Biden lancia ufficialmente la sua campagna con un duro attacco a Trump: "Vomita odio"

L’ex vicepresidente americano, a Philadelphia per il primo grande comizio verso Usa 2020, ha lanciato l'appello all'unità
Ap

A poco più di otto mesi dall’inizio delle primarie democratiche che determineranno il candidato alla corsa alla Casa Bianca 2020, Joe Biden lancia ufficialmente la sua campagna con un grande comizio a Philadelphia, in Pennsylvania, dove ha allestito il suo quartier generale. L’ex vicepresidente americano, che sta volando nei sondaggi, ha attaccato duramente Donald Trump accusandolo di voler dividere il Paese su temi fondamentali come la religione, la razza e l'orientamento sessuale.

A introdurre l'intervento di Biden è stata la la moglie. "L'America vive un momento di divisioni e di sfiducia. E questo è il momento di tornare uniti, di stare insieme. Questo è il momento di Joe Biden", ha dichiarato una sorridente Jill Biden. "È stata una superba second lady e sarà una splendida first lady", ha prontamente risposto il candidato democratico una volta salito sul palco, allestito non lontano dalla iconica Rocky Steps, la scalinata dell'Art Museum di Philly.

Poi il 76enne, nato a Scranton, ha voluto lanciare agli americani un appello all’unità. "C'è chi dice che i democratici non vogliono sentire parlare di unità. Dicono che sono arrabbiati e che più voi siete arrabbiati meglio è. Dicono serva questo per vincere le primarie democratiche", ha dichiarato Biden davanti a centinaia di sostenitori a cui ha lanciato un appello affinché respingano il "cuore indurito" di Trump. "Credo che i democratici vogliano unire il Paese. Questo è ciò che ci ha sempre caratterizzato: l’unità", ha aggiunto il democratico che ha cercato di allontanarsi dalla retorica focosa e dai toni divisivi dell’attuale inquilino della Casa Bianca.

L’ex braccio destro di Obama ha entusiasmato la folla promettendo loro che, qualora eletto, non governerà l'America "con il pugno chiuso", sottolineando che un leader può combattere per il proprio Paese anche aprendo e tendendo la mano agli altri. Un appello rivolto indistintamente a tutti: "democratici, repubblicani, indipendenti".

Eppure, colui che si è sempre distinto per i modi gentili e miti non ha risparmiato una pesante sferzata nei confronti del tycoon: "Se il popolo americano vuole un presidente che apporti ulteriori divisioni, che guidi il Paese con il pugno duro, la mano chiusa e il cuore indurito, che demonizzi gli oppositori e vomiti odio, allora io non servo. Hanno già un presidente che fa solamente questo: Donald Trump", ha dichiarato l’ex numero due di Barack Obama.

E proprio all’ex Commander in Chief Biden ha voluto dedicare un pensiero, sottolineando l’onore di aver servito il Paese sotto di lui: "Barack Obama è una persona straordinaria ed è stato un presidente con carattere, coraggio e visione". Descrizione opposta a quella fatta di Donald Trump definito un "Divider in Chief", un presidente che divide il Paese, "ostile agli immigrati, ai musulmani". Un attacco frontale, forse inatteso per Trump che solo qualche settimana fa gli aveva affibbiato il soprannome di "Sleeping Joe" (Joe l’addormentato ndr).

Non è poi mancata la frecciata ai suoi avversari demarcatici che negli ultimi giorni non gli hanno lesinato attacchi, preoccupati dal suo enorme vantaggio nei sondaggi: "Io non parlerò mai male degli altri democratici", ha aggiunto Biden ribadendo ancora una volta come la sua campagna elettorale sarà all'insegna dell'unità, del partito e degli Stati Uniti: "Dobbiamo unire il Paese e dialogare con tutti, il compromesso non è una parolaccia". "La minaccia alla nostra democrazia è reale. E in questo momento la cosa più importante è tornare tutti insieme e battere Donald Trump", ha concluso Biden lanciando lo slogan "Beat Trump".

