Apple rimuove in Cina le app che aggirano la censura

A farne le spese numerose società che producono questa tipologia di software

La censura del governo cinese ai danni degli utenti di internet ha ricevuto una mano da un’alleato inaspettato: Apple. Il colosso di Cupertino ha infatti eliminato dal suo App Store le app utilizzate dagli utenti per evadere la censura della Cina. Tutte le applicazioni prodotte da società straniere, vendute agli utenti del mercato cinese per aggirare il sistema di filtri internet imposto da Pechino, sono infatti sparite dal negozio online di Apple.

A riportare la notizia è il New York Times che evidenzia come a farne le spese siano state diverse aziende produttrici di questi software. Una di queste però, come scrive il quotidiano diretto da Dean Baquet, ha deciso di pubblicare la lettera arrivata da Cupertino e in cui le veniva comunicata la rimozione della sua app ''perché include contenuti illegali in Cina''.

La società in questione, ExpressVPN, ha commentato la mossa di Apple con un post sul suo blog nel quale ha sottolineato che la rimozione, oltre a essere ''spiacevole'' e arrivata a ''sorpresa''. ''Siamo dispiaciuti perché rappresenta la misura più drastica del governo cinese per bloccare l'uso della VPN e siamo preoccupati dal fatto che Apple stia aiutando gli sforzi di censura cinesi''.

Tra le altre società che hanno dovuto fare i conti con questa operazione di ''pulizia'' da parte della società guidata da Tim Cook c’è anche Golden Frog, che produce VyperVpn, un software per la privacy e la sicurezza. Il presidente dell’azienda, Sunday Yokubaitis, ha parlato con il giornale di New York ricordando che avevano spontaneamente presentato un amicus curiae in favore di Apple nel caso contro l’Fbi (quando quest’ultima ha chiesto l’aiuto di Apple per sbloccare il telefono di un attentatore di San Bernardino). Proprio per tale motivo Yokubaitis si è detto ''estremamente deluso dal fatto che Apple si sia inchinata alle pressioni della Cina affinché rimuovesse le app Vpn senza nemmeno citare una legge o un regolarmente cinese che definisse illegali le stesse app''.

"Riteniamo l’accesso a internet in Cina un problema di violazione di diritti umani e ci aspettiamo che Apple dia più rilevanza a questi che ai profitti'', ha detto lo stesso Yokubaitis. Nessun commento da parte di Cupertino per il momento.

Altri Servizi

Trump, con un video attacca Obama, Clinton e Bush su Gerusalemme

Con un tweet il presidente americano critica i suoi predecessori: avevano annunciato lo spostamento dell'ambasciata Usa in Israele da Tel Aviv nella città contesa ma non lo hanno fatto
AP

Due giorni dopo avere riconosciuto Gerusalemme come capitale d'Israele, Donald Trump ha pubblicato su Twitter un video che mostra tre suoi predecessori - Bill Clinton, George W. Bush e Barack Obama - fare la stessa promessa, poi non mantenute. "Io ho mantenuto le promesse della mia campagna elettorale - altri non lo hanno fatto", ha tuonato il45esimo presidente americano.

Scandali sessuali, tre parlamentari Usa costretti alle dimissioni in tre giorni. Qualcosa di simile accadde solo per la schiavitù

Per il Washington Post, situazione senza precedenti. Quelle dimissioni, prima della Guerra civile, furono un atto politico. Oggi, sono le donne comuni a costringere senatori e deputati a farsi da parte

È stata una settimana straordinaria, quella appena terminata al Congresso statunitense: dopo essere stati accusati di molestie sessuali, tre membri del parlamento si sono dimessi. Per trovare un momento simile, nella storia degli Stati Uniti, bisogna tornare alla Guerra civile e alla schiavitù.

La Nba vuole una squadra della sua lega minore a Città del Messico

La lega professionistica vuole continuare a espandersi e guarda al maggior mercato dell'America Latina. La nuova squadra della G League potrebbe giocare già dalla prossima stagione
Ap

Gerusalemme capitale, rottura tra palestinesi e statunitensi: Abu Mazen non riceverà Pence

Il presidente dell'Autorità palestinese annulla l'incontro con il vicepresidente statunitense previsto a giorni, a causa della decisione di Washington di riconoscere Gerusalemme come capitale d'Israele

Gli Usa contro la Russia, a 30 anni dal trattato INF per l'eliminazione dei missili

Da tempo Washington denuncia le violazioni di Mosca. L'amministrazione Trump pronta a sviluppare un'arma per restare al passo dei russi
Ap

Apple verso l'acquisto di Shazam, app per riconoscere le canzoni

TechCrunch: il produttore dell'iPhone potrebbe pagare meno di un miliardo di dollari

Obama paragona Trump a Hitler

Invocando lo spettro della Germania nazista, il 44esimo presidente americano avverte i concittadini: non siate compiacenti
Ap

La Casa Bianca cerca di tranquillizzare gli amici newyorchesi di Trump sulle deduzioni

Gli Stati con tasse altre fanno pressing per non vedere ridotta o eliminata la possibilità di detrarre le imposte statali e locali nella dichiarazione dei redditi
AP

Caterpillar fa mea culpa, ha truffato clienti e gettato in mare le prove

Riparazioni inutile ai vagoni di gruppi attivi nel settore ferroviario. Multa da 5 milioni di dollari e rimborsi per 20 milioni. Cifre modeste ma un colpo alla sua reputazione
Caterpillar

L'occupazione Usa cresciuta più del previsto a novembre, Fed pronta a una stretta

Per l'86esimo mese di fila le aziende hanno reclutato personale. I salari orari però sono saliti meno del previsto