I nuovi pionieri: imprenditori alla conquista dell'America

Dieci storie di successo di aziende italiane che hanno investito negli Stati Uniti
Cercatori d'oro sul fiume Yukon a Fishwheel, in Alaska nel 1949. AP

Tra gennaio 2003 e gennaio 2015, sono stati 314 i progetti di investimento annunciati da imprese italiane negli Stati Uniti, secondo i dati elaborati dallo U.S. Bureau of Economic Analysis e da iDimarkets.com e forniti da SelectUsa.

I produttori di macchine industriali sono tra i maggiori investitori, con oltre il 17% di tutti i progetti di investimenti diretti esteri (IDE) negli Usa in arrivo dall’Italia.

Nel 2012, le societa’ italiane attraverso le loro filiali statunitensi hanno dato lavoro a 130.900 americani, con un salario medio di 78.700 dollari, e investito un totale di 2,25 miliardi di dollari in ricerca e sviluppo nel Paese. In termini di export, le controllate americane di gruppi italiani hanno contribuito per 24,6 miliardi alle esportazioni Usa.

Di seguito riportiamo alcuni casi recenti di investimenti italiani di successo negli Stati Uniti.

In Michigan crescita senza freni

Leader mondiale nella produzione di impianti frenanti per auto e moto ad alte prestazioni, Brembo Spa (Bergamo, Italia) nel 2014 ha annunciato di voler espandere il suo stabilimento a Homer, in Michigan e aprirne uno nuovo nella stessa area per fare del Nord America il suo principale mercato mondiale.

Il progetto di espansione, un investimento stimato in oltre 115 milioni di dollari, dovrebbe essere completato entro la fine del 2015, mentre la costruzione di un secondo stabilimento, iniziata quest’anno, dovrebbe essere completata nel 2017. E' prevista la creazione di 435 nuovi posti di lavoro.

Fondato oltre 50 anni fa, il gruppo opera in tre continenti, con siti produttivi in 16 nazioni. Negli Usa e’ presente anche nel New Jersey. Il gruppo ha chiuso il 2014 con ricavi in crescita del 15.1% a 1,803 miliardi di euro, e utile netto di 129, 1 milioni di euro, in rialzo del 45%.

A Los Angeles una rete per i talenti

La Digital Magics Inc (Milano) è una società di investimento fondata nel 2004 da Gabriele Gresta and Enrico Gasperini, tra i primi imprenditori internet in Italia, affiancati da Alberto Fioravanti e Gabriele Ronchini, che dal 2008 opera come incubatore di startup innovative digitali.

Nel 2013 si e’ quotata all’AIM Italia, il mercato alternativo per le piccole e medie imprese gestito da Borsa Italiana. Da allora, ha investito 16,53 milioni di euro. Ha aperto la propria sede internazionale a Los Angeles, dove ha stretto di recente una partnership con l’associazione di venture capitalist di Los Angeles (LAVA) e l’Italian Trade Agency (Agenzia ICE) per favorire investimenti in startup innovative italiane da parte di investitori istituzionali americani. L’accordo prevede l’organizzazione di una serie di incontri, a Los Angeles, per promuovere l’innovazione italiana nel mercato Usa.

Il rombo dei motori in Indiana

Fondata nel 1919 e di proprieta’ della famiglia Bonometti, la OMR Automotive (Brescia) è specializzata nella produzione di chassis, sospensioni, supporti motore e altri dispositivi per l’industria automobilistica. Ora ha annunciato la realizzazione del suo quartier generale americano a Speedway, in Indiana, con un ivestimento di 10 milioni di dollari e la creazione di 60 posti di lavoro. I lavori cominceranno ad aprile e dovrebbero terminare entro la fine del 2015. E’ uno dei principali fornitori di Fiat Chrysler, General Motors, Volkswagen, Toyota e Ford, e prevede di assumere ingegneri e addetti all’amministrazione, produzione, controllo qualita’ e meccanica. OMR ha detto di aver scelto Speedway, la quinta sede fuori dagli Usa, per la vicinanza ad altri fornitori nel settore. La Indiana Economic Development Corporation (IEDC) fornira’ un milione di dollari alla Speedway Redevelopment Commission per assistenza nelle infrastrutture.

