Amazon, Berkshire Hathaway e JP Morgan sfidano il settore sanitario

Lanciano una nuova azienda pensata per ridurre i costi sanitari per i dipendenti Usa - e potenzialmente per tutti gli americani. I gruppi dell'health care tremano

Tre delle aziende più ricche e potenti degli Stati Uniti hanno unito le forze per lanciare una nuova azienda che si prenderà cura delle questioni sanitarie dei loro dipendenti americani con l'intento di garantire "soddisfazione e ridurre i costi".

Amazon, Berkshire Hathaway e JP Morgan Chase hanno annunciato un gruppo che promette di concentrarsi inizialmente su "soluzioni tecnologiche che forniranno ai lavoratori americani e alle loro famiglie una sanità trasparente, di alta qualità e semplificata a un costo ragionevole". La notizia ha subito mandato in tilt il settore health care: a temere di più l'iniziativa è UnitedHealth, gruppo che offre polizze assicurative mediche e il cui titolo a Wall Street cede oltre il 3%.

Il comparto già temeva l'ingresso di Amazon nel settore farmaceutico, ipotesi ventilata mesi fa. Ora che il colosso del commercio elettronico unisce le forze con la conglomerata di Warren Buffett e la più grande banca americana per asset, la competizione si fa agguerrita. Insieme le tre aziende hanno risorse che pochi altri possono vantare e contano di "adottare un approccio nuovo a questioni critiche".

"I costi enormi della sanità agiscono come un verme solitario affamato sull'economia americana", ha spiegato Buffett in una nota. "Il nostro gruppo non si presenta con risposte a questo problema ma non accetta che sia inevitabile", ha aggiunto l'oracolo di Omaha.

Jeff Bezos, il Ceo di Amazon, ha detto che "il sistema sanitario è complesso e facciamo il nostro ingresso nel sistema sanitario ad occhi aperti in merito al grado di difficoltà. Per quanto sia difficile, vale la pena ridurre il peso della sanità sull'economia e allo stesso tempo migliorare i risultati per dipendenti e rispettive famiglie. Il successo richiederà esperti con talento, un approccio mentale da principiante e un orientamento di lungo termine".

Dal canto suo Jamie Dimon, colui che resterà per altri cinque anni al comando di JP Morgan, ha dichiarato che "la nostra gente vuole trasparenza, conoscenza e controllo quando si tratta di gestire questioni sanitarie. Le nostre tre aziende hanno risorse straordinarie e il nostro obiettivo è creare soluzioni che diano benefici ai nostri dipendenti Usa, alle loro famiglie e potenzialmente a tutti gli americani".

I dettagli dell'iniziativa - "ai suoi primi passi" - scarseggiano: la formazione del neo gruppo è affidata a Todd Combs, direttore investimenti di Berkshire, Marvelle Sullivan Berchtold, managing director di Jpm, e a Beth Galetti, vicepresidente senior di Amazon. I top manager che lo gestiranno nel lungo termine, la sede del quartier generale e dettagli operativi saranno comunicati "a tempo debito". I gruppi assicurativi e quelli specializzati nella distribuzione di farmaci già tremano: il titolo Express Scripts lascia sul terreno il 6%, Cigna perde il 5,7%, Anthem scivola del 5%, CVS Health segna un -4,5% e Cardinal Health limita le perdita all'1% circa.

Altri Servizi

Wall Street incerta, attenzione rivolta ai colloqui sul commercio con la Cina

Prosegue il secondo round di colloqui ad alto livello tra Washington e Pechino
iStock

Gli Usa aprono l' ambasciata a Gerusalemme, per Israele un momento storico

Mentre israeliani e statunitensi celebrano la nuova sede, nella Striscia di Gaza si muore: almeno 52 persone sono state uccise dalle forze dello Stato ebraico. Casa Bianca: colpa di Hamas
Ap

