Barilla: lanciata a NY l'edizione in inglese di "Eating Planet"

Guido Barilla: meglio si mangia, migliore l'impatto sul pianeta. Ecco come con una dieta equilibrata, si può ridurre l’impatto ambientale delle nostre scelte alimentari, prevenire le patologie e vivere meglio
America24

Barilla ha portato anche a New York un messaggio: stiamo letteralmente divorando il pianeta in cui viviamo. Lo ha fatto ieri nella serata americana presentando in anteprima mondiale la versione in lingua inglese della seconda edizione di “Eating Planet. Cibo e sostenibilità: costruire il nostro futuro”. A cura della Fondazione Barilla Center for Food & Nutrition (Bcfn), il libro è stato presentato nel terzo ristorante Barilla aperto di recente nel cuore di Manhattan, a Herald Square.

In un Paese come gli Stati Uniti dove oltre un terzo degli adulti è obeso, il volume è stato distribuito a un pubblico americano composto da giornalisti, food writer, esperti di alimentazione e di agricoltura sostenibile perché - come ha detto Guido Barilla, presidente della Fondazione Bcfn - "il pubblico informato è essenziale, è parte della soluzione" ai tre paradossi che caratterizzato il sistema alimentare e che sono raccontanti nel volume: spreco, coesistenza di malnutrizione e obesità e l'abuso di risorse naturali. "La consapevolezza è estremamente importante. Se aumentiamo la consapevolezza, le persone iniziano a parlare della questione. Più comprendiamo il problema, più si cercano soluzioni", ha continuato Barilla.

In un mondo in cui, secondo la Fao, l'obesità costa 2.000 miliardi di dollari ogni anno a cui si aggiungono 2.600 miliardi di dollari di sprechi alimentari, il gruppo Barilla sente una "grande responsabilità" nel contribuire a risolvere i problemi legati al sistema alimentare perché "sempre più in futuro il cibo sarà parte integrante della questione della sostenibilità". Per questo l'azienda regina del settore della pasta ha per esempio calato il contenuto di zuccheri e grassi nei suoi prodotti e ha ridotto il consumo di acqua dell'80%.

"A seconda delle scelte alimentari che facciamo, dipende il futuro del pianeta", ha proseguito Guido Barilla. Dall'impianto produttivo alla tavola. Per questo anche in Usa, il gruppo di Parma ha proposto il modello della doppia piramide alimentare, che mette in relazione gli aspetti nutrizionali degli alimenti e gli impatti ambientali da essi generati nelle fasi di produzione e consumo.

Al libro ha contribuito anche Danielle Nierenberg, presidente di Food Tank, una organizzazione non profit creata per trovare modi economicamente e socialmente sostenibili, anche dal punto di vista ambientale, per alleviare la fame, l'obesità e la povertà creando reti di persone e organizzazioni oltre a contenuti per stimolare il cambiamento nel sistema alimentare. Presente all'evento di ieri sera, Nierenberg ha descritto "gli ingredienti" necessari per raggiungere un'agricoltura sostenibile: la tutela del suolo, la prevenzione degli sprechi alimentari ("immorali ma anche inquinanti") e gli investimenti nelle donne così vitali per il futuro del cibo perché "spesso sono ignorate ma rappresentano almeno 43% del sistema agricolo mondiale eppure non hanno accesso alle stesse risorse degli uomini". "La buona notizia è che prevenire lo spreco di cibo è facile e costa poco", ha spiegato Nierenberg sottolineando l'importanza di "buona parte del lavoro di Barilla: la convivialità, la condivisione del cibo, l'imparare nuovamente competenze culinarie".

Nel dibattito si è inserito anche il guro americano della nutrizione David Katz, attualmente presidente dell'American College of Lifestyle Medicine. In America, la patria degli snack, "si parla di ridurre i grassi? Abbiamo inventato cibo spazzatura. Si parla di tagliare carboidrati? Abbiamo inventato altro junk food. Abbiamo inventato anche cibo spazzatura senza glutine. Francamente a un certo punto avremo eliminato ogni modo di mangiare in modo migliore", ha dichiarato il direttore fondatore del centro di ricerca della prevenzione di Yale. Katz è contro il "radicalismo alimentare". L'esperto ha scherzato: "Sono preoccupato che ci siano gang nelle strade tra vegani e amanti della paleo-dieta". E consiglia: "Mangiate quello che volete. Se gli alimenti sono buoni, i nutrienti lo sono pure". Perché quel che conta sono due cose: "years in life, life in years, longevità e vita equilibrata".

Katz promuove la Dieta Mediterranea che, secondo "Eating Planet", crea benefici per la salute dell’uomo e dell’ambiente perché con una dieta equilibrata e con uno stile di vita sano e sostenibile si può ridurre l’impatto ambientale delle nostre scelte alimentari quotidiane e si può prevenire l’insorgenza di patologie croniche e cardiovascolari.

