Amazon lancia servizio di consegne, FedEx e Ups tremano

Il programma “Shipping with Amazon” inizierà a Los Angeles. Cautela da parte degli analisti
Amazon

Amazon si prepara a lanciare un servizio di consegne pensato per le aziende e Ups e FedEx tremano. A Wall Street i titoli dei colossi americani delle spedizioni perdono terreno.

Stando al Wall Street Journal, il nuovo servizio si chiamerà "shipping with Amazon" (letteralmente, spedire con Amazon) o SWA. In pratica il colosso del commercio elettronico raccoglierà i pacchi dalle aziende clienti e li consegnerà ai destinatari. Amazon lancerà un programma pilota nelle settimane a venire a Los Angeles (California) per commercianti terzi che vendono prodotti sul suo sito; poi allargherà il servizio in altre città più avanti nell'anno. Da anni Amazon sta lavorando per creare una sua rete di trasporto merci, motivo per cui ha preso in leasing 40 aerei. 

Il programma “Shipping with Amazon” - già testato a Londra - rappresenta per l'azienda di Jeff Bezos il tentativo più aggressivo per ridurre la sua dipendenza da Ups e FedEx al fine di garantire la cosa più importante per la clientela: consegne rapide e affidabili. E intende farlo sfidando i due colossi delle spedizioni sul fronte dei prezzi, dicono le fonti del Wsj.

Amazon già effettua consegne degli ordini ricevuti sulla sua piattaforma in almeno 37 città americane. Il piano associato a SWA è quello di prelevare la merce da spedire direttamente dai magazzini o dalle aziende clienti laddove può farlo; altrimenti si affiderà al servizio nazionale di posta (Usps) o a quelli che stanno diventando a tutti gli effetti gruppi rivali.

Un portavoce del gruppo con sede a Seattle (nello Stato di Washington) ha detto al Wsj che "stiamo sempre innovando e sperimentando per conto dei nostri clienti e delle aziende che vendono e crescono su Amazon per creare scelte di consegne più veloci e a basso costo".

Resta da vedere se Amazon sarà in grado di effettuare consegne per conto di un vasto gruppo di aziende su larga scala. Farlo con successo richiede una rete distributiva enorme e costosa: basti pensare che Ups intende spendere quest'anno fino a 7 miliardi per migliorare la rete stessa. E infatti gli analisti di Citi hanno fatto notare che Amazon deve ancora dichiarare il suo impegno a spendere miliardi di dollari per costruire una rete logistica. "Non vogliamo dire che Amazon non potrà mai competere con FedEx, Ups o Usps dal momento che ha risorse vaste e un desiderio di espansione", ha scritto Citi. "Detto questo, il punto di svolta che da sempre cerchiamo nell'azienda come segnale di allarme è un impegno sul fronte degli asset". Per Citi, il gruppo non ha ancora "spinto in modo significativo" per acquisti considerevoli di camion e autisti per essere un vero competitor di FedEx e Ups.L'indiscrezione del Wsj arriva all'indomani dell'annuncio da parte di Amazon di consegne entro due ore offerte gratuitamente agli iscritti al servizio Prime che fanno acquisti a Whole Foods, la catena di supermercati di alta gamma comprata l'anno scorso per 13,7 miliardi di dollari e con cui ha lanciato una sfida al settore retail tradizionale proprio con un taglio dei prezzi di determinati articoli.

Altri Servizi

Fed: Trump vuole economista Pimco al fianco del governatore Powell

Si tratta di Richard Clarida, un repubblicano né 'falco' né 'colomba'

E' un economista di Pimco ad aggiudicarsi con ogni probabilità il secondo incarico più importante all'interno della Federal Reserve, quello di vicepresidente del board della banca centrale stessa. Si tratta di Richard Clarida, visto come una persona pragmatica e dunque perfetta per affiancare il numero uno Jerome Powell (il primo governatore in oltre tre decenni a non avere un dottorato di economica).

