L'australopiteco Lucy e la nuova ipotesi sulla sua morte: è caduta da un albero

E' quanto sostenuto da un team di scienziati statunitensi ma Donald Johanson, il paleontolgo che nel 1974 scoprì i reperti, non è d'accordo
a24

La nonna della specie umana, altrimenti nota come Lucy - uno scheletro di un australopiteco risalente a 3,2 milioni di anni fa - potrebbe essere morta per una caduta da un albero. Lo sostiene un team di ricercatori statunitensi che ha divulgato la notizia sulla rivista Nature. “La somiglianza con le fratture conseguenti a caduta riscontrate negli uomini ci fa supporre che sia questa la causa della morte di Lucy” ha riferito John Kappelman, l’antropologo che ha condotto lo studio presso l'Università del Texas, ad Austin. Dai calcoli degli scienziati, Lucy, che pesava meno di 30 chilogrammi, potrebbe aver subito lesioni simili cadendo da circa 15 metri di altezza.

La pubblicazione di questa teoria sulla rivista Nature ha immediatamente generato un dibattito all'interno della comunità scientifica. Il Guardian ha chiamato in causa altri esperti che hanno nettamente confutato la tesi. Tra questi Donald Johanson lo studioso che nel 1974 ha scoperto lo scheletro in Etiopia.

“La rottura delle ossa potrebbe spiegarsi in molti modi” ha detto il papà di Lucy, paleontologo presso l’università dell’Arizona - "l’idea che sia caduta da un albero è una storia indimostrabile". Ma Kappelman ha replicato affermando di non essere riuscito a trovare “una spiegazione convincente alla possibilità che le ferite siano state generate post mortem” magari per un calpestamento. Questo è infatti uno dei punti maggiormente contestati.

Tim White, paleontologo dell’università di Berkeley in California sulle colonne del Guardian ha spiegato che “le ferite create da forze geologiche naturali sono molto comuni nei fossili. Ogni singola parte dello scheletro di Lucy ha crepe. Gli autori di questa teoria dovrebbero essere in grado di indicare quali siano le ferite causate dalla caduta di un albero”.

Ma a questo interrogativo Kappelman ha candidamente risposto “Nessuno di noi era l". Certamente non abbiamo visto Lucy morire”.

La scoperta di Lucy risale al 1974. Johanson e il suo allievo, Tom Gray, stavano conducendo alcune ricerche presso il villaggio di Hadar nel nord dell'Etiopia ed è lì che hanno rinvenuto per caso un frammento di osso che li ha portati poi a scoprire gli altri resti, riuscendo a ricostruire il 40% dello scheletro.

La notte della scoperta la squadra di ricercatori ha festeggiato con una cena, bevendo diverse casse di birra e ascoltando l'album dei Beatles 'Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band"' in cui è contenuta la canzone 'Lucy in the Sky with Diamonds'. Qualcuno del team ha poi pensato di chiamare il fossile Lucy, in onore del pezzo scritto da John Lennon.

Altri Servizi

Wall Street, attesa per le minute della Fed

La pubblicazione è prevista, come sempre, alle 14 (le 20 in Italia)
iStock

Accesso a informazioni top secret, scontro tra Kelly e Kushner

Il nuovo provvedimento del capo di gabinetto, voluto dopo il caso Porter, esclude il genero di Trump

Il capo di gabinetto della Casa Bianca, John Kelly, non sembra godere più della totale fiducia e considerazione di Donald Trump e la situazione sembra destinata solo a peggiorare, visto che ora il generale in pensione si sta scontrando con il genero del presidente statunitense, Jared Kushner, su chi possa accedere alle informazioni top secret.

Armi, Trump si schiera contro i bump stock e pensa ad alzare l'età minima per acquistare fucili

Il dispositivo che trasforma armi semiautomatiche in automatiche è da tempo al centro del dibattito ed è stato usato per la strage di Las Vegas. L'arma usata da Cruz, 19 anni, in Florida potrebbe essere vietata agli under 21

Dopo l'ultima strage in Florida, il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha detto ai suoi consiglieri di non credere che un ragazzo che va a scuola debba poter acquistare armi e sarebbe pronto a considerare l'idea di imporre un'età minima di 21 anni per acquistare un fucile come quello usato in una high school di Parkland, dove sono morte 17 persone.

