Bitcoin crolla. Per il partner di Buffett, è da evitare come la peste

Per chi ha scommesso contro Bitcoin, Natale è arrivato in anticipo. La criptovaluta ha subito un pesante sell-off arrivando a cedere oltre il 45% dal record vicino ai 20.000 dollari di domenica scorsa. Le pesanti vendite hanno toccato anche le valute digitali rivali come Bitcoin cash, Ethereum, Litecoin. Nemmeno i titoli di aziende legate alla tecnologica blockchain ne sono state immuniti: Longfin ha perso oltre il 10%, Long Island Iced Tea (oggetto di un rally del 200% il giorno prima dovuto al cambiamento di nome in "Long Blockchain) ha perso oltre il 20% e Riot Blockchain ha a sua volta ceduto quota.

La causa della correzione non è chiara ma si verifica dopo ripetuti avvertimenti contro la mania di Bitcoin, paraganota da alcuni a quella dei bulbi di tulipani nel diciassettesimo secolo. A un certo punto Bitcoin aveva rotto al ribasso la soglia degli 11.000 dollari. Va detto che anche se la criptovaluta è entrata in territorio Orso - ossia in calo di almeno il 20% rispetto ai massimi recenti - il guadagno da inizio anno resta da capogiro, visto che il 2017 era iniziato sotto i mille dollari. Il fatto che due exchange a Chicago, il Cboe e il CME, abbiano lanciato future della criptovaluta aveva alimentato il recente rally. Certo è che l'ondata di vendite ha costretto CME a sospendere i derivati per eccesso di ribasso e Coinbase, l'exchange con sede a San Francisco, ha fermato temporaneamente le operazioni di acquisto e vendita per mancanza di liquidità. Il gruppo sta anche indagando se qualche insider o le loro famiglie o amici abbiano iniziato il trading di Bitcoin Cash in anticipo rispetto al lancio ufficiale.

La Financial Industry Regulatory Authority in Usa ha avvertito contro "truffe potenziali" dopo il balzo in borsa di aziende pressoché sconosciute che dicono di scommettere sulla tecnologia blockchain. Mentre il G20 si prepara a esaminare la questione e a definire magari regole per le Initial coin offering, sorgono i timori di hacker: l'exchange sudcoreano Youbit ha subito un cyber attacco che lo ha costretto alla bancarotta.

Mentre Wall Street guarda con scetticismo a Bitcoin, una delle grandi banche, Goldman Sachs, guarda con interesse alla valuta digitale. Come riporta il sito di Bloomberg News, l'istituto newyorkese sta lavorando alla creazione di un trading desk attivo sui mercati delle valute digitali. Se così fosse, Goldman sarebbe la prima grande banca di Wall Street a entrare sul mercato delle valute virtuali, considerate instabili a causa delle fortissime oscillazioni dei prezzi. Goldman è tra le poche banche che hanno già sbloccato i future offerti da Cboe Global Markets e CME Group, mentre altre grandi rivali, come Citigroup e Bank of America, hanno preferito per il momento un atteggiamento attendista.

La febbre da Bitcoin non convince il braccio destro di Warren Buffett. In una conversazione svoltasi recentemente alla Ross School of Business dell'University of Michigan, Charlie Munger ha detto che "è totalmente stupido anche solo fermarsi a pensare" alla criptovaluta. Per il 93enne partner dell'oracolo di Omaha nonché vicepresidente della sua Berkshire Hathaway ha parlato della criptovaluta come di una "bolla pazza", di "una cattiva idea", di un qualcosa che attrae la gente con l'idea di creare facilmente ricchezza "senza molte analisi o lavoro. E' l'ultima cosa al mondo a cui dovreste pensare". Per Munger, Bitcoin vanno evitati come la "peste" perché "è totalmente una follia". Per Munger, Bitcoin non può essere un sostituto del bene rifugio che è l'oro. "L'uomo non può inventare altro oro od ottenerlo molto facilmente, ha il vantaggio della rarità". Diversamente dal metallo prezioso, "l'uomo è capace di creare più bitcoin. Vi dicono che ci sono regole e che non possono farlo. Non credeteci. Quando ci sono incentivi sufficienti, cose brutte si verificano". 

Altri Servizi

Trump: "Andare d'accordo con la Russia è una buona cosa, non cattiva"

Al via il vertice con Putin a Helsinki. Il presidente russo: "È ora di affrontare i punti dolenti"
Ap

"Andare d'accordo con la Russia è una buona cosa, non una cosa cattiva". Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, durante il saluto ufficiale con l'omologo russo, Vladimir Putin, all'interno del palazzo presidenziale di Helsinki, in Finlandia. Il presidente statunitense, che so è congratulato con Putin "per il Mondiale davvero grandioso", ha detto che con il leader russo affronterà la questione nucleare. "Siamo le due più grandi potenze nucleari. Abbiamo il 90% del nucleare e questa è una cosa negativa, non positiva. Spero che potremo fare qualcosa al riguardo" ha aggiunto Trump.