Espulsioni facili, la Corte Suprema Usa boccia Trump sugli immigrati con il voto del "suo" giudice

Il presidente ha nominato Neil Gorsuch al posto di Antonin Scalia, morto nel 2016. Proprio il voto di Gorsuch ha spezzato l'equilibrio in favore dei liberali
Immigration and Customs Enforcement

La Corte Suprema ha bocciato la clausola residuale della legge sull'immigrazione statunitense (Immigration and Nationality Act) che rende più facile l'espulsione degli immigrati che hanno commesso dei "crimini violenti". Il massimo tribunale, con 5 voti a favore e 4 contro, ha sentenziato che quel passaggio della legge è troppo vago per essere applicato; la sua applicazione, per i giudici, creerebbe incertezza e arbitrarietà, in violazione della Costituzione. Sconfitta l'amministrazione Trump, caduta sotto il 'fuoco amico': a spezzare l'equilibrio è stato Neil Gorsuch, nominato dal presidente Donald Trump, che ha votato insieme ai giudici di orientamento liberale.

Facebook verso class action miliardaria per uso immagini biometriche

Il social network raccoglie e conserva milioni di dati sui volti dei suoi utenti attraverso la tecnologia "tag suggestions". E secondo alcuni cittadini violerebbe una legge dell'Illinois
AP

Sembra che i problemi per Facebook non siano finiti. Anzi, dopo lo scandalo Cambridge Analytica, adesso il social network potrebbe dover affrontare una class action per l'uso che fa del riconoscimento facciale.

Ibm: crescono gli utili ma delude nell'outlook, crolla in borsa

Non batte le attese degli analisti sulle previsioni del 2018

Le azioni di Ibm a Wall Street sono crollate di oltre il 5% nel dopo mercato, a causa della pubblicazione di conti trimestrali poco convincenti, soprattutto per quando riguarda le revisioni dei prossimi mesi e nonostante il gruppo sia riuscito a continuare la tendenza iniziata nell'ultimo trimestre del 2017 quando i suoi ricavi erano tornati a crescere dopo cinque anni. Nei primi tre mesi dell'anno il gruppo informatico americano ha messo a segno ricavi per 19,1 miliardi di dollari, contro attese per 18,84 miliardi di dollari. Sono in rialzo del 5% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.

La procura di NY 'interroga' 13 exchange di criptovalute

Chieste informazioni perché "troppo spesso i consumatori non hanno le notizie di base di cui hanno bisogno per valutare l'integrità e la sicurezza delle piattaforme di trading"

Il procuratore generale di New York, Eric Schneiderman, ha annunciato l'avvio di un'indagine sugli exchange di criptovalute come Bitcoin (che su Coinbase si mantiene sopra gli 8.000 dollari).

Starbucks chiude per un giorno oltre 8mila negozi Usa per formazione antirazzismo

Succederà il 29 maggio nel pomeriggio americano. La mossa segue l'incidente in cui due afroamericani seduti in un punto vendita sono finiti in manette senza avere fatto nulla di sbagliato
Starbucks

Starbucks corre ai ripari e dopo le scuse del suo Ceo passa all'azione per prevenire fenomeni razzisti all'interno dei propri punti vendita.

Fmi, Lagarde: criptovalute danno benefici ma non tutte sopravviveranno

Il d.g. dell'istituto di Washington le paragona alla mania dei tulipani del 17esimo secolo. Consiglia ai regolatori di essere "vigili".
Shutterstock

I "cripto-asset" come Bitcoin, la valuta digitale con la maggiore capitalizzazione, non rappresentano al momento una minaccia immediata per il sistema finanziario. Ne è convinta Christine Lagarde, il direttore generale del Fondo monetario internazionale. In un documento preparato mentre a Washington iniziano gli Spring Meetings del Fondo, l'ex ministro francese delle Finanze ha scritto che "stando alla nostra analisi preliminare, data la loro portata ancora contenuta e i loro legami limitati al resto del sistema finanziario, i cripto-asset non rappresentano un pericolo immediato".

Trump non ha una strategia in Siria. E il Congresso è diviso su come agire

Lascia aperta la possibilità di un nuovo attacco, ma in realtà i generali sono molto preoccupati per l'assenza di un disegno nella regione
AP

Il presidente americano Donald Trump ha commentato i bombardamenti contro il regime di Bashar al Assad come una "missione compiuta". Nonostante questo ha lasciato aperta la possibilità di nuovi attacchi nelle prossime settimane, se Damasco dovesse continuare a usare armi chimiche.

Wall Street, anche Goldman Sachs batte le stime

Attenzione rivolta alle nuove stime del Fmi sulla crescita mondiale
iStock

Fmi: l'Italia cresce ma meno di tutti nell'Eurozona, incertezza politica aumenta i rischi

Per la Grecia è prevista una performance migliore di quella del nostro Paese, i cui conti pubblici tendono a migliorare. Avanti con riduzione Npl
AP