Fedeltà da record in Kentucky

Nata nel 1959 da Clementino Bonfiglioli, orfano di genitori e con una esperienza di disegnatore e collaudatore, la Bonfiglioli Riduttori S.p.A (Bologna) produce e distribuisce sistemi per la meccatronica, la trasmissione di potenza, il fotovoltaico, l’energia eolica e l’elettromobilita’ con sedi in 17 paesi e stabilimenti in India, Cina e Vietnam. La societa’ e’ presente negli Usa dal 1999, quando aprì la prima attività a Lafayette, Indiana. La filiale Bonfiglioli Usa oggi e’ a Hebron, nel Kentucky. Nel 2014 ha annunciato l’aggiunta di nuove linee di produzione per produrre 24.000 unita’ in piu’ nel primo anno e soddisfare la domanda locale, riducendo la supply chain e abbreviando i tempi di consegna. Nel 2013 il gruppo ha riportato un fatturato di 613,8 milioni di euro, dei quali 127,7 milioni in America. Nel dicembre 2014 ha celebrato i 20 anni di lavoro di un dipendente della sede nordamericana, un record in un mercato come quello americano dove il turnover degli addetti e’ molto elevato rispetto all’Italia.

Nel cuore profondo del Tennessee

Uno dei maggiori “compoundatori” indipendenti a livello mondiale con una specializzazione nel settore automobilistico ed elettrodomestico, il Gruppo SO.F.TER (Forl") ha in programma l’espansione dell’attuale impianto a Lebanon nel Tennessee per la produzione di tecnopolimeri. La controllata SO.F.TER. USA sorge su un’area di 85.000 metri quadrati e la prima fase del progetto ha portato al completamento di uno stabilimento di 9.300 mq con una capacità produttiva di 23.000 tonnellate all'anno, grazie a un investimento di 16 milioni di euro.

Il progetto finale prevede il graduale ampliamento delle strutture, fino a raggiungere una capacità totale di 90.000 tonnellate annue e l’impiego di 200 dipendenti. Gruppo SO.F.TER si avvale anche della sinergia con altri due stabilimenti, in Messico e Brasile. Tra i suoi prodotti più innovativi vi è il “total dashboard”, un cruscotto con plancia e pannelli soft-touch.

La plastica da Columbus, Ohio

Azienda produttrice di automazione per la trasformazione delle materie plastiche, Moretto S.p.A. (Massanzago, PD) ha aperto la prima struttura operativa negli USA a Columbus, Ohio. La sede di 1500 mq inizialmente impiegherà quattro persone e gestirà vendite, servizi e parti di ricambio per i mercati di Stati Uniti e Canada, secondo quanto riportato da Plastic News lo scorso dicembre. La decisione di avere una presenza diretta negli Stati Uniti nasce dalla necessita’ di essere piu’ vicini ai clienti. La scelta dell'Ohio consente di essere in contatto con gruppi automotive a Detroit, nel Midwest e nel Sud. Il gruppo ha filiali anche in Germania, Polonia, Brasile e Turchia.

Il sogno dei nove meccanici in Iowa

Fondata nel 1919 da un gruppo di nove meccanici e fabbri di Imola, la Sacmi Imola (Imola) e’ leader mondiale nella produzione di macchinari per ceramiche e materiali plastici destinati a beverage, packaging e alimenti. Con un fatturato nel 2013 di oltre 1,2 miliardi di euro, di cui quasi il 90% realizzato all’estero, Sacmi è operativa negli Usa dal 1994 con Sacmi USA. Lo stabilimento in Des Moines, Iowa, è stato ingrandito nel 2003 a oltre 80.000 mq. La sede ospita tutte le attività di Sacmi USA e anche delle filiali Molds & Dies LLC e Hayes Machinery Company. Nel 2013 il gruppo ha investito in totale 47 milioni di euro rispetto ai 40 milioni dell’anno precedente.

