Apple presenta iPhone X, ma non convince del tutto il mercato

Nel decennale del suo telefonino celebra Steve Jobs e prova a guardare avanti: elimina il tasto home e apre alla carica wireless e al riconoscimento facciale. Ma i ritardi nelle consegne mettono alla prova Apple e la fiducia dei suoi consumatori
AP

Non ci sono state sorprese e neppure l'appello al "one more thing", che ripeteva sempre Steve Jobs, ha aiutato Apple a stupire. Nel decimo anniversario di iPhone il gruppo ha presentato come atteso da giorni due nuovi modelli: iPhone 8 e iPhone 8 Plus, che sono un aggiornamento di iPhone 7, e - per il decennale - iPhone X, definito dall'amministratore delegato, Tim Cook, "il futuro degli smartphone". Anche le caratteristiche (riconoscimento facciale, carica wireless, assenza del tasto home) erano state anticipate nelle scorse settimane. Insieme ai nuovi iPhone, Apple ha presentato il nuovo Apple Watch, Series 3 che permette anche la connessione alla rete cellulare.

E ancora la nuova versione di Apple TV con risoluzione 4K e HDR. Ma neppure queste novità hanno sostenuto il titolo che dopo aver toccato ribassi dello 0,8% ha chiuso in rosso dello 0,4% per poi ritornare a salire nel dopomercato. A preoccupare gli investitori sono da una parte l'assenza di novità, dall'altra (e soprattutto) il ritardo nelle consegne di iPhone X, che arriverà il 3 novembre, dando credito alle voci uscite la settimana scorsa sui ritardi nella produzione.

iPhone X: addio al tasto home, schermo da 5,8 pollici e riconoscimento facciale La grande novità è l'iPhone speciale per il decennale del telefonino di Apple. IPhone X abbandona per la prima volta il tasto home e trasforma la superficie anteriore in un unico schermo da 5,8 pollici con tecnologia Oled e super retina. Inoltre iPhone X ha Face ID, il sistema di riconoscimento facciale, grazie alla presenza di camere, luci e proiettori in grado di riconoscere il nostro volto. Infine potrà essere ricaricato senza cavo grazie alla tecnologia wireless. Apple ha migliorato anche le prestazioni delle camere e ha introdotto una funzione in grado di scattare ritratti dei volti ad altissima qualità. Sarà disponibile in due colori, Space Grey e Silver, e avrà un costo di partenza di 999 dollari per la versione da 64 GB.

iPhone 8 e iPhone 8 Plus: wireless IPhone 8 e iPhone 8 Plus rappresentano la continuazione delle linee di telefonini lanciate da Apple tre anni fa con l'introduzione di iPhone 6. Le misure dello schermo restano di 4,7 e 5,5 pollici, i colori diventano tre (Space Grey, Silver e Gold) e anche la parte posteriore del telefono è di vetro (come del resto anche iPhone X). I nuovi iPhone 8 si potranno caricare con tecnologia wireless. Solo il Plus avrà la funzione per migliorare i ritratti, mentre iPhone 8 continua ad avere una sola camera posteriore, cosa che ha deluso molti analisti. I prezzi: si parte da 699 dollari per il modello di iPhone 8 da 64 GB e si arriva a 849 dollari per quello da 256 GB. IPhone 8 Plus costa cento dollari in più. Il costo è più alto del modello presentato lo scorso anno, il 7, che partiva da 649 dollari.

Realtà aumentata  Apple ha anche confermato l'importanza della realtà aumentata: Philip Schiller sul palco dello Steve Jobs Theatre ha detto che i nuovi iPhone sono stati costruiti attorno alla realtà aumentata, grazie a un accelerometro e a camere che danno ancora più profondità alle immagini. Inoltre una nuova funzione permette di creare emoji animati che possono inviare messaggi ai nostri contatti.

Apple Watch Series 3 Oggi Apple ha presentato anche la nuova serie di orologi. La grande novità e la possibilità di collegarsi alla rete cellulare. In questo modo si può lasciare a casa iPhone e usare Apple Watch per ricevere telefonate. I costi: la Series 3 GPS + cellular parte da 399 dollari.

Apple TV 4K Il gruppo ha anche fatto un nuovo passo in avanti con Apple TV, introducendo la versione da 4K con risoluzione ultra HD e tecnologia HDR. Il costo rimane come quello della vecchia Apple TV, 179 dollari. Secondo gli analisti si tratta di un modo per avvicinarsi ancora di più a Hollywood in vista del lancio di produzioni originali nei prossimi anni.

Lo Steve Jobs Theater e la celebrazione del "genio" Ma la presentazione del decimo anniversario di iPhone ha avuto anche una forte carica simbolica. Sia all'inizio che alla fine l'amministratore delegato Tim Cook ha citato Steve Jobs, "il genio" di Apple che incitava le persone "a creare qualcosa di stupendo e a presentarlo al mondo". Per Cook "Apple continuerà a innovare mantenendo al suo interno lo spirito di Steve che è il Dna di Apple". L'evento di oggi è iniziato con la canzone Love Is All You Need dei Beatles mentre le telecamere presentavano il nuovo Steve Jobs Theater all'interno di un campus che proprio dieci anni fa "Steve aveva iniziato a disegnare", ha detto Cook, dando inizio all'evento.