Altri Servizi

Wall Street, ottimismo sui negoziati Usa-Cina

Ricominciati i negoziati dopo quasi due mesi
AP

Google investe 3 mld di euro in data center in Europa

Lancia anche 10 progetti di energie rinnovabili da 1 miliardo di euro

Nei prossimi due anni Google investirà 3 miliardi di euro in data center sparsi in Europa portando a 15 miliardi gli euro investiti dal 2007 nelle infrastrutture internet europee. Lo ha annunciato la controllata di Alphabet, precisando che altri 600 milioni di euro verranno investiti nel 2020 per espandere la presenza di data center a Hamina, in Finlandia, dove il totale investito dal 2009 raggiungerà i due miliardi.

La Fed intensifica le iniezioni di liquidità nel mercato monetario

Operazioni repo da 75 mld di dollari al giorno fino al 10 ottobre.

La Federal Reserve di New York ha annunciato che ogni giorno fino al prossimo 10 ottobre compierà iniezioni di liquidità nel mercato monetario statunitense da "almeno" 75 miliardi di dollari l'una. Si tratta del valore massimo offerto negli ultimi quattro giorni, oggi incluso, in operazioni overnight.

Trump ha chiesto all'Ucraina di indagare sul figlio di Biden

Secondo il Wsj il presidente americano ha fatto "ripetutamente" pressioni su Zelensky affinchè la giustizia di Kiev indagasse Hunter Biden
ap

Il presidente americano Donald Trump avrebbe "ripetutamente" fatto pressioni sul suo omologo ucraino, Volodymyr Zelensky, affinché la giustizia di Kiev aprisse un’indagine sul figlio di Joe Biden. Lo scrive il Wall Street Journal citando fonti informate sui fatti secondo cui, nel corso di una telefonata avvenuta lo scorso luglio, il Tycoon avrebbe chiesto a Zelensky per ben "otto volte" di lavorare con il suo legale personale, Rudolph Giuliani, sull’inchiesta contro Hunter Biden. Come ricordano i media americani il figlio di Biden è un uomo d’affari che ha lavorato per una società energetica ucraina.

Amazon: svolta verde per Bezos

Investe 440 milioni di dollari in Rivian, a cui ordina 100mila furgoni elettrici per le consegne. Entro il 2040 conta di non produrre emissioni, 10 anni prima del target dell'accordo di Parigi sul clima
Amazon

Svolta verde in Amazon. Il Ceo del colosso americano del commercio elettronico ha annunciato un piano per affrontare il cambiamento climatico. E ha annunciato un'iniziativa rivolta ad altre aziende.

Walgreens primo retailer Usa a effettuare consegne con droni

Test insieme a controllata di Alphabet. Si comincia da una città della Virginia
Walgreens

Walgreens Boots Alliance, il colosso della distribuzione farmaceutica guidato da Stefano Pessina, sta per diventare il primo retailer americano a testare consegne con droni. Come spiegato in un comunicato, il gruppo intende consegnare nel giro di pochi minuti i prodotti ordinati dai suoi clienti e per farlo ha unito le forze con Alphabet (e la sua divisione Wing Aviation). Si comincerà il mese prossimo da Christiansburg, in Virginia.

Wall Street cauta dopo il taglio dei tassi deciso della Fed

Dati in programma: sussidi di disoccupazione, vendite di case esistenti, superindice economico
AP

Wall Street attende le decisioni della Fed

Oggi inizia la riunione del Fomc, che domani comunicherà le sue decisioni sul taglio dei tassi
AP

La Fed taglia i tassi ma è divisa, Powell tenta di tranquillizzare

Rotta costo del denaro "non è predefinita". Esclude recessione. Pronto a intervenire di nuovo nel mercato monetario dopo due iniezioni di liquidità. Ventilato un QE4? Trump lo attacca: "Non ha fegato"
AP

Ambiente, Trump revoca l'autonomia della California sulle emissioni delle auto

Scontro tra il governo federale e il Golden State, intenzionato a seguire le norme dell'era Obama che l'attuale amministrazione vuole cancellare