In gara per l’innovazione a Indianapolis

Da 40 anni produttore di vetture da competizione e da strada, Dallara Automobili (Varano de’ Melegari, PR) nel 2010 ha lanciato le sue operazioni americane con un investimento di 15 milioni di dollari. La Dallara Indycar Factory a Indianapolis (Indiana) e’ un centro di ricerca e sviluppo a supporto del programma Indycar e di altri partner nel settore automotive e aerospazio. E’ anche aperta ai visitatori che possono informarsi sulla galleria del vento, la dinamica del veicolo, mentre seguono il processo di una Indycar dal concept alla costruzione finale. Nel 2014 il gruppo ha completato l’espansione del programma di simulazione di guida professionale, per un investimento di altri 5 milioni di dollari, realizzato in partnership con due università dello stato attraverso la IUPUI (Indiana University-Purdue University Indianapolis).

I cowboys di Dayton

L'attività americana del Gruppo Armi Chiappa, di Brescia, fondato nel 1958 da Ezechiele Chiappa e uno dei pionieri delle repliche delle armi antiche, ha radici quasi altrettanto antiche. Il gruppo gia’ dal 1962 produceva pistole destinate al mercato americano per clienti come Intercontinental Arms e Levi Arms. Negli anni 80 il figlio del fondatore, Rino, introduce metodi di produzione moderni accanto all’antica arte della produzione di armi. Oggi la societa’ include le divisioni Armi Sport (repliche), Kimar (armi a salve) e ACP (sistemi di addestramento laser). La filiale americana, Chiappa Firearms Ltd, (Dayton, Ohio), e’ stata creata per fornire un supporto tecnico e commerciale al mercato locale, il piu’ grande del gruppo. A tutt’oggi di esclusiva proprieta’ della famiglia, tutta appassionata di gare di tiro, la societa’ si e’ trasferita in una sede piu’ grande in Ohio per includere la produzione specifica per il mercato Usa.

California streaming

E' una Web app fondata in Italia dall’imprenditore Gabriele Gresta che ora punta sull'espansione negli Stati Uniti. La app di Yottio LLC, nata nel 2013 grazie a capitale privato e con una sede a Seattle, Washington, permette agli spettatori di interagire con emittenti televisive in diretta streaming. Ha uffici professionali e creativi a Los Angeles, California e di engineering e sviluppo a Seattle. Dopo sei mesi negli Usa, ha firmato un accordo con il canale via cavo Revolt Tv (una joint venture tra Puff Daddy's e Comcast). Lo scorso anno i ricavi sono cresciuti del 41% rispetto al 2013. Ha di recente sottoscritto un'intesa anche con la NBC e Weather Channel ed è stata selezionata quale startup innovativa per NAB 2015.

Altri recenti investimenti annunciati da imprese italiane negli Stati Uniti

Acciaierie Valbruna

Fondata nel 1925, è leader nel campo degli acciai inossidabili, con oltre 1500 dipendenti.

La controllata americana Valbruna Slater Stainless ha annunciato di voler espandere lo stabilimento a Fort Wayne, Indiana, con 30,50 milioni di dollari investimenti. Si prevede la creazione di 45 nuovi posti di lavoro entro il 2017.

Mossi Ghisolfi Group - M&G Chemicals (Tortona, AL)

Tra i leader nel settore delle materie plastiche e dei prodotti chimici rinnovabili, opera negli Usa attraverso il gruppo M&G Chemicals, che ha deciso di investire 1 miliardo di dollari per aprire a Corpus Christi, in Texas, il più grande impianto al mondo di PTA/PET. L’inizio della produzione è previsto nel 2016 e la struttura sarà la più grande singola linea integrata al mondo. Nel 2013 il gruppo ha riportato un fatturato di oltre 2 miliardi di euro.