Sessantanove anni dopo che Israele l'ha dichiarata capitale e 23 anni dopo che il Congresso statunitense ha approvato una legge per riconoscerla come tale, gli Stati Uniti hanno formalmente aperto la loro ambasciata a Gerusalemme. Mentre Usa e Israele celebravano, i soldati israeliani sparavano sulle migliaia di palestinesi che hanno protestato lungo il confine tra la Striscia di Gaza e lo stato ebraico. Almeno 52 palestinesi sono stati uccisi e - stando al ministero della Salute palestinese - oltre 1.200 sono rimasti feriti. La Casa Bianca non ha condannato l'accaduto attribuendo la colpa esclusivamente ad Hamas, l'organizzazione politica che controlla Gaza e che secondo Washington "sfrutta in modo cinico la situazione".

Bassa affluenza alle elezioni in Iraq, Usa e Iran attendono i risultati

Washington e Teheran si contendono l'influenza nel Paese
iStock

Gli iracheni hanno disertato in massa le urne facendo avanzare, secondo le prime indicazioni, le liste anti-sistema nelle prime elezioni politiche dopo la vittoria delle truppe governative sull'Isis, guardate molto da vicino da Stati Uniti e Iran. Secondo la commissione elettorale, il 44,52% degli iscritti ha votato per eleggere i 329 parlamentari. Si tratta della partecipazione più bassa registrata nel Paese dall'instaurazione delle elezioni multipartitiche nel 2005, dopo la caduta di Saddam Hussein.

Wall Street ritrova forza

Il rendimento del Treasury a 10 anni resta però sopra il 3%
iStock

Ford riprende la produzione di pickup F-Series, lo stop peserà su utili Q2

Il gruppo ha confermato le guidance per l'intero esercizio

Ford sta per riprendere prima del previsto la produzione di uno dei suoi veicoli più popolari e redditizi parte della famiglia di pick-up truck F-Series. Lo stop c'era stato dopo un incendio che il 2 maggio aveva colpito un suo fornitore, Meridian Magnesium Products of America con sede in Michigan, causando una carenza di componentistica.

La Cina tende la mano a Trump

Pechino smentisce l'offerta per ridurre di 200 miliardi di dollari l'avanzo commerciale annuo che vanta sugli Stati Uniti. Ha però eliminato dazi sul sorgo Usa

La Cina non ha offerto a Donald Trump una riduzione di 200 miliardi di dollari dell'avanzo commerciale annuo che vanta sugli Stati Uniti ma ha comunque teso la mano agli Stati Uniti.

Oltre la Russia. Anche alcuni paesi del Golfo offrirono aiuto a Trump

Il New York Times parla di incontri tra Trump Jr. e altri membri del comitato elettorale del presidente con funzionari dei governi del Medio Oriente e una società israeliana

Tre mesi prima delle elezioni presidenziali del 2016, un piccolo gruppo si è riunito alla Trump Tower, a Manhattan, per incontrare Donald Trump Jr., il figlio maggiore del presidente. Uno di essi era uno specialista israeliano nella manipolazione dei social media. Un altro era un emissario di due ricchi principi arabi. Il terzo era un donatore repubblicano, con un passato controverso in Medio Oriente dove si è occupato di sicurezza privata.

Dopo lo scandalo di Philadelphia, Starbucks studia nuove regole per gli "ospiti che non consumano"

Nessuno potrà più essere cacciato negli 8.000 negozi americani del gruppo
Starbucks

Starbucks ha annunciato che sta studiando una serie di regole ufficiali che consentiranno a tutti gli ospiti di entrare e usare i bar, inclusi i servizi igienici, indipendentemente dal fatto che effettuino o meno un acquisto.

Wall Street, attenzione a disoccupazione e Fed

Oggi il dato sui sussidi. Il Fondo monetario internazionale tiene il suo consueto briefing bisettimanale con la stampa alle 9:30 (le 15:30 in Italia)
iStock

Ottimismo a Wall Street, si attenuano le tensioni commerciali tra Usa e Cina

Il presidente Trump disposto a lavorare insieme all'omologo Xi per salvare ZTE
iStock