Apple rimuove in Cina le app che aggirano la censura

A farne le spese numerose società che producono questa tipologia di software

La censura del governo cinese ai danni degli utenti di internet ha ricevuto una mano da un’alleato inaspettato: Apple. Il colosso di Cupertino ha infatti eliminato dal suo App Store le app utilizzate dagli utenti per evadere la censura della Cina. Tutte le applicazioni prodotte da società straniere, vendute agli utenti del mercato cinese per aggirare il sistema di filtri internet imposto da Pechino, sono infatti sparite dal negozio online di Apple.

A riportare la notizia è il New York Times che evidenzia come a farne le spese siano state diverse aziende produttrici di questi software. Una di queste però, come scrive il quotidiano diretto da Dean Baquet, ha deciso di pubblicare la lettera arrivata da Cupertino e in cui le veniva comunicata la rimozione della sua app ''perché include contenuti illegali in Cina''.

La società in questione, ExpressVPN, ha commentato la mossa di Apple con un post sul suo blog nel quale ha sottolineato che la rimozione, oltre a essere ''spiacevole'' e arrivata a ''sorpresa''. ''Siamo dispiaciuti perché rappresenta la misura più drastica del governo cinese per bloccare l'uso della VPN e siamo preoccupati dal fatto che Apple stia aiutando gli sforzi di censura cinesi''.

Tra le altre società che hanno dovuto fare i conti con questa operazione di ''pulizia'' da parte della società guidata da Tim Cook c’è anche Golden Frog, che produce VyperVpn, un software per la privacy e la sicurezza. Il presidente dell’azienda, Sunday Yokubaitis, ha parlato con il giornale di New York ricordando che avevano spontaneamente presentato un amicus curiae in favore di Apple nel caso contro l’Fbi (quando quest’ultima ha chiesto l’aiuto di Apple per sbloccare il telefono di un attentatore di San Bernardino). Proprio per tale motivo Yokubaitis si è detto ''estremamente deluso dal fatto che Apple si sia inchinata alle pressioni della Cina affinché rimuovesse le app Vpn senza nemmeno citare una legge o un regolarmente cinese che definisse illegali le stesse app''.

"Riteniamo l’accesso a internet in Cina un problema di violazione di diritti umani e ci aspettiamo che Apple dia più rilevanza a questi che ai profitti'', ha detto lo stesso Yokubaitis. Nessun commento da parte di Cupertino per il momento.

Altri Servizi

Trump irritato dai ritardi sull'abrogazione dell'Obamcare, si rivolge direttamente ai democratici

Il presidente ha teso la mano ai democratici, sentendo direttamente il leader di minoranza al Senato, Charles Schumer, per capire se e che tipo di disponibilità ci sia a trattare e collaborare.
White House

Google al lavoro per riportare servizi internet e cellulari a Porto Rico

La Federal Communication Commission, l'autorità americana delle telecomunicazioni, ha approvato la richiesta di Alphabet per fornire servizi di telefonia cellulare di emergenza nelle zone colpite da Maria.
AP

Hollywood sceglie l'Italia per ambientare i set dei film. Occasione per il turismo

L'Italia, grazie a un patrimonio artistico e culturale enorme, è da sempre una delle location più gettonate dai registi: nel Paese esistono oltre 1.700 siti utilizzati dal cinema nazionale e internazionale.

General Electric punta al rilancio, il nuovo Ceo cambia la squadra manageriale

Via il direttore finanziario Jeff Bornstein, che lascerà a fine anno, il capo del martketing Beth Comstock e John Rice, che si occupa delle attività internazionali.
General Electric

Nate diventa uragano e spaventa Mississippi, Alabama e Louisiana

Si trova circa 150 chilometri a ovest-nordovest dell'estremità occidentale di Cuba e circa a 800 chilometri dalla foce del fiume Mississippi.

Trump celebra Cristoforo Colombo. Ma senza gli accorgimenti di Obama

Lunedì 9 ottobre gli Usa ricordano l'esploratore genovese che nel 1492 arrivò nelle Americhe. Il presidente brinda alla sua "impresa coraggiosa"; il predecessore ne ricordò anche le conseguenze per i nativi. A NY la 72esima parata (con polemiche)
Columbus Citizens Foundation

Italia: Moody's lascia invariato il rating, il settore bancario si stabilizza

E' pari a Baa2. Mantenuto l'outlook negativo. Incertezza dalle prossime elezioni. Rischi al ribasso dell'economia restano "elevati"

Autogrill festeggia in Usa il suo 40esimo anniversario, premiato Gilberto Benetton

Il Ceo Tondato ha partecipato a TechFest del New Yorker
Da sinista, Armando Varrichio (ambasciatore), Gilberto Benetton (presidente di Autogrill) e Lucio Caputo (Gei) Gei

A New York si celebra l'eredità italiana ma Cristoforo Colombo divide

Alcune associazioni italoamericane hanno boicottato l'evento del sindaco Bill de Blasio: non ha difeso le statue dell'esploratore dal destino incerto. Il suo ufficio: la statua non si tocca. L'ambasciatore Varricchio difende il personaggio storico

Media Usa: Ivanka e Donald Trump Jr. furono vicini a essere incriminati per frode

Lo riporta un'indagine di Pro Publica, New Yorker e Wnyc. Decisivo l'intervento dell'avvocato personale del 45esimo presidente
AP