Sirmax Spa (Cittadella, PD)

Produttore di compound di polipropilene e tecnopolimeri e granuli plastici utilizzati anche nella componentistica di auto e elettrodomestici, ha annunciato che costruirà un impianto di produzione ad Anderson, nell’Indiana. Il nuovo stabilimento di 13.000 mq impiegherà 50 dipendenti entro il 2020 per un investimento di 25,6 milioni di dollari, di cui 5 milioni a fondo perduto messi in campo dallo Stato dell’Indiana e dalla città di Anderson (Corriere di Verona- 16 gen. 2015).

Ansaldo Breda (Napoli)

Ex società del gruppo Finmeccanica, recentemente venduta al gruppo giapponese Hitachi, è specializzata nella produzione di treni e altri mezzi di trasporto ferroviari avanzati. In Nord America è presente con AnsaldoBreda Inc., società con sede a San Francisco, in California, specializzata nella produzione di metropolitane leggere e pesanti. Ha stabilimenti a Pittsburg e a Buffalo, con un altro annunciato a Miami, dove dovrebbe iniziare le prime consegne quest’anno dopo aver vinto nel 2012 una gara per realizzare la metropolitana locale con un investimento stimato in 313 milioni di dollari.

Gruppo Coram (Cologne, BS)

Uno dei maggiori produttori di componenti per veicoli industriali e macchine agricole, il gruppo ha investito 1,1 milioni di dollari nel 2013 per espandere il suo centro operativo a Fort Wayne, Indiana, dove si prevede la creazione di fino a 35 nuovi posti di lavoro entro il 2016. La filiale Usa si occupa di distribuzione di prodotti per il mercato nordamericano e l’assemblaggio di piantoni sterzo.

Euro Group Spa (Baranzate, MI)

Holding industriale di aziende fornitrici di stampi, attrezzature, componenti tranciati, rotori pressofusi ed assemblaggio di pezzi finiti ha acquistato l’impianto di laminazione della Tecumseh Products, Paris, Tennessee. La nuova società in Tennessee si chiamerà Euro Tranciatura USA, o ETU e sarà la base operativa negli USA del gruppo. Il gruppo ha l’opzione di acquistare anche le altre divisioni (winding e assemblaggio) di Tecumseh entro i prossimi due anni. Gli attuali 68 impiegati della divisione laminati rimarranno in ETU. Nei prossimi cinque anni Euro Group prevede ulteriori investimenti di 8 milioni di dollari nelle operazioni di Paris e un aumento del personale fino a 180 unità.

GTECH S.p.A., (Roma)

Società italiana leader mondiale nel settore del gioco regolamentato, ha sottoscritto un accordo da 4,7 miliardi di dollari in contanti e azioni per l’acquisizione di International Game Technology, Inc., leader globale nel settore dei casinò e del social gaming, con sede a Las Vegas. Le due società confluiranno in una holding di nuova costituzione di diritto inglese

INglass-HRSFlow (Treviso)

Produttore di stampi e sistemi per l’industria della plastica, costruirà il suo primo impianto produttivo in Nord America, presso il Byron Center, nella città di Grand Rapids, West Michigan. INglass investirà 17,6 milioni di dollari nel nuovo impianto di 4500 mq che nei prossimi quattro anni creerà 109 nuovi posti lavoro.

Magneti Marelli

Ha inaugurato negli USA un nuovo stabilimento per la produzione di sistemi di scarico per automobile. Il nuovo stabilimento, presso Independence Township, Clarkston, nell’area di Auburn Hills, Michigan, rafforza la presenza di Magneti Marelli in Nord America. Lo stabilimento di oltre 9.000 mq, che impiega 75 addetti, è la prima unità produttiva di Magneti Marelli nello Stato del Michigan, dove si trovano già gli headquarters di Magneti Marelli USA (Auburn Hills). Lo stabilimento produce la parte “calda” dei collettori di scarico integrata con convertitori catalitici e punta a raggiungere una capacità produttiva di circa 300.000 pezzi all’anno. 

