Amazon, Berkshire Hathaway e JP Morgan sfidano il settore sanitario

Lanciano una nuova azienda pensata per ridurre i costi sanitari per i dipendenti Usa - e potenzialmente per tutti gli americani. I gruppi dell'health care tremano

Tre delle aziende più ricche e potenti degli Stati Uniti hanno unito le forze per lanciare una nuova azienda che si prenderà cura delle questioni sanitarie dei loro dipendenti americani con l'intento di garantire "soddisfazione e ridurre i costi".

Amazon, Berkshire Hathaway e JP Morgan Chase hanno annunciato un gruppo che promette di concentrarsi inizialmente su "soluzioni tecnologiche che forniranno ai lavoratori americani e alle loro famiglie una sanità trasparente, di alta qualità e semplificata a un costo ragionevole". La notizia ha subito mandato in tilt il settore health care: a temere di più l'iniziativa è UnitedHealth, gruppo che offre polizze assicurative mediche e il cui titolo a Wall Street cede oltre il 3%.

Il comparto già temeva l'ingresso di Amazon nel settore farmaceutico, ipotesi ventilata mesi fa. Ora che il colosso del commercio elettronico unisce le forze con la conglomerata di Warren Buffett e la più grande banca americana per asset, la competizione si fa agguerrita. Insieme le tre aziende hanno risorse che pochi altri possono vantare e contano di "adottare un approccio nuovo a questioni critiche".

"I costi enormi della sanità agiscono come un verme solitario affamato sull'economia americana", ha spiegato Buffett in una nota. "Il nostro gruppo non si presenta con risposte a questo problema ma non accetta che sia inevitabile", ha aggiunto l'oracolo di Omaha.

Jeff Bezos, il Ceo di Amazon, ha detto che "il sistema sanitario è complesso e facciamo il nostro ingresso nel sistema sanitario ad occhi aperti in merito al grado di difficoltà. Per quanto sia difficile, vale la pena ridurre il peso della sanità sull'economia e allo stesso tempo migliorare i risultati per dipendenti e rispettive famiglie. Il successo richiederà esperti con talento, un approccio mentale da principiante e un orientamento di lungo termine".

Dal canto suo Jamie Dimon, colui che resterà per altri cinque anni al comando di JP Morgan, ha dichiarato che "la nostra gente vuole trasparenza, conoscenza e controllo quando si tratta di gestire questioni sanitarie. Le nostre tre aziende hanno risorse straordinarie e il nostro obiettivo è creare soluzioni che diano benefici ai nostri dipendenti Usa, alle loro famiglie e potenzialmente a tutti gli americani".

I dettagli dell'iniziativa - "ai suoi primi passi" - scarseggiano: la formazione del neo gruppo è affidata a Todd Combs, direttore investimenti di Berkshire, Marvelle Sullivan Berchtold, managing director di Jpm, e a Beth Galetti, vicepresidente senior di Amazon. I top manager che lo gestiranno nel lungo termine, la sede del quartier generale e dettagli operativi saranno comunicati "a tempo debito". I gruppi assicurativi e quelli specializzati nella distribuzione di farmaci già tremano: il titolo Express Scripts lascia sul terreno il 6%, Cigna perde il 5,7%, Anthem scivola del 5%, CVS Health segna un -4,5% e Cardinal Health limita le perdita all'1% circa.

Altri Servizi

Wall Street, timori per la crescita cinese

L'economia di Pechino cresciuta del 6,2% nel secondo trimestre rispetto a un anno prima, il passo più lento in almeno 27 anni
AP


Migranti, Corte costituzionale del Guatemala blocca il possibile accordo con gli Usa

Washington vuole lasciare ai centroamericani i richiedenti asilo provenienti da El Salvador e Honduras
AP

La Corte costituzionale del Guatemala ha emesso un'ordinanza per impedire al presidente Jimmy Morales di firmare un controverso accordo sull'immigrazione con il presidente statunitense Donald Trump. L'accordo, se firmato, costringerebbe i migranti provenienti da El Salvador e Honduras a chiedere asilo in Guatemala, invece che negli Stati Uniti, il Paese dove vorrebbero dirigersi.