"L'alimentazione è una questione molto seria", ha concluso Guido Barilla. "Siamo in contatto con il cibo varie volte nel corso della giornata ma l'alimentazione ha a che fare anche con ogni decisione che prendiamo".

America24
Altri Servizi

Cohen, ecco perché il silenzio comprato è una donazione illegale a Trump

L' ex avvocato del presidente ha violato una legge federale sui finanziamenti elettorali. E lo ha fatto per proteggere la candidatura del suo capo
AP

Michael Cohen, ex avvocato, amico e faccendiere del presidente statunitense, Donald Trump, è stato condannato a tre anni di carcere per una serie di reati, alcuni dei quali legati al suo lavoro per Trump, tra cui quello di aver violato la legge sui finanziamenti elettorali. Violazione compiuta comprando il silenzio di due donne che sostengono di aver avuto rapporti sessuali con il presidente.

Google: il Ceo si prepara al debutto (in ritardo) al Congresso Usa

Il gruppo anticipa ad aprile la chiusura del social network Google+. Trovato un bug che mette a rischio informazioni di 52 milioni di utenti

Il Ceo di Google, Sundar Pichai, domani farà il suo debutto al Congresso Usa. E lo farà in ritardo visto che a settembre aveva sollevato le ire dei legislatori americani per non essersi presentato a testimoniare insieme alla direttrice operativa di Facebook e il Ceo di Twitter.

Wall Street, ottimismo sui negoziati Usa-Cina

Dati: oggi in programma l'indice dei prezzi al consumo e le scorte di petrolio
iStock

Wall Street, ottimismo sul dialogo Usa-Cina

Oggi, atteso il dato sui sussidi di disoccupazione
iStock

Facebook non è più il posto migliore dove lavorare negli Stati Uniti

Per la quarta volta in 11 anni, Bain & Co torna a svettare in classifica. Il social network slitta dal primo al settimo posto

Facebook non è messo sotto pressione soltanto dagli investitori, che da inizio anno si sono liberati del titolo del gruppo (in calo del 22%). Il gruppo alle prese con scandali vari legati alla privacy e con intrusioni hacker è messo alla prova anche dai suoi dipendenti. Lo dimostra la classifica annuale di Glassdoor sulle migliori aziende dove lavorare.

Slitta la decisione sul rilascio su cauzione della Cfo di Huawei

L'udienza riprende oggi alle 19 italiane
Ap

Due giorni non sono bastati per decidere il destino immediato di Meng Wanzhou. Il giudice canadese chiamato a decidere se rilasciare su cauzione la direttrice finanziaria di Huawei, arrestata l'1 dicembre scorso su richiesta degli Stati Uniti mentre cambiava aerei a Vancouver, ha rimandato a oggi una decisione. Anche venerdì scorso non era riuscito a giungere a una conclusione.

Automobili Lamborghini e The Wolfsonian–Florida International University, museo di Miami (Florida), hanno unito le forze per celebrare la cultura italiana. Il gruppo di Sant'Agata Bolognese è stato protagonista di un evento dedicato al design e all'eccellenza italiana.

Lamborghini: nel 2019 raddoppierà le vendite in Usa grazie al super Suv Urus

Il 2018 sarà l'ottavo anno da record. Il Ceo Domenicali: nuove possibilità per il marchio e i clienti. Il responsabile delle Americhe: il 70% dei clienti è nuovo per il gruppo
Lamborghini

Palm Springs - Effetto Urus su Automobili Lamborghini. Il gruppo di Sant'Agata Bolognese si prepara a chiudere un altro anno record (l'ottavo di fila) in termini di vendite e di crescita grazie anche al contributo del suo primo 'Super Utility Vehicle', il Suv consegnato a partire dalla scorsa estate in Europa e a ottobre in Nord America (dove costa a partire da 200mila dollari).

Wall Street messa a tappeto da timori sulla crescita economica mondiale

I dati cinesi sotto le attese preoccupano gli investitori. Male anche quelli dell'Europa. Sale l'attesa per la riunione della Fed
AP

Wall Street torna sui livelli di aprile, si teme frenata dell'economia mondiale

Tutti e tre gli indici principali in correzione. Dati deludenti dalla Cina e dall'Europa. Sale l'attesa per la riunione della Fed
AP

I timori di un rallentamento dell'economia globale hanno messo a tappeto gli indici a Wall Street, che hanno archiviato una seduta con cali vicini al 2%. Per la prima volta dal marzo 2016 tutti e tre gli indici principali sono finiti in correzione, status definito da un calo di almeno il 10% rispetto ai massimi recenti. I listini sono per altro protagonisti del peggiore inizio di dicembre dal 1980.