Arrivati in Cina i top negoziatori Usa, Trump vuole vedere Xi "molto presto"

E' iniziato il conto alla rovescia per un nuovo round di negoziati commerciali tra Stati Uniti e Cina. Trattative preliminari sono iniziate ieri nella capitale cinese, dove oggi sono arrivati anche i due negoziatori chiave statunitensi: il rappresentante commerciale (e falco) Robert Lighthizer e il segretario al Tesoro (più colomba) Steven Mnuchin. Da Pechino, saranno loro il 14 e 15 febbraio a discutere direttamente con il vice premier cinese, Liu He, che il 30 e il 31 gennaio scorsi era stato a Washington per portare avanti il dibattito volto a trovare un accordo ed evitare una guerra a colpi di dazi.

Tecnicamente c'è tempo fino all'1 marzo, quando scadrà la tregua commerciale siglata l'1 dicembre scorso dal presidente americano, Donald Trump, e quello cinese, Xi Jinping, di cui Liu è il top consigliere economico. Stando a fonti del Wall Street Journal, i negoziatori di ambo le nazioni puntano a determinare il framework ideale per una intesa commerciale che sarà poi siglata da Trump e Xi in un possibile summit. La data di un tale incontro non è ancora stata determinata. Solo la settimana scorsa il leader Usa aveva escluso un faccia a faccia prima dell'1 marzo, anche perché i suoi consiglieri più falchi sono convinti che un incontro ridurrebbe la leva che Trump potrebbe esercitare su Xi. Ieri però, parlando ai microfoni di Fox News, la consigliera Kellyanne Conway ha detto che Trump "vuole incontrare Xi molto presto. Il presidente vuole un accordo".

In attesa di capire gli sviluppi legati a un possibile vertice a due, se un accordo non verrà raggiunto passata la mezzanotte dell'1 marzo saranno alzati al 25% dal 10% i dazi (adottati lo scorso settembre) su importazioni cinesi aventi un valore annuo di 200 miliardi di dollari. A quel punto la Cina potrebbe reagire alzando le tariffe doganali adottate in risposta a quelle Usa su importazioni americane per 60 miliardi di dollari.

"Siamo impazienti di affrontare vari giorni importanti di negoziati", ha detto Mnuchin alla stampa mentre arrivava nel suo hotel a Pechino. Gli Usa continueranno a chiedere alla Cina riforme strutturali per proteggere la proprietà intellettuale americana e per impedire il trasferimento forzato di tecnologia da aziende statunitensi a quelle cinesi. Perché è vero che Trump vuole un accordo, come ha spiegato Conway, ma esso deve essere "giusto per i lavoratori e gli interessi americani".

Altri Servizi

BlackRock diventerà socio di maggioranza nel proprietario di Sport Illustrated

Si tratta di Authentic Brands, che controlla anche i diritti legati a Marilyn Monroe e Muhammad Ali

Il più grane asset manager al mondo scommette sul private equity. BlackRock sta per prendere la quota di controllo di Authentic Brands, gruppo con sede a New York che ha le licenze di 50 marchi tra l'intrattenimento e il lifestyle che generano ogni anno 9,3 miliardi di dollari. 

Tsai (Alibaba) compra Brooklyn Nets e Barclays Arena per 3,5 mld $

Finisce l'era del russo Mikhail Prokhorov, artefice dello spostamento dal New Jersey a New York
Ap

I Brooklyn Nets hanno un nuovo proprietario. Il vicepresidente esecutivo di Alibaba Group, Joe Tsai, ha esercitato l'opzione di acquisto per le quote della società non ancora in suo possesso (il 51%), mettendo fine all'era di Mikhail Prokhorov, il magnate russo che aveva spostato la franchigia Nba - il massimo campionato professionistico di pallacanestro di Stati Uniti e Canada - dal New Jersey a New York.

Usa verso proroga di 3 mesi per permettere a Huawei di acquistare da fornitori Usa

La Casa Bianca ha subito le pressioni delle società tecnologiche Usa, preoccupate dalla possibilità di perdere diversi miliardi di dollari
AP

Afghanistan, Trump stringe i tempi per un accordo con i talebani

Il presidente, contrario alla presenza di soldati Usa nel Paese, vuole trovare una soluzione prima delle presidenziali del prossimo anno
AP

GE rimbalza: Ceo compra 2 mln $ di azioni dopo accusa di frode in stile Enron

Ieri il tonfo maggiore da 11 anni dopo la diffusione di un rapporto redatto da colui che aveva avvertito sullo schema Ponzi creato da Bernie Madoff

La Fda rilancia la lotta per mettere immagini choc sui pacchetti di sigarette

L'agenzia federale perse la battaglia legale contro le multinazionali nel 2012

Wall Street, focus sul commercio e sui segnali di recessione

Dati in programma: avvio di nuovi cantieri e fiducia dei consumatori
AP

Huawei ha aiutato i governi di Uganda e Zambia a spiare oppositori politici (Wsj)

Il colosso cinese, che domina i mercati africani, ha respinto ogni accusa
AP