Amazon sbarcherà nel mercato dell'abbigliamento sportivo (con il proprio marchio)

Lo rivela Bloomberg. La società di Bezos starebbe già lavorando con alcuni produttori di Taiwan

 Amazon entrerà nel mercato dell'abbigliamento sportivo con il proprio marchio. La società di Jeff Bezos, infatti, sta mettendo sotto contratto alcuni dei maggiori fornitori di abbigliamento sportivo per creare una propria linea, secondo le fonti di Bloomberg, preparando così il terreno per una nuova rivoluzione in un settore già in tumulto.

Makalot Industrial Co., una società di Taiwan che produce abiti per Gap, Uniqlo e Kohl's, starebbe già producendo i vestiti per una linea a marchio Amazon; anche Eclat Textile, un'altra società di Taiwan, è stata coinvolta dalla società di Bezos. Il progetto è nuovo e non sono ancora stati firmati contratti a lunga scadenza, secondo le fonti. Per ora, le società tessili stanno producendo una piccola quantità di materiale per Amazon come abbigliamento di prova.

Il coinvolgimento di Eclat è particolarmente rilevante, visto che produce vestiti per Nike, Lululemon Athletica e Under Armour e ha le competenze per creare abbigliamento di alta qualità. Dopo la pubblicazione della notizia su Bloomberg, le azioni a Wall Street di Lululemon sono scese del 4,9% venerd", mentre il titolo di Under Armour è calato del 2,8%; Nike, dopo un primo ribasso, si è ripreso e ha chiuso in rialzo dello 0,3 per cento. Si tratta infatti di una notizia non positiva per i grandi marchi, che cercano di emergere in un mercato sempre più competitivo; lo scorso mese, Nike ha reso noto di aspettarsi un altro ribasso delle vendite in Nordamerica, in questo trimestre. Under Armour, nel frattempo, ha tagliato le sue previsioni di vendita per l'anno in corso.

Secondo alcuni analisti, la mossa di Amazon ha l'obiettivo sia di aumentare il suo potere nelle negoziazioni con i marchi che vendono sulla sua piattaforma, sia di offrire prodotti che la clientela cerca, ma per cui il mercato non presenta un'ampia offerta.

Altri Servizi

Trump: Putin è sincero, nessuna interferenza nelle elezioni americane

Sull'Air Force One, il presidente Usa ha parlato con i reporter in viaggio con lui in Asia. La Cia non cambia posizione: Putin è colpevole. E poi tra i due spunta un accordo per la pace in Siria.
AP

Le Ivy League e il denaro nei paradisi fiscali

I Paradise Papers hanno rivelato un giro di miliardi off-shore per non pagare le tasse. E adesso il Congresso vuole iniziare a tassare anche le donazioni, dopo anni di opposizione da parte dei repubblicani
iStock

Una seconda ginnasta olimpionica denuncia gli abusi sessuali subiti

Aly Raisman, dopo McKayla Maroney, accusa l'ex medico della nazionale statunitense, Larry Nassar

Pirelli riparte da Alice nel Paese delle Meraviglie per tornare a farci sognare

Ventotto immagini di Tim Walker per raccontare la storia di Lewis Carroll solo con modelli, attori e artisti neri. Tronchetti Provera: “Vogliamo parlare di libertà di espressione e di libertà in ogni senso, portare questo messaggi"

Russiagate, spunta un presunto piano per consegnare Gulen a Erdogan

Il procuratore speciale Mueller indaga sull'eventuale ruolo di Flynn, ex consigliere di Trump

Russiagate, Papadopoulos avrebbe mentito per proteggere Trump

Lo rivela una fonte di Abc News. Intanto, ha un nome la "nipote di Putin" (che non lo è) citata dall'ex consigliere in alcune e-email

News Corp torna all'utile, al lavoro con Google e Facebook per attirare abbonati

Nel suo primo trimestre fiscale, profitti superiori alle stime. Bene anche i ricavi. Il Wall Street Journal contava 1,318 milioni di utenti digitali attivi quotidianamente nei tre mesi al 30 settembre
iStock

Walt Disney: i conti deludono, annuncia nuova trilogia di Guerre Stellari

Ricavi sotto le stime. Pesa un forte calo della divisione cinematografica; si salva quella dei parchi e dei resort nonostante l'effetto negativo sulle attività in Florida dato dall'uragano Irma. No comment su trattative con 21st Century Fox
AP

Ceo di AT&T: regolatori Usa non hanno mai chiesto vendita Cnn

Fonte del governo conferma: mai forzata una tale cessione. Washington preferirebbe che il deal saltasse
iStock

Riforma fiscale: Gop al Senato non taglia aliquota aziendale fino al 2019

Si tratta di un anno dopo il piano della Camera. L'approvazione della legislazione diventa complicata
Shutterstock