Trump: "Russiagate ridicolo, nessuna interferenza russa". Con Putin "è solo l'inizio"

Incontro tra i due presidenti a Helsinki: "Ci incontreremo spesso, in futuro. I nostri rapporti non erano mai stati peggiori, ma le cose ora sono cambiate"
AP

"Io e Putin ci incontreremo spesso, in futuro. Sono state ore molto costruttive". Lo ha detto il presidente statunitense, Donald Trump, durante la conferenza stampa congiunta con l'omologo russo, Vladimir Putin, organizzata dopo il loro bilaterale al palazzo presidenziale di Helsinki, in Finlandia. Secondo Trump, il summit odierno "è solo l'inizio".

La settimana americana (ovvero, Trump incontra Putin)

Lunedì sarà il giorno dei giorni. Il presidente americano incontra quello russo. Poi è tutto in discesa, con tantissime trimestrali a Wall Street, la Fed e Facebook al Congresso
AP

Lunedì sarà il giorno più atteso degli ultimi mesi per la politica internazionale. Donald Trump incontra Vladimir Putin a Helsinki, in Finlandia. La Casa Bianca ha detto che i due presidenti discuteranno di Medio Oriente, Ucraina e di interferenze russe nelle elezioni americane del 2016. Uno dei punti fondamentali è l'annessione russa della Crimea, che gli Stati Uniti non hanno riconosciuto e su cui Trump ha lasciato una apertura: "Vedremo". Tra l'arto, il presidente Usa insiste nel voler affrontare parte del colloquio da solo con Putin, cosa che sta preoccupando molto l'amministrazione Usa, visto che Putin è un ex agende del Kgb, con decenni di formazione alle spalle. 

Vertice Nato, Trump: sull’energia la Germania è “prigioniera” della Russia. Poi assicura: "Rapporto eccezionale" con Berlino

Bilaterale tra il presidente Usa e la cancelliera tedesca, Angela Merkel, per provare a dissipare le tensioni
AP

Il presidente statunitense, Donald Trump, ha assicurato di avere "dei rapporti molto buoni" con la cancelliera tedesca, Angela Merkel, durante il summit della Nato, a Bruxelles. Trump aveva attaccato la Germania, questa mattina, affermando che Berlino "è prigioniera" della Russia e non contribuisce sufficientemente agli sforzi militari della Nato. Merkel aveva risposto che la Germania prende le sue decisioni in modo "indipendente".

Donald Trump contro l'Europa: è un nemico

In una intervista a Cbs il presidente americano contro l'Unione europea a pochi giorni dalla sua visita ufficiale
©AP

Il presidente americano, Donald Trump, ha definito l'Unione europea un "nemico" degli Stati Uniti in un'intervista a seguito di un incontro controverso la scorsa settimana con gli alleati della NATO.

Wall Street, attenzione rivolta alle trimestrali delle banche

Seguita anche la visita del presidente Trump in Europa
iStock

Russiagate, Mueller incrimina 12 agenti dell'intelligence russa

Le accuse sono state mosse a tre giorni dall'incontro tra il presidente statunitense, Donald Trump, e l'omologo russo, Vladimir Putin
AP

Il gran giurì convocato dal procuratore speciale Robert Mueller, che indaga sulle ingerenze russe nelle elezioni presidenziali del novembre 2016, ha accusato formalmente 12 agenti dell'intelligence russa per i furti informatici ai danni del partito democratico, nel corso di quella campagna elettorale.

AP

Il progetto della premier britannica Theresa May di mantenere una stretta relazione economica con l'Unione Europea dopo la Brexit "ucciderà probabilmente" la possibilità di chiudere un accordo di libero scambio con gli Stati Uniti. Lo ha dichiarato il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, in un'intervista al tabloid britannico Sun che sta facendo discutere da ore. Poi, il passo indietro non appena arrivato a Chequers, la residenza di campagna del primo ministro del Regno Unito, che si trova a Ellesborough.

Sanzioni all'Iran, gli Usa non concederanno esenzioni alle società europee

Washington respinge la richiesta di Regno Unito, Francia e Germania. "Faremo una pressione finanziaria senza precedenti sul regime iraniano"

Gli Stati Uniti hanno respinto l'appello di Regno Unito, Francia e Germania, che chiedevano ampie esenzioni alle aziende europee per fare affari con l'Iran, e andranno avanti con la loro volontà di imporre sanzioni per esercitare pressioni economiche "senza precedenti" sul regime di Teheran. Lo hanno detto funzionari statunitensi ed europei a Nbc News.

L'ultimo Blockbuster d'America

Si trova a 120 chilometri da Portland, in Oregon. Tra poco - quando chiuderanno i due negozi dell'Alaska - rimarrà solo.

Il negozio Blockbuster a Bend, in Oregon, ha una strategia chiara: vuole resistere e fare da argine all'espansione dei servizi di streaming digitale come Netflix e HBO, che permettono ai clienti di non alzarsi dal divano per vedere un film. Ma è rimasto solo.