Apple: da aprile apre il campus futuristico voluto da Steve Jobs

Ci vorranno sei mesi per trasferire gli oltre 12.000 dipendenti. L'edificio di vetro alimentato interamente da energie rinnovabili

I dipendenti di Apple inizieranno a trasferirsi nel nuovo quartier generale dal prossimo aprile. Ci vorranno sei mesi per il trasferimento di oltre 12.000 persone nel cosiddetto Apple Park, il campus nel cuore della Santa Clara Valley (California) voluto dal fondatore ed ex numero uno Steve Jobs come "centro di creatività e collaborazione".

Lo ha annunciato il produttore dell'iPhone con sede attualmente a Cupertino ricordando che Jobs venerdì 24 febbraio avrebbe compiuto 62 anni.

L'edificio futuristico a forma di anello (non più rettangolare come quello attualmente in uso) e composto da quelli che Apple dice essere i pannelli di vetro curvo più grandi al mondo. Nel campus ci sarà un teatro da mille posti che prenderà il nome di Steve Jobs; è collocato su una collina (il punto più alto di tutto il parco).

La nuova casa di Apple non sarà più circondata dall'asfalto dei parcheggi ma dal verde con 3,2 chilometri di percorsi su cui i dipendenti potranno camminare o correre; ci sarà anche un frutteto e un laghetto. Ci sarà anche un centro per i visitatori con un Apple Store, un fitness center per i dipendenti e strutture adibite alla ricerca e allo sviluppo.

L'intero quartier generale è alimentato al 100% da energie rinnovabili. Con pannelli solari per 17 megawatt, Apple Park avrà "una delle installazioni energetiche in sede più grandi al mondo. E' anche l'edificio più ventilato al mondo, pensato per non richiedere riscaldamento o aria condizionata per nove mesi all'anno". Il campus è progettato da Foster + Partners.

"La visione di Steve per Apple è andata ben oltre il tempo che lui ha trascorso con noi. Voleva che l'Apple Park fose la casa dell'innovazione per le generazioni future", ha commentato l'amministratore delegato Tim Cook, secondo cui "gli spazi di lavoro e il parco sono pensati per ispirare il nostro team e per dare benefici all'ambiente".

La moglie di Jobs, Laurene Powell Jobs, ha spiegato che il fondatore di Apple era "ispirato dal paesaggio della California, dalla sua luce e dalla sua ampiezza. Era il posto che preferiva per pensare e Apple Parl cattura perfettamente il suo spirito".

Altri Servizi

Ibm chiude il 22esimo trimestre con ricavi in calo

Bene le attività legate ai cosiddetti "imperativi strategici" tra cui il cloud. Conti sopra le stime degli analisti

E' da oltre cinque anni di fila che International Business Machines (Ibm) registra ricavi in calo su base annuale ma il gruppo - da tempo impegnato in una trasformazione con un focus sui servizi tecnologici e non più sull'hardware soltanto - è ottimista tanto da avere confermato le stime per il 2017. La conferma è arrivata con i conti del terzo trimestre del 2017, pubblicati dopo la chiusura di Wall Street e che hanno battuto le stime degli analisti: gli utili netti sono stati di 2,7 miliardi di dollari, in flessione del 4% su base annuale. Al netto di voci straordinarie, i profitti per azione si sono attestati a quota 3,30 dollari, meglio dei 3,29 dollari per azione previsti dal mercato.

Il caffè migliore? Per illy arriva da Honduras

Consegnato a New York l'annuale Ernesto Illy International Coffee Award, giunto alla seconda edizione

Dopo una serie di degustazioni alle Nazioni Unite fatte da una giuria indipendente di esperti internazionali, illycaffè ha premiato i chicchi di caffè coltivati da José Abelardo Diaz Enamorado dell'Honduras. Sono loro ad essere stati giudicati come “Best of the Best” tra i migliori raccolti della stagione 2016/2017. Per questo al coltivatore è stato consegnato il 2017 Ernesto Illy International Coffee Award, un riconoscimento annuale voluto dal gruppo triestino e giunto alla sua seconda edizione.

Amico di Trump inietta capitali in Weinstein Company

Il miliardario Tom Barrack tratta per comprare tutta o parte della società di produzione travolta dagli scandali sessuali del suo co-fondatore, silurato dal club degli Oscar
AP

The Weinstein Company, la società di produzione cinematografica travolta dagli scandali sessuali riguardanti il suo cofondatore Harvey Weinstein, ha raggiunto un accordo preliminare per una immediata iniezione di capitali. A concerderli è Colony Capital, società di investimento di Tom Barrack (amico di lunga data del presidente americano Donald Trump). A comunicarlo è stata l'azienda stessa, che ha iniziato un periodo di negoziati che potrebbe portare Colony Capital a comprare tutto o parte del gruppo che - tra gli altri - ha prodotto film come "Lion" e che ha distribuito "The Hateful Eight" di Quentin Tarantino.