Blackout a New York, città al buio per tre ore

Colpita una parte di Manhattan, oltre 70 mila senza corrente elettrica. Traffico impazzito e diversi problemi ma nessun danno né feriti
Ap

Caos a New York per un blackout che sabato sera ha paralizzato una parte della città per almeno tre ore. Il problema, dovuto a un guasto alla rete elettrica, ha lasciato al buio oltre 70mila persone secondo quanto dichiarato da Con Edison, la società che gestisce i servizi di gas ed elettricità della città. La zona maggiormente colpita è stata quella del West Side, la parte di Manhattan a ovest di Central Park, dove il blackout è iniziato attorno alle sette di sabato sera.

Trump attacca le deputate progressiste: "Tornino nei Paesi corrotti da dove sono venute"

Nel mirino Ocasio-Cortez, le musulmane Ilhan Omar e Rashida Tlaib e l'afroamericana Ayanna Pressley

In un weekend particolarmente teso negli Stati Uniti, dopo il via libera di Donald Trump ai raid contro i migranti irregolari, il presidente americano si è scagliato contro un gruppo di parlamentari progressiste appartenenti ad alcune minoranze etniche sempre più influenti all'interno del Partito Democratico.

Usa-Iran, Trump uscì dall'accordo nucleare per "fare un dispetto a Obama"

Il Mail on Sunday ha pubblicato nuove rivelazioni dai messaggi dell'ex ambasciatore britannico a Washington Kim Darroch
AP

Continua a fuga di notizie che ha causato le dimissioni dell'ambasciatore britannico negli Stati Uniti, Kim Darroch. Il The Mail on Sunday ha pubblicato nuovi messaggi relativi a un memo scritto dall’ambasciatore di Londra nel quale si dice che il presidente Donald Trump decise di uscire dall'accordo sul nucleare iraniano, nel maggio del 2018, "per fare un dispetto" al suo predecessore, Barack Obama, che lo aveva firmato nel 2015.

Dopo il governatore della Federal Reserve, anche il segretario americano al Tesoro fa pressione sul Congresso affinché alzi il tetto al debito per evitare che gli Stati Uniti si ritrovino da inizio settembre senza i fondi per finanziare le loro spese e onorare i propri impegni con i creditori.

Netflix perde "Friends", la celebre serie TV passa sul nuovo servizio Hbo Max

L'annuncio di WarnerMedia. Accordo quinquennale a partire dal 2020

Dopo "The Office", Netflix perde i diritti a trasmettere un'altra celebre serie Tv americana: "Friends". WarnerMedia (l'ex Time Warner rilevata da AT&T in una transazione da oltre 80 miliardi di dollari) ha comunicato che le avventure di Jennifer Aniston nei panni di Rachel Green e quelle degli altri cinque suoi amici verranno trasmesse su un nuovo servizio in streaming che verrà lanciato la prossima primavera e che si chiamerà HBO Max.

Scontro Usa-Francia sulla web tax: Trump minaccia dazi

La misura colpisce 30 aziende tra cui le americane Alphabet, Apple Amazon e Facebook ma anche gruppi cinesi, tedeschi, spagnoli e britannici
Ap

Gli Stati Uniti hanno aperto un'inchiesta sulla web tax approvata oggi dal Senato francese, che ha ignorato l'avvertimento arrivato ieri da Washington. Nel mirino c'è l'imposta pari al 3% per le aziende digitali con un fatturato globale di oltre 750 milioni di euro e uno di 25 milioni generato in Francia.

Wall Street ottimista dopo le parole di Powell

Il governatore della Fed ha fornito altri indizi che portano a un taglio dei tassi alla fine del mese
AP