Apple: il Senato Usa vuole spiegazioni su sicurezza Face ID nell'iPhone X

Il gruppo chiamato a rispondere a una serie di domande entro il 13 ottobre. Promette, per esempio, di non cedere i dati biometrici a scopi commerciali? E come ha catturato un miliardo di facce per lo sviluppo della funzione?
Apple

Il presidente della sottocommissione Giudiziaria del Senato dedicata a privacy e tecnologia ha scritto una lettera al Ceo di Apple chiedendo informazioni su Face ID, la funzione di riconoscimento facciale inclusa nel nuovo iPhone X da mille dollari.

Il senatore democratico Al Franken ha detto a Tim Cook di essere "incoraggiato dai passi che Apple dice di avere fatto" per rendere operativo lo sblocco del nuovo smartphone attraverso il riconoscimento del volto di chi lo possiede. "Tuttavia", ha aggiunto il senatore, "questioni sostanziali restano su come Face ID impatterà sulla sicurezza e sulla privacy degli utenti iPhone e sul fatto che la tecnologia funzioni bene in vari gruppi di persone" a seconda della razza, del genere e dell'età. Per questo ha chiesto informazioni ulteriori su come l'azienda "gestisce queste questioni internamente e sui passi addizionali che intende fare per proteggere i suoi utenti".

Come spiegato durante il lancio all'evento di martedì 12 settembre, i dati biometrici verranno salvati sul dispositivo piuttosto che nella cloud. Lo sblocco non funzionerà se gli occhi sono tenuti chiusi o se il telefonino non è allienato correttamente al volto. Inoltre Face ID è stato pensato in modo tale da riconoscere il cambiamento di look della persona che possiede l'iPhone X riducendo i casi di sblocco da parte di sconosciuti. In pratica lo smartphone promette di essere capace di identificare il suo possessore a prescindere dal suo taglio di capelli, dal trucco o dall'uso di accessori come cappelli e occhiali. Sempre nel corso della presentazione, era stato detto anche che le probabilità che una persona a caso riesca a sbloccare il nuovo iPhone X sono pari a una su un milione contro una su 50mila del Touch ID (la funzione per sbloccare l'iPhone con l'impronta digitale).

Eppure, ad Al Franken tutto ciò non basta. E infatti nella lettera ha posto una serie di domande a cui Apple deve rispondere entro il 13 ottobre prossimo. Il senatore vuole per esempio sapere dove Apple ha pescato il miliardo di immagini di volti che ha detto di avere usato per sviluppare Face ID. Vuole anche capire se il gruppo garantisce che non condividerà mai con parti terze e a scopo commerciale i dati biometrici e che non ha alcuna intenzione di usare quei dati stessi per altri scopi che vanno al di là di Face ID. Chissà che Franken non sia stato convinto, tra le altre cose, dal fatto che al primo tentativo, la dimostrazione del funzionamento del riconoscimento facciale non abbia funzionato imbarazzando l'azienda.

Altri Servizi

Summit Trump-Kim: il vincitore è la Cina

Per gli esperti, troppe concessioni degli Usa alla Corea del Nord. Giappone e Corea del Sud gli sconfitti. La Russia osserva: "il diavolo sta nei dettagli" (che mancano)
AP

Quello tra Donald Trump e Kim Jong Un è stato certamente un incontro "storico", un buon inizio di un lungo iter diplomatico volto a portare alla denuclearizzazione della penisola coreana e magari alla fine ufficiale della Guerra di Corea (iniziata nel 1950 e finita nel 1953 ma solo con un armistizio). Tuttavia, tra il leader americano e quello nordcoreano, è il secondo che sembra avere avuto la meglio. E la Cina di Xi Jinping ha vinto indirettamente su tutti mentre il Giappone di Shinzo Abe e la Corea del Sud di Moon Jae-in emergono come gli sconfitti. E' questa l'impressione generale tra gli esperti americani di politica estera.

Immigrazione, tutti contro Trump. Melania, invece, sta con lui (anche se non sembra)

La first lady chiede un Paese che "governi col cuore", ma attribuisce le responsabilità della situazione a repubblicani e democratici, dando eco alle affermazioni ingannevoli del presidente. La responsabilità è solo della Casa Bianca

Wall Street, permangono i timori sui rapporti commerciali tra gli Usa e la Cina

Il Dow Jones ha chiuso in negativo le ultime quattro sedute
iStock

Russiagate, il WP rivela incontro tra Roger Stone e un russo

Il consigliere di lungo corso di Trump ha incontrato Henry Greenberg che gli aveva promesso materiale scottante su Hillary Clinton
©AP

New Jersey, sparatoria dopo una lite: 1 morto e 20 feriti

L'episodio è avvenuto al Festival di Trenton. La polizia ha ucciso uno dei due assalitori mentre l’altro è stato arrestato
©AP

Usa-Corea del Sud, pronte a sospendere le esercitazioni militari congiunte

Secondo l’agenzia sudcoreana Yonhap l’annuncio arriverà nei prossimi giorni
AP

Wsj, Trump a Macron al G7: "Tutti i terroristi sono a Parigi"

Il giornale newyorchese svela alcuni dietro le quinte del vertice canadese in cui il presidente americano avrebbe criticato l’operato dei suoi colleghi su diversi temi
©AP

Le letture di Obama: c'è anche 'La nuova geografia del lavoro' di Moretti

Post su Facebook, l'ex presidente condivide la sua lista, "un tantino più pesante di quella per l'estate"

Russiagate, Trump contro le indagini: "Il periodo più buio e pericoloso nella storia americana"

Il presidente ancora contro l'ex direttore dell'Fbi, dopo il rapporto dell'ispettore generale del dipartimento di Giustizia sul caso Clinton

Contrordine: Trump appoggia la proposta di legge sull'immigrazione dei repubblicani moderati

La Casa Bianca chiarisce la posizione del presidente, dopo le sue affermazioni a Fox News. La proposta proteggerà dall'espulsione i Dreamers
iStock