Trump appoggia Romney, candidato al Senato

Vecchie ruggini tra loro, ma il voto di Mitt sarebbe fondamentale in Aula. L'ex governatore ha ringraziato il presidente

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha manifestato su Twitter il proprio appoggio a Mitt Romney, candidato a prendere il seggio in Senato che sarà lasciato da Orrin Hatch, che rappresenta lo Utah in Aula dal 1977. Secondo il presidente, che aveva cercato di convincere Hatch, suo grande sostenitore, a ricandidarsi, Romney "sarà un grande senatore e un degno successore di Hatch. Ha il mio pieno sostegno e appoggio!".

La Silicon Valley sfida Feinstein, senatrice da record

Molti big dell'industria tech sostengono il suo sfidante, Kevin de Leòn

Lei è la senatrice più votata nella storia degli Stati Uniti, loro sono tra i leader più importanti della Silicon Valley, il motore tech della California. Alle prossime primarie democratiche in vista delle elezioni di metà mandato, si troveranno l'una contro gli altri.

Netflix continua la caccia ai talenti, reclutato produttore di "Glee"

Siglato accordo "quinquennale" con il vincitore di Emmy e Golden Globe per produrre nuove serie e film a cominciare dal prossimo primo luglio.

Netflix continua a reclutare talenti per rafforzarsi nella sfida sempre più competitiva sui video. Dopo avere portato sotto il suo tetto Shonda Rhimes (creatrice di "Grey's Anatomy" e "Scandal"), Jenji Kohan (sceneggiatrice di "Orange is the New Black") e Shawn Levy (produttore di "Stranger Things"), questa volta il colpo grosso riguarda Ryan Murphy. E' il produttore di varie serie di successo come "Glee" e "American Horror Story". Il sito di video in streaming ha detto di avere siglato con il vincitore di Emmy e Golden Globe "un accordo quinquennale" per produrre nuove serie e film per Netflix a cominciare dal prossimo primo luglio. Il gruppo non ha comunicato i termini finanziari dell'intesa ma secondo la stampa il conto è pari a 300 milioni di dollari. Murphy - il cui contratto con Fox è in scadenza - sta già lavorando per Netflix su due serie originali "Ratched" e "The Politician". Stando a quanto spiegato dall'azienda, Murphy sta supervisionando la produzione delle serie "American Crime Story", "American Horror Story", "Feud", "9-1-1" e "Pose".

Immigrazione, scontro tra California e amministrazione Trump

Le autorità locali non collaborano nella lotta contro gli irregolari, Washington lancia un'operazione nell'area di Los Angeles: 212 immigrati arrestati
Immigration and Customs Enforcement

Mentre in Senato stanno fallendo tutti i tentativi di arrivare a un accordo che tuteli i Dreamers, gli immigrati senza documenti arrivati da bambini e protetti dal Daca, il programma voluto da Barack Obama e cancellato da Donald Trump, i federali portano avanti le loro operazioni contro l'immigrazione irregolare in California, dove è ormai evidente lo scontro tra Washington e le autorità locali.

Amazon punta sui prestiti, sigla alleanza con Bank of America

Secondo fonti di Cnbc, il colosso americano del commercio elettronico avrebbe stretto una partnership con Bank of America Merrill Lynch per ampliare il suo programma.

Dopo i supermercati, le farmacie e gli ospedali, Amazon punta anche sulla concessione di prestiti. Secondo fonti della Cnbc, il colosso americano del commercio elettronico avrebbe stretto una partnership con Bank of America Merrill Lynch per ampliare il suo programma di prestiti.

Strage in Florida, Trump attacca l'Fbi su Twitter

Il presidente americano accusa il Bureau investigativo: "Troppo tempo perso a dimostrare la collusione russa con la campagna Trump". Poi risponde anche al generale McMaster

Il presidente americano Donald Trump ha attaccato l’Fbi definendo "molto triste" il fatto che abbia ignorato gli avvertimenti che avrebbero poi portato alla strage di studenti nel liceo della Florida, dove hanno perso la vita 17 persone. Il tycoon ha usato, come è ormai prassi, il suo account Twitter per scagliarsi contro il bureau investigativo: "Sta trascorrendo troppo tempo nel tentativo di dimostrare la collusione russa con la campagna di Trump. Non c'è nessuna collusione. Ricominci daccapo e ci renda tutti orgogliosi".

Uber fa concessioni per riottenere la licenza a Londra

La City rappresenta il mercato europeo più grande per il gruppo
BigStock

Uber fa promesse al fine di riottenere la licenza per operare a Londra, il suo più grande mercato europeo.