Amazon: un'altra perdita trimestrale

Il sito delude il mercato, che continua ad aspettare utili. Ricavi +23% nel secondo trimestre. Delusione per l'outlook

Amazon ha registrato nel secondo trimestre una perdita più ampia delle stime e si aspetta un rosso ancora più ampio nel periodo in corso. Il sito di e-commerce ha però visto balzare i ricavi e continua a investire in nuovi prodotti e tecnologia. Eppure il mercato sembra stanco di aspettare risultati in nero, motivo per cui il titolo ieri nell'after-hours è arrivato a cedere oltre il 7%. Da inizio anno sono in calo del 10%.

Amazon però non sembra sentire le pressioni degli investitori: nel corso della conference call, il direttore finanziario Tom Szkutak ha detto: "Non stiamo cercando di ottimizzare per profitti nel breve termine". Nei tre mesi terminati a 30 giugno, Amazon ha messo a segno una perdita da 126 milioni di dollari, peggiore di quella da 7 milioni dello stesso periodo dell'anno scorso.

In termini di utile per azione, il rosso è cresciuto a 27 centesimi da 2 centesimi contro attese degli analisti per una perdita da 15 centesimi. I ricavi sono cresciuti del 23% a 19,34 miliardi di dollari, in linea con i 19,3 miliardi del consensus. Le spese operative si sono attestate a 19,36 miliardi.

Per il trimestre in corso, Amazon si aspetta una perdita operativa tra i 400 e gli 810 milioni di dollari, che include i 410 milioni di compensi in azioni e altre voci. I ricavi sono visti nell'intervallo 19,7-21,5 miliardi, dato che sarebbe il 26% circa più alto di un anno fa e si confronta con stime per 20,83 miliardi. In attesa dei conti, arrivati a mercati chiusi, Amazon aveva guadagnato lo 0,13% a 358,61 dollari.