Apple verso il sorpasso di Spotify (in Usa)

Entro la prossima estate, il servizio di musica di Apple dovrebbe superare Spotify conquistando la prima posizione in Usa. Apple Music sta conquistando utenti americani a un passo più rapido del gruppo svedese che al momento è il primo in assoluto. L'anticipazione è del Wall Street Journal, che ha sentito persone attive nel mondo musicale e che hanno visto i numeri associati alle due aziende. Perché? Negli accordi di licenza, le etichette musicali permetto ai servizi in streaming di pagare royalties più basse sulla musica se quei servizi raggiungono determinati tassi di crescita. Per ottenere uno sconto, gruppi come Apple e Spotify devono dunque comunicare quanti account hanno e il numero di utenti attivi ogni mese. Questi numeri sono al netto di utenti individuali che magari fanno parte di un piano famiglia e di quelli che hanno abbonamenti scontati perché parte di un pacchetto di altri servizi.

Nel mondo della musica offerta in streaming, Spotify è il leader indiscusso su scala globale davanti di un bel po' ad Apple. Secondo le indiscrezioni, tuttavia, il gruppo americano sta facendosi strada nel mercato musicale più grande al mondo, quello americano.

Gli account aperti in Usa per accedere all'offerta musicale di Apple stanno crescendo a un tasso mensile di circa il 5% contro quello del 2% di Spotify. Presupponendo che la crescita continui di questo passo, Apple supererà Spotify in estate.

Ad aiutare l'azienda con sede a Cupertino (California) a conquistare iscritti sono stati i prodotti venduti come l'iPhone e l'Apple Watch, su cui è installato Apple Music. Quest'ultimo servizio ha 36 milioni di utenti, in rialzo dai 30 milioni dello scorso settembre. Spotify ne vanta in totale 70 milioni. Non è dato sapere quanti siano gli iscritti in Usa perché nessuno dei due gruppi fornisce il dato associato a un Paese.

Stando alle fonti del Wsj, Apple Music ha già superato Spotify in Usa già su un piano: vanta un numero tre-quattro volte più alto di persone che stanno usufruendo del suo servizio gratuitamente o a forte sconto come parte di una prova. Va detto che il periodo di prova di tre mesi scatta automaticamente per Apple Music; escludendo questa voce, Spotify è ancora in testa ma il vantaggio si sta riducendo.

A bilancio, Apple Music fa parte del segmento "Servizi", quello in cui rientrano App Store ed Apple Pay e che negli ultimi tre mesi del 2017 ha visto ricavi a quota 8,471 miliardi (+18% annuo). Nella call a commento dei conti, il Ceo Tim Cook disse che Apple Music aveva registrato una performance record. Con l'arrivo nei negozi di HomePod, lo speaker intelligente con cui Apple sfida Amazon e Google, le opportunità di crescita degli utenti di Apple Music aumentano. E questo anche per via del fatto che Apple ha voluto distinguersi dai rivali promuovendo una qualità del suono senza uguali.

Resta da vedere quale sarà l'esito della sfida tra Spotify, lanciato nel 2008, e Apple Music, introdotto nel giugno 2015. Il primo è arrivato ad avere oltre 30 milioni di canzoni e 140 milioni di utenti attivi al mondo (inclusi quelli che non pagano un abbonamento e dunque sono costretti a sentire inserzioni pubblicitarie); il secondo ha un catalogo di 45 milioni di canzoni, accessibile solo attraverso un piano di abbonamento. Spotify è presente in 61 Paesi contro i 115 di Apple Music.


Altri Servizi

Trump: pronto a dazi su tutto l'import cinese, pari a 505 miliardi

Il presidente Usa minaccia Pechino in un'intervista alla Cnbc

Il presidente Donald Trump ha dichiarato di essere pronto a imporre dazi su tutti i prodotti cinesi importati negli Stati Uniti, pari a 505,5 miliardi di dollari nel 2017. "Sono pronto ad arrivare a 500" ha detto, durante un'intervista in onda questa mattina sulla Cnbc, riferendosi appunto al valore di tutte le importazioni dalla Cina dello scorso anno, secondo i dati del Census Bureau; le esportazioni statunitensi in Cina, invece, sono state pari a 129,9 miliardi di dollari. Finora, i dazi statunitensi sono stati imposti solo su prodotti cinesi del valore di 34 miliardi, a cui la Cina ha risposto con dazi su prodotti statunitensi.

Trump: "Russiagate ridicolo, nessuna interferenza russa". Con Putin "è solo l'inizio"

Incontro tra i due presidenti a Helsinki: "Ci incontreremo spesso, in futuro. I nostri rapporti non erano mai stati peggiori, ma le cose ora sono cambiate"
AP

"Io e Putin ci incontreremo spesso, in futuro. Sono state ore molto costruttive". Lo ha detto il presidente statunitense, Donald Trump, durante la conferenza stampa congiunta con l'omologo russo, Vladimir Putin, organizzata dopo il loro bilaterale al palazzo presidenziale di Helsinki, in Finlandia. Secondo Trump, il summit odierno "è solo l'inizio".

Mnuchin: Usa pronti a togliere le sanzioni al gigante russo Rusal

Il secondo produttore al mondo di alluminio colpito per 'colpa' di Deripaska, il tycoon vicino a Putin coinvolto nelle indagini sulle interferenze russe nelle elezioni presidenziali statunitensi

Duck boat, una trappola mortale per turisti

La morte di 13 persone in un incidente nel 1999 portò alla pubblicazione di una serie di raccomandazioni per gli operatori sulla sicurezza. Ma poco è cambiato, fino all'incidente di giovedì notte, in cui sono morte 17 persone
Ap

Gli Usa dicono no al referendum nell'Ucraina orientale e stanziano 200 milioni in aiuti per la difesa di Kiev

Putin aveva chiesto a Trump il sostegno per l'organizzazione di un voto nelle regioni separatiste, ma Washington ha respinto l'ipotesi. Gli Stati Uniti, invece, continuano ad appoggiare il governo centrale

Tregua tra Nfl e giocatori sull'inno, sospeso l'obbligo di stare in piedi

A maggio, l'annuncio della nuova regola, una 'vittoria' per Trump; ora, la lega e l'associazione che rappresenta gli atleti cercano un accordo. Il presidente insorge: "Ancora si discute, non posso crederci!"
AP

Trump registrato dal suo ex avvocato sul pagamento a un'ex modella di Playboy

I due discussero della situazione prima delle elezioni; ora la registrazione è in mano agli investigatori
AP

Il capo dell'intelligence Usa bacchetta Trump sull'incontro con Putin

Coats: "Non doveva incontrarlo da solo, mi aspettavo dichiarazioni diverse"

Wall Street, pesano i nuovi dazi minacciati da Trump

Il presidente Usa è tornato poi ad attaccare l'Unione europea e a criticare la Fed
iStock

Usa 2016, Nyt: Trump sapeva delle ingerenze di Putin sin dall'inizio

Il presidente ha visto le prove due settimane prima del suo insediamento