Apple svela il primo progetto di intelligenza artificiale

Un paper in cui descrive il sistema per riconoscere le immagini

L’annuncio era stato fatto nel corso di una conferenza all’inizio di dicembre: si sosteneva che il gruppo di Apple che si occupa di intelligenza artificiale avrebbe pubblicato un paper nei mesi successivi. L’annuncio era stato fatto con una sola slide nel corso del Neural Information Processing Systems (NIPS), mettendo in luce come il gigante tecnologico era pronto a entrare in uno dei settori più voluti del momento.

Da qualche anno gli altri giganti della Silicon Valley - Facebook, Amazon, Microsoft, Google, e IBM - hanno prodotto diverse ricerche che hanno subito reso pubbliche. Apple invece finora non aveva dato alcun segno in questa direzione.

Il lavoro pubblicato in questi giorni descrive un sistema di riconoscimento delle immagini, che permette ai computer di riconoscere oggetti usando una raccolta di immagini generate dallo stesso computer dalle quale partire e fare confronti.

L’idea sviluppata da paper sostiene che in questo modo sia possibile migliorare l’efficienza dell’algoritmo coinvolto nel processo, questo perché usando immagini reali richiede molto più tempo per portare a termine le analisi.

Il paper di Apple cerca di risolvere un problema legato al riconoscimento, inserendo un sistema ibrido tra immagini create al computer e quell invece di fotografie reali.

Prima che Apple decidesse di pubblicare il suo lavoro, molti altri big della Silicon Valley hanno lavorato su questo fronte. Google ha pubblicato diverse ricerche anche grazie al gruppo di AI comprato nel 2014, DeepMind Labs. Microsoft invece ha collaborato con Per AI, gruppo fondato da Elon Musk di Tesla.

Adesso sembra che anche Apple voglia accelerare i suoi sforzi per restare la passo con i suoi concorrenti. Di recente ha assunto un importantissimo ricercatore della Carnegie Mellon, Russ Salakhutdinov, insieme all’acquisto di Percepto e Tuplejump, due startup del settore.