Gruppo Meter Bearings (Robassomero, TO)

Produttore di cuscinetti a rulli e a sfere è attiva negli USA dal 1999, a Marysville, Michigan, dove ha un centro di distribuzione e logistica. E’ prevista l’apertura di un impianto produttivo a Walterboro, Sud Carolina. Il nuovo impianto da 4800 mq, per un investimento di 4,5 milioni di dollari, sarà vicino al Porto di Charleston e operativo nel settembre 2015. Si prevede creerà 50 posti lavoro nei prossimi cinque anni. Il gruppo ha usufruito di una sovvenzione di 200.000 dollari dalla locale Agenzia di Sviluppo Economico per miglioramenti infrastrutturali alla proprietà dove sorgerà la nuova fabbrica. 

Landi Renzo USA Corporation

Leader mondiale nel settore dei componenti e dei sistemi di alimentazione a GPL e metano per autoveicoli, la società di Reggio Emilia ha una controllata americana a Torrance, California, dal 2010, anno in cui compra la società californiana Baytech. Landi Renzo ha controllate anche in Europa, Asia e Sud America. Focalizzata nella produzione di sistemi per gas naturale per veicoli, ha lavorato per Chrysler, Ford e GM.

Pietro Fiorentini S.p.A. (Vicenza)

Gruppo leader nella realizzazione di prodotti e servizi avanzati per la distribuzione e l’utilizzo del gas naturale, ha firmato un accordo per l’acquisto di un terreno di 7 ettari presso ilWeirton's Three Springs Business Park, in West Virginia, dove investirà 9 milioni di dollari per la costruzione d un impianto di 6500 mq che a regime impiegherà 40 persone. Attualmente l’azienda produce in un impianto più piccolo a Wheeling, West Virginia.

Pastificio Rana Spa, (San Giovanni Lupatoto – VR)

Negli Stati Uniti, il pastificio veronese ha un ristorante-bottega a New York e uno stabilimento produttivo in Illinois, aperto nel 2011 con un investimento privato di circa 15 milioni di dollari. Lo stato dell’Illinois ha contruibito con un pacchetto di investimenti di circa 1,1 milioni di dollari, inclusi incentivi fiscali per la creazione di posti di lavoro. Nel 2014, il gruppo ha firmato un accordo di distribuzione con Walmart.

Reflex & Allen Group (Modena)

Fondato nel 1988, produce sistemi pneumatici, elettrici e fluidi per l’industria automobilistica. Dal 2012 con uno stabilimento a Indianapolis, Indiana, ha ampliato dal 2013 la struttura creando circa 100 nuovi posti di lavoro. L’ampliamento ha permesso al gruppo di raggiungere una piena operativita nel mercato americano, producendo sistemi “made in Usa” per clienti americani.

Tecnotiles Inc (Lebanon, Tennessee)

Joint venture tra le italiane Tecno Ceramica e Uptiles per la fornitura di servizi per la rifinitura di piastrelle, ha annunciato un investimento iniziale di 3 milioni di dollari per stabilire la nuova base operativa USA presso il South Perimeter Industrial Park, di Lebanon nel Tennessee. L’investimento creerà inizialmente 20 nuovi posti lavoro e a regime, nei prossimi tre anni, ne saranno aggiunti altri 40.

Umbra Cuscinetti SpA (Foligno, Perugia)

Leader mondiale nella produzione di viti a ricircolo di sfere nel settore aeronautico, nel 1999 la società acquista la società americana Northwest Gears, in Everett, nello stato di Washington, che più tardi prende il nome di Umbra Cuscinetti Inc. Nel 2012, la società ha allargato lo stabilimento, raddoppiando la forza lavoro a 200 dipendenti.

Altri Servizi