Studiare in una università americana dopo la scuola superiore

Quello che bisogna sapere per scegliere e per essere ammessi in un college negli USA. Gli ostacoli da superare e gli strumenti migliori per battere la concorrenza nelle università più prestigiose
Unsplash

Cervelli in fuga non si nasce, si diventa. E il modo più semplice per diventarlo è 'studiarlo' a scuola. Abbiamo provato a confezionare una sorta di guida per iscriversi in una università americana dopo avere ottenuto un diploma di scuola superiore in Italia. Entrare in questo mondo di football, confraternite e campus da film, e ottenere una laurea in una università americana, è in assoluto la linea più diretta per andare a un punto A (non avere chiare prospettive di lavoro in Italia dopo la laurea) a un punto B (trovare un lavoro in America).

Wall Street, il Dow Jones ha rialzato la testa dopo otto cali consecutivi

Oggi in programma il numero di compromessi sulle case esistenti per il mese di febbraio
AP

Elon Musk studia come impiantare microchip nel cervello

Il fondatore di Tesla e SpaceX presto potrebbe presentare Neuralink, un progetto per aumentare le capacità cognitive dell'umanità
AP

Prima ha cambiato il modo di fare pagamenti con PayPal. Poi ha puntato sulle auto elettriche e sul settore aerospaziale con Tesla e SpaceX. Adesso Elon Musk sa che nei prossimi anni l'intelligenza artificiale e l'interazione uomo-macchina diventeranno sempre più centrali. Per questo sta per presentare Neuralink, una società che studia il modo per impiantare microchip nel cervello, grazie ai quali, in futuro, saremo in grado di inserire dati o di scaricare pensieri dal nostro cervello. Lo scrive il Wall Street Journal che cita fonti anonime.

Salini Impregilo stringe dialogo Usa sulle note di Toscanini

Divisione americana Lane promuove tre concerti esclusivi a Washington e New York

Un tributo musicale al genio cosmopolita del maestro Arturo Toscanini per stringere un dialogo oltreoceano in un anno cruciale per i rapporti economici tra Stati Uniti e Italia: è questo il senso dei tre concerti esclusivi promossi a Washington e New York dal gruppo di costruzioni Salini Impregilo e dalla sua divisione americana Lane Construction Corporation. Nel 150esimo aniversario della nascita e a 60 anni dalla morte di Toscanini, lo spirito del leggendario direttore d’orchestra che nel secolo scorso sfidò i totalitarismi europei e trovò libertà negli Stati Uniti ha echeggiato lunedì sera tra i marmi cesellati e i mosaici policromi della Library of Congress sulle note di Verdi e Rossini interpretate magistralmente dall’Orchestra da Camera del Teatro La Scala. Stasera, sempre nella capitale americana, si replica per il grande pubblico alla Union Station alle 18 e domani, mercoledì 29 Marzo, il tour musicale, accompagnato dalla presentazione del libro “Toscanini – The Maestro: A Life in Pictures” e dalla proiezione della video biografia firmata da Harvey Sachs si conclude alla libreria Rizzoli di New York, sempre alle 18.

La California si prepara alla "guerra ambientale" contro Trump

Lo Stato ha norme all'avanguardia in difesa del clima, prese da esempio da Obama; ma il piano è stato smantellato dal nuovo presidente
AP

Il piano in difesa dell'ambiente voluto da Barack Obama era in parte ispirato alle leggi californiane, le più all'avanguardia negli Stati Uniti. Non sorprende, quindi, che la California abbia reagito all'ordine esecutivo del presidente Donald Trump annunciando una "guerra ecologica".

Ivanka Trump 'assunta' alla Casa Bianca

La "first daughter" diventa una dipendente non federale non retribuita come il marito, consigliere di Donald
AP

Dopo il flop del Note 7, Samsung torna con Galaxy S8

Presentato a New York il nuovo smartphone del gruppo sudcoreano: schermo più grande, addio al pulsante home e assistente vocale Bixby per sfidare Siri di Apple e Google Assistant