Altri Servizi

I gruppi di private equity si danno ai prestiti

A fine 2017 avevano concesso oltre 500 milioni di dollari ad aziende di medie dimensioni, contro i 300 milioni del 2012

Noti per essere proprietari di aziende, i gruppi di private equity stanno sempre più diventando anche i loro principali creditori. Sono disposti a concedere prestiti laddove le banche non lo farebbero un po' per via di regolazioni più stringenti e un po' per evitare i passi falsi passati.

Nfl, tornano le proteste e la crociata di Trump contro gli atleti

Atleti 'contro' l'inno nazionale, Trump:"Protestate in altro modo". Il primo fu Kaepernick, rimasto senza squadra. Lega e associazione giocatori in trattativa per evitare lo scontro in tribunale sull'obbligo di seguire in piedi 'The Star-Spangled Banner'

Insieme alla Nfl, è tornata la crociata del presidente statunitense Donald Trump contro le proteste durante l'esecuzione dell'inno nazionale. Ieri sera, diversi giocatori hanno poggiato un ginocchio a terra o hanno alzato un pugno durante 'The Star-Spangled Banner', prima di alcune partite amichevoli in vista del prossimo campionato di football, per protestare contro la brutalità della polizia, la diseguaglianza razziale e l'ingiustizia sociale.

AP

Dopo essere stato pesantemente criticato per la serie di tweet controversi (e privi di dettagli) con cui il 7 agosto scorso aveva annunciato di volere delistare Tesla e renderla un gruppo in mani private, il Ceo Elon Musk ha pubblicato un blog post nel tentativo di fornire chiarimenti. Tuttavia gli investitori sono rimasti scettici sul suo piano di buyout.

Cooperare o morire. Facebook smentisce minaccia fatta agli editori

A darne notizia è The Australian, parte della galassia di Rupert Murdoch. Il social network non più interessato a inviare traffico ai gruppi media

Facebook ha smentito quando riportato da un sito australiano, secondo cui al Ceo Mark Zuckerberg "non importa" nulla degli editori e che il social network li lascerebbe morire se non cooperano con il gigante tecnologico. Stando alle indiscrezioni del The Australian, parte della galassia di Rupert Murdoch - il manager responsabile delle partnership nel campo dell'informazione (Campbell Brown) avrebbe messo in guardia i gruppi editoriali che non vogliono lavorare con l'azienda californiana. Lo avrebbe fatto la settimana scorsa durante un incontro a Sidney: "Vi terrò per mano mentre il vostro business muore, come si fa in un hospice". Facebook ha reagito dicendo che i commenti "sono stati decontestualizzati".

La stampa Usa unita per dire a Trump che non è "nemica del popolo"

Su iniziativa del Boston Globe, almeno 100 organizzazioni il 16 agosto pubblicheranno editoriali per criticare la retorica del presidente Usa. Il 43% degli elettori Gop darebbe a Trump il potere di chiudere giornali "cattivi"
Ap

Ripetutamente attaccata da Donald Trump come fonte di "fake news" e considerata sin dal suo primo giorno alla Casa Bianca una "nemica della gente", la stampa americana si prepara a unire le forze in un'operazione contro il presidente americano.

Fox "resta impegnato" a comprare Sky: chiuso un anno con utili +49%

I conti dell'ultimo trimestre hanno superato le stime.
iStock

Nei tre mesi chiusi il 30 giugno scorso, 21st Century Fox ha registrato profitti e ricavi superiori alle previsioni degli analisti. Il colosso dell'intrattenimento parte della galassia Murdoch ha così archiviato l'intero anno fiscale con utili attribuibili ai soci di 4,48 miliardi, in rialzo del 49%, e ricavi per 30,4 miliardi (+7%).

©Ap

Nell'ultimo tentativo di dimostrare - agli investitori e all'autorità di Borsa Usa - che con i suoi tweet controversi del 7 agosto scorso faceva sul serio, il Ceo di Tesla ha detto di avere iniziato a lavorare con gli advisor per il delisting del produtture di auto elettriche.

Tesla: cda forma comitato speciale per valutare il delisting sognato da Musk

Nelle mani di tre persone la decisione sul buyout

Il consiglio di amministrazione di Tesla ha confermato di avere formato un comitato speciale per valutare il desiderio del Ceo Elon Musk di delistare il gruppo. Il comitato - composto da tre direttori indipendenti - "non ha ancora ricevuto una proposta formale da parte di Musk" né "ha raggiunto una conclusione sulla fattibilità della transazione".

Trump vuole una Space Force, Pence: "Sarà la sesta forza armata Usa"

Il vicepresidente, parlando dal Pentagono: "Non vogliamo essere solo presenti nello spazio, ma dominare"

Anche lo spazio è un campo di battaglia e per questo è il momento di istituire un esercito spaziale statunitense. Lo ha annunciato il vicepresidente degli Stati Uniti, Mike Pence, con un discorso tenuto al Pentagono per presentare il piano fortemente voluto dal presidente Donald Trump.