Wall Street continua a macinare record

Secondo il Beige Book della Fed, l'economia Usa ha continuato a espandersi tra settembre e inizio ottobre. Pressioni "modeste" sui prezzi
AP

La Nfl ignora Trump, il presidente: "Manca di rispetto per il nostro Paese"

La lega ha deciso di permettere le proteste durante l'inno, nonostante le critiche e le pressioni della Casa Bianca
AP

"La Nfl ha deciso di non obbligare i giocatori a stare in piedi durante l'esecuzione del nostro inno nazionale. Una totale mancanza di rispetto per il nostro grande Paese!". Non si è fatta attendere, su Twitter, la risposta del presidente statunitense, Donald Trump, alla decisione della lega professionistica di football americano.

Fed: economia Usa cresciuta nonostante gli uragani

Le pressioni sui prezzi restano modeste nonostante per i datori di lavoro sia difficile trovare personale qualificato. Il "mistero" dell'inflazione al palo perseguita Yellen
AP

L'economia americana ha continuato a espandersi a un passo tra il "modesto" e il "moderato" tra settembre e l'inizio di ottobre. E questo nonostante l'effetto uragani. Le pressioni sui prezzi "sono rimaste modeste", dimostrazione che il "mistero" dell'inflazione al palo continua a perseguitare il governatore della Federal Reserve, Janet Yellen. E' questo quanto emerso dal Beige Book, il rapporto pubblicato dalla banca centrale Usa ogni sei settimane e pensato per fotografare lo stato di salute dell'economia statunitense. Frutto dell'analisi condotta nei 12 distretti in cui opera la banca centrale americana, il documento verrà utilizzato nella prossima riunione della Fed in calendario il 31 ottobre e 1 novembre prossimi, quando i tassi sono visti rimenere all'1-1,25%.

Molestie sessuali, la denuncia di 140 donne che lavorano al Parlamento della California

Hanno preso coraggio grazie alla campagna #MeToo, rilanciata dopo lo scandalo sessuale che sta travolgendo il produttore cinematografico Harvey Weinstein

Più di 140 donne che lavorano al Parlamento statale della California, tra senatrici e deputate, assistenti e lobbiste, hanno denunciato molestie sessuali, prendendo il coraggio dalla campagna #MeToo, rilanciata per denunciare le violenze dopo lo scandalo sessuale che vede come protagonista il produttore cinematografico Harvey Weinstein e ormai diffusa in molti Paesi.

Mnuchin avverte: azionario Usa rischia sell-off senza riforma fiscale

Il segretario al Tesoro sembra certo che il provvedimento verrà approvato entro fine 2017. Intanto il Dow Jones macina nuovi record oltre i 23mila punti, grazie alle trimestrali societarie. Domani il 30esimo anniversario del Black Monday

Mentre Wall Street continua a macinare record, con il Dow Jones Industrial Average che punta a chiudere sopra la soglia dei 23.000 punti per la prima volta, il segretario americano al Tesoro ha lanciato un avvertimento: il Congresso passi la riforma fiscale tanto promossa dal presidente Usa o l'azionario americano subirà un sell-off.

Unesco: Italia "cruciale" nella tutela del patrimonio culturale in aree di crisi

L'agenzia dell'Onu loda la task force italiana e la partnership "innovativa" siglata. Franceschini agli Usa e Israele: la cultura deve essere terreno che unisce.

L'Italia porta a casa le lodi dell'Unesco per i suoi sforzi volti a garantire e promuovere la tutela e il recupero del patrimonio culturale nelle aree di crisi. E' Dario Franceschini, ministro italiano dei Beni e delle attività culturali e del turismo, a ricevere i complimenti dell'agenzia delle Nazioni Unite che si occupa di educazione, scienza e cultura (quella da cui Stati Uniti e Israele intendono ritirarsi perché considerata filo-palestinese).

Maroney, olimpionica Usa di ginnastica: anch'io vittima di abusi sessuali

La confessione dell'ex campionessa, che ha preso coraggio dalla campagna #MeToo: "Da fuori sembra tutto fantastico. Ce l'ho fatta, ma ho pagato un prezzo". Il medico della nazionale statunitense accusato da almeno 140 ragazze e donne

L'ex campionessa olimpica di ginnastica artistica, la statunitense McKayla Maroney, ha aderito alla campagna sui social network #MeToo, rilanciata dopo lo scandalo sessuale che sta travolgendo il produttore cinematografico Harvey Weinstein, denunciando di aver subito abusi sessuali dal dottore della nazionale olimpica, Larry Nassar.