L'amministrazione Trump stabilisce i requisiti per il muro con il Messico: deve essere "alto e bello"

Washington ha pubblicato due richieste formali per le proposte delle società interessate alla costruzione delle barriere; il requisito dell'aspetto gradevole si riferisce soltanto al lato statunitense

L'amministrazione Trump ha pubblicato due richieste formali per ricevere le proposte, da parte delle società interessate, per la costruzione del muro che il presidente degli Stati Uniti vuole costruire al confine con il Messico. Le richieste includono le specifiche per le barriere, in modo che rispettino la promessa di The Donald di costruire un "muro grande e bello".

Inizialmente, lo U.S. Customs and Border Protection, agenzia federale responsabile del controllo delle frontiere e dell'immigrazione, aveva fissato la data per la pubblicazione intorno al 6 marzo, per poi rimandarla almeno fino al 15 marzo; infine, dopo aver annunciato che la richiesta sarebbe stata presentata "presto", ha pubblicato le due richieste nella serata di venerdì 17 marzo.

L'agenzia ha fornito gli undici requisiti necessari per il muro, che "deve essere fisicamente imponente in altezza"; il muro deve essere alto 30 piedi (9,1 metri), anche se "un'altezza di almeno 18 piedi (5,5 metri) potrebbe essere accettabile" e dovrebbe andare almeno sei piedi in profondità (1,8 metri) per evitare che siano costruiti dei tunnel sottoterra.

Il muro, si legge nel bando, deve essere difficile da superare e avere delle caratteristiche che impediscano l'ingresso degli irregolari anche nel caso di tentativi con "sofisticati strumenti". I prototipi devono anche dimostrare che non siano suscettibili di "brecce fisiche". I potenziali contractor devono anche garantire un certo stile per il lato settentrionale del muro, quello statunitense, perché le barriere "devono essere esteticamente piacevoli nel colore, nell'aspetto etc., rispettando l'ambiente circostante"; nessun dettaglio, invece, è stato imposto per il lato meridionale, quello del Messico.

Il governo federale aspetterà le proposte delle aziende fino al 29 marzo e assegnerà un contratto in base al prototipo presentato, che sarà costruito a San Diego. Secondo un'indagine del Guardian di alcuni giorni fa, più di 600 aziende hanno dimostrato ufficialmente interesse per il progetto dal 24 febbraio, tra cui oltre 60 di proprietà di statunitensi di origine latinoamericana.

A gennaio, Trump ha firmato un ordine esecutivo per la costruzione del muro, che potrebbe coprire quasi 2.000 miglia (3.218 chilometri) dal golfo del Messico all'Oceano pacifico. Sui costi, le stime sono molto diverse: per Trump costerà 12 miliardi di dollari, mentre per la New America Foundation, per esempio, potrebbe costare 38 miliardi; in mezzo, la stima preparata dal dipartimento per la Sicurezza interna, per cui il costo per chiudere il confine tra Stati Uniti e Messico si aggirerebbe intorno ai 21 miliardi, secondo un rapporto interno citato dalla stampa statunitenss; anche se Trump ha promesso che il Messico pagherà per il muro, le aspettative che questo possa realmente accadere sono basse, visto che il Paese confinante ha più volte respinto fermamente questa ipotesi.

Il piano prevede tre fasi di costruzione di barriere e muri per coprire oltre 1.250 miglia (2.000 chilometri) entro la fine del 2020; aggiungendoci le 654 miglia (1.046 chilometri) di barriere già erette, le nuove costruzioni estenderebbero la lunghezza del muro a quasi l'intero confine.

Altri Servizi

L’ex direttore dell’Fbi scrive un libro, gli editori lo corteggiano

James Comey, silurato a sorpresa da Trump, sta preparando un manoscritto con dettagli anche sul suo rapporto con il presidente Usa

James Comey, l’ex direttore dell’Fbi lincenziato da Donald Trump a maggio, sta scrivendo un libro sulla sua vita. Rapporto problematico con il 45esimo presidente degli Stati Uniti incluso.

AT&T: utili trimestrali sopra le stime, avanti con Time Warner

Il più grande gruppo Usa delle tlc conta di completare l'acquisizione entro la fine dell'anno in corso

Il titolo AT&T ha guadagnato nel dopo mercato a Wall Street il 3% circa sulla scia di una trimestrale con utili sopra le stime degli analisti e ricavi in linea alle previsioni. Il più grande gruppo Usa delle telecomunicazioni ha detto che continua ad aspettarsi il completamento della transazione per l'acquisto di Time Warner entro la fine del 2017; l'operazione da 84 miliardi di dollari riposizionerà l'azienda trasformandola in un gigante media e dell'intrattenimento in una fase in cui il settore della telefonia giunge a saturazione e la guerra dei prezzi incombe.

Fed: confermare Yellen o nominare Cohn? Il dubbio di Trump

Il presidente ha "molto rispetto" per il governatore della banca centrale Usa, che secondo lui sta facendo un buon lavoro. L'ex Goldman diventato direttore dei consiglieri economici del leader Usa considerato per quella posizione
AP

Riforma della sanità: il Senato dà l'ok all'apertura del dibattito

Passato il voto procedurale con 50 senatori repubblicani a favore e due contrari. Trump brinda: un "passo gigante per mettere fine "all'incubo dell'Obamacare"
AP

Intelligenza artificiale: è scontro tra Musk e Zuckerberg

Il numero uno di Tesla tra gli apocalittici. Il Ceo di Facebook tra gli ottimisti. La Silicon Valley si divide
AP

Danni in 110 su 111 cervelli di ex giocatori della Nfl

L'encefalopatia traumatica cronica può essere diagnosticata solo dopo la morte. Si tratta di una malattia neurodegenerativa comune tra gli atleti di alcuni sport, provocata da colpi violenti alla testa; la Nfl ha riconosciuto il problema solo nel 2016
Ap

La Nave Scuola Amerigo Vespucci fa tappa a New York

Partita da La Spezia il 19 aprile scorso, fa la sua ottava sosta della Campagna d'Istruzione 2017
MARINA MILITARE - ITALIAN NAVY

Per il Fmi economia Eurozona migliora, ma Italia a livelli pre-crisi a metà del prossimo decennio

E' quanto si legge nel rapporto redatto dal Fondo monetario internazionale a conclusione dell'annuale missione di monitoraggio Articolo IV nell'Eurozona, dove si legge che in generale, la ripresa ciclica si sta rafforzando e diventa più ampia
IMF

Sanità, giorno decisivo: si vota in Senato per aprire il dibattito

Voto procedurale in dubbio; in caso di vittoria dei repubblicani, non si sa comunque quale testo dovrebbero poi votare i senatori. Semplice abrogazione dell'Obamacare o anche una nuova riforma?
Ap

Wall Street, giornata di trimestrali

S&P 500 e Nasdaq hanno finito a livelli record
AP