Attacco hacker a Facebook, dall’Ue pronta multa da 1,63 miliardi di dollari

Le autorità che regolamentano la privacy potrebbero sanzionare il colosso americano
AP

Le autorità dell’Unione Europea che si occupano di regolamentare e tutelare la privacy stanno prendendo in considerazione la possibilità di imporre a Facebook una maxi multa da 1,63 miliardi di dollari dopo che il colosso di Menlo Park ha subito un attacco hacker nel quale sono stati violati i dati di almeno 50 milioni di utenti.

A riportare la notizia è il Wall Street Journal secondo cui l’Irish Data Protection Commissioner, (Dpc ndr) la commissione per la protezione dei dati irlandese nonché il principale ente di regolamentazione della privacy di Facebook in Europa, ha chiesto al social di Mark Zuckerberg ulteriori spiegazioni sull’accaduto e starebbe valutando se ci siano state o meno violazioni nel regolamento generale sulla protezione dei dati. Si tratta della nuova legge sulla privacy promulgata il 25 maggio scorso che vuole rafforzare e rendere più omogenea la protezione dei dati personali di cittadini dell'Unione europea e dei residenti nell'Unione europea, sia all'interno che all'esterno dei confini.

La Dpc, in una e-mail inviata al Wall Street Journal, si è detta "preoccupata per il fatto che questa violazione sia stata scoperta martedì e riguarda molti milioni di utenti, ma Facebook non è in grado di chiarire la natura della violazione e il rischio reale per gli utenti". Nessuna risposta è arrivata nel frattempo da Facebook un cui portavoce ha dichiarato che verrà fornita una spiegazione non appena si avranno informazioni certe a riguardo.

Come ricorda il giornale economico newyorchese, la falla che ha permesso la violazione si nasconde nella funzionalità "Visualizza come..." che permette all’utente di avere un’anteprima di come vede il suo profilo una persona con cui non ha ancora stretto amicizia. Le informazioni pubbliche insomma, accessibili a tutti. È stata proprio questa funzione ad essere sfruttata per rubare l’accesso agli account e quindi impadronirsi di tutto ciò che vi è contenuto, compresi gli stessi account.

Altri Servizi

Trump ottimista: un accordo tra Usa e Cina è possibile ma restano ostacoli

Toni incoraggianti anche da Xi, che il presidente Usa potrebbe vedere a marzo. Lighthizer cauto. Ross: presto per lo champagne. Mnuchin: raggiunto accordo su valute ma mancano dettagli

Democratici pronti a bloccare il muro di Trump

Alla Camera sarà votata una risoluzione contro l'emergenza nazionale al confine tra Usa e Messico invocata dal presidente americano
AP

Fed: tensioni commerciali e Brexit minacciano stabilità, outlook fiscale Italia "deteriorato"

Pubblicato il rapporto che anticipa la testimonianza semestrale al Congresso del governatore Powell

I fondi che Trump voleva usare per il muro non ci sono più

Più di un terzo è stato già speso; il Pentagono cerca alternative, ma servirà l'approvazione del Congresso
Ap

Wall Street fiduciosa sulla trattativa Usa-Cina

Oggi, il presidente Usa Donald Trump incontra il vicepremier cinese Liu He
AP

Trump apre alla Cina: Usa vincano competendo, non bloccando tecnologie avanzate

Mentre proseguono i negoziati commerciali, il presidente Usa sembra sminuire le preoccupazioni degli esperti americani sui rischi associati all'uso di attrezzature Huawei
AP

Usa-Cina: i negoziati commerciali di alto livello entrano nel vivo

Bloomberg: Pechino si impegna a comprare 30 miliardi di dollari addizionali di materie prime agricole americane. Reuters: al lavoro su sei memorandum

Gli Usa allenteranno le regole per vendere droni armati ai Paesi arabi

Washington al momento non li vende a causa di una ferrea politica sulle esportazioni di tecnologia militare. Ma ora vuole contrastare la Cina

Wall Street, segnali positivi dai negoziati Usa-Cina

Le due potenze mondiali cominciano a delineare l'accordo per porre fine alla guerra commerciale
iStock