Brandi Chastain, l'icona del calcio Usa che donerà il cervello alla ricerca

Per gli studi sulla Cte, una malattia neurodegenerativa comune tra gli atleti. La calciatrice famosa per il rigore decisivo nella finale mondiale del 1999
Brandi Chastain esulta dopo il rigore decisivo nella finale mondiale del 1999 Ap

Brandi Chastain, una delle giocatrici di calcio più famose nella storia statunitense, ha annunciato che, alla sua morte, il suo cervello sarà donato alla Concussion Legacy Foundation, per essere studiato dal programma della Boston University che si occupa di encefalopatia traumatica cronica (Cte), una malattia neurodegenerativa comune tra gli atleti di alcuni sport, provocata da colpi violenti ricevuti alla testa, diagnosticata solo dopo la morte.

"Prima di tutto, non ne avrò bisogno alla fine della mia vita" ha detto in un'intervista telefonica a Usa Today. "Poi, spero che guardare il cervello di una come me, che ha giocato a calcio per la maggior parte della sua vita, possa aiutare dottori e scienziati ad affermare che, prima dei 14 anni, non è una buona idea colpire il pallone con la testa". Chastain, ora, allena squadre giovanili ed è una sostenitrice della Safer Soccer Initiative, che sostiene la necessità di impedire che i minori di 14 anni colpiscano il pallone con la testa.

Milioni di sportivi ricordano Chastain per la sua esultanza dopo il rigore decisivo calciato nella finale dei Mondiali del 1999, quando si tolse la maglia: un'immagine che finì anche sulla copertina di Newsweek, Time e Sports Illustrated. Chastain, che ha 47 anni, ha detto di aver subito due traumi quando giocava al college, ma di non aver avuto effetti collaterali e di essere subito tornata in campo, e di non aver mai evitato di colpire il pallone di testa, nei 40 anni passati a giocare. "Non ho mai ricevuto una diagnosi ufficiale di commozione cerebrale nella mia carriera - ha detto - ma quando diventi più grande, certe volte ti capita di pensare: 'Sto perdendo la memoria? Potrebbe essere l'inizio di qualcosa?'". "È importante proteggere la prossima generazione e quelle dopo. Ora siamo molto distanti da dove eravamo quando ero una bambina in termini di ingenuità su questi temi".

Sono poche le donne che hanno deciso di donare il proprio cervello alla ricerca. Dei 307 cervelli ricevuti dalla 'banca del cervello' della Boston University School of Medicine e del dipartimento degli Affari per i veterani, solo sette appartenevano a donne e in nessun caso è stata diagnosticata la Cte. Oltre a Chastain, hanno deciso di donare il proprio cervello anche Cindy Parlow Cone, sua ex compagna di squadra nella nazionale statunitense di calcio, e l'ex nuotatrice olimpionica Jenny Thompson. Ann McKee, direttrice del programma sulla Cte della Boston University, ha detto che è importante poter studiare anche il cervello delle donne. "Attualmente sappiamo poco sulla differenza tra uomo e donna nella risposta ai traumi - ha detto - e per questo il suo impegno è un importante passo avanti per migliorare le nostre conoscenze".

Il problema della Cte è particolarmente sentito tra i giocatori di football americano. I cervelli di Ken Stabler, Dave Duerson e Andre Waters, tra gli altri, sono stati esaminati dalla Boston University, che nei loro casi ha diagnosticato la Cte.

Altri Servizi

Trump presenta lunedì strategia sicurezza nazionale. Cina sarà accusata di aggressione economica

Secondo varie fonti informate sul dossier, Trump proporrà una posizione molto più dura nei confronti della Cina rispetto a quanto fatto dalle precedenti amministrazioni.
White House

Il rapporto tra Washington e Pechino è destinato a diventare più teso. Il presidente americano Donald Trump intente accusare la Cina di "aggressione economica", quando lunedì presenterà la sua strategia per la sicurezza nazionale. Così dovesse essere, sarebbe il segno del crescente malcontento dell'amministrazione americana, finora incapace di usare il legame tra Trump e il suo omologo Xi Jinping per convincere la Cina a rispondere alle preoccupazioni americane sul fronte commerciale.

Gm al momento della verità nel processo (ennesimo) sullo scandalo dei difetti all'accensione

Il 18 dicembre al tribunale fallimentare di Manhattan si apre il processo che stabilirà se il colosso automobilistico possa o meno evitare di pagare fino a un miliardo di dollari in azioni.
iStock

Ok dei repubblicani al testo unificato della riforma fiscale. Il plauso di Trump: rispettiamo promesse

L'approvazione finale potrebbe arrivare già mercoledì. L'aliquota per le imprese dal 35 al 21%, cancellato l'individual mandate previsto dall'Obamacare, previste te dell'8% sugli asset illiquidi e del 15,5% su quelli liquidi per il rimpatrio dei capitali.
AP

Difesa Usa preoccupata dal rischio di incidenti con caccia russi in Siria

Il rischio di scontri tra gli aerei da combattimento russi e quelli americani in Siria preoccupa il Pentagono. Gli incidenti si sono moltiplicati nelle ultime settimane, nonostante gli accordi verbali tra Mosca e Washington.

Giudice Usa blocca Trump: contraccezione resta gratuita

Un giudice federale della Pennsylvