Accusato di molestie, chef Mario Batali taglia i ponti con i Bastianich ed Eataly

Ha ceduto le sue quote in vari ristoranti come anche nella controllata Usa della mecca del cibo Made in Italy
America24

La partnership ventennale tra lo chef Mario Batali e la famiglia Bastianich è formalmente finita oltre un anno dopo le accuse di molestie sessuali che hanno travolto lo stesso Batali (era il dicembre 2017). A dare la notizia è stato il New York Times citando Tanya Bastianich Manuali, la sorella di Joe Bastianich e figlia di Lidia Bastianich (una celebrità in Usa della cucina italiana, proprietaria dello storico ristorante a Manhattan che si chiama Felidia).

Batali ha ceduto le quote che aveva nei ristoranti controllati insieme ai Bastianich attraverso la holding Batali & Bastianich Hospitality Group. Lo chef - famoso per indossare Crocs arancioni - "non trarrà più alcun profitto dai ristoranti in alcun modo", ha detto Tanya Bastianich Manuali, che guiderà le attività di una nuova azienda, quella ancora da nominare e che prenderà il posto del gruppo; sotto un nuovo management, quel gruppo gestirà i 16 ristoranti rimasti dopo una serie di chiusure. Stando al Nyt, lei e il fratello hanno comprato le quote di Batali senza però svelare i termini finanziari dell'operazione.

Arruolato alla Casa Bianca per l'ultima cena di stato dell'era Obama, quella che aveva come ospite d'onore l'ex presidente del Consiglio Matteo Renzi, Batali ha anche ceduto la sua partecipazione in Eataly Usa, la mecca americana del cibo Made in Italy di cui lo chef era socio con una quota di minoranza. La controllante Eataly, gruppo italiano fondato da Oscar Farinetti, "sta acquisendo la partecipazione di minoranza di Batali in Eataly Usa", ha spiegato al giornale il portavoce Chris Giglio.

La nuova azienda, stando al Times, vedrà come partner Joe Bastianich, la sorella Tanya, la madre Lidia e Nancy Silverton, chef californiana già partner della società dissolta.

Batali ha confermato dicendo: "Ho raggiunto un accordo con Joe e non ho più alcuna quota in nessuno dei ristoranti che abbiamo sviluppato insieme. Gli auguro il meglio per il futuro".

Dal canto suo, riferisce il Nyt, Joe Bastianich ha ribadito di non essere stato a conoscenza delle aggressioni fatte dallo chef contro le donne ma ha ammesso di non esserci focalizzato sufficientemente sui ristoranti aperti con Batali avendo preferito concentrarsi sull'Italia, dove è stato giudice in nove stagioni dello show "MasterChef" e dove ha anche vigneti in Friuli. "Sebbene non abbia mai sentito o visto Mario molestare un dipendente, l'ho sentito dire cose inappropriate ai nostri dipendenti. Anche se di tanto in tanto l'ho criticato per questo, avrei dovuto fare di più. Ho trascurato le mie responsabilità e non mi sono concentrato sui ristoranti. Persone sono state ferite e per questo me ne scuso profondamente".

Nell'era post Batali, ogni ristorante parte della galassia continuerà a essere gestito e finanziato indipendentemente da vari soggetti. Dal canto suo Bastianich Manuali, che non aveva mai avuto un ruolo pubblico nel gruppo Batali & Bastianich occupandosi della gestione dei ristoranti della madre, ha spiegato al Nyt che "non avevo mai pianificato un ritorno". Lei che ha un dottorato in storia dell'arte alla Oxford University, che ha co-scritto sette dei libri di cucina della madre e che è dal 2006 produttrice delle sue serie tv, ha aggiunto: "La forza con cui le attività di famiglia di attraggono può essere forte".

Andando a ricoprire un ruolo che prima non esisteva, a 46 anni ha promesso di "spazzare via la polvere" che per fin troppo tempo c'è stata. Pentimenti nell'aprire le attività di famiglia a Batali? La madre, 72 anni, ha det: Tutto è stato fatto con le migliori intenzioni".

America24
Altri Servizi

Usa: -701.000 posti di lavoro a marzo, la disoccupazione sale al 4,4%

Primi effetti del coronavirus, ma i dati si riferiscono solo fino al 12 marzo, all'inizio dell'applicazione delle misure restrittive per contenere la diffusione della pandemia

Wall Street, attesa per il rapporto sull'occupazione

Petrolio in rialzo dopo il diffuso ottimismo sul taglio della produzione
AP

Usa, effetto coronavirus: 10 milioni di disoccupati in due settimane

La scorsa settimana, 6,6 milioni di nuove richieste di sussidi di disoccupazione, il doppio della settimana precedente
Ap

Wall Street, attenzione alle richieste di disoccupazione

In programma anche il deficit della bilancia commerciale
AP

Coronavirus, Pence: "Situazione Usa comparabile a quella dell'Italia"

Il vicepresidente Usa: "Il futuro è nelle nostre mani". I casi negli Stati Uniti sono 189.633, i morti 4.081

Wall Street riparte dopo il primo trimestre peggiore della sua storia

Oggi atteso il dato sull'occupazione nel settore privato
AP

Trump allenta gli standard ambientali per le auto

Le nuove norme, che cancellano le misure volute da Obama, saranno subito portate in tribunale da Stati e gruppi ambientalisti

Cuomo: "Coronavirus sottovalutato". Nello Stato di New York, 75.795 casi e 1.550 morti

I positivi aumentati del 14% in un giorno, i morti del 27,2%
iStock

Wall Street, resta l'agitazione per coronavirus e petrolio

Dati in programma: indice dei prezzi e fiducia dei consumatori
AP

Coronavirus, Trump: picco a Pasqua, il numero di morti calerà molto entro giugno

Il presidente Usa intervistato da Fox News: "Se non avessi fatto nulla, avremmo rischiato 2,2 milioni di morti; avremo fatto un buon lavoro se saranno al massimo 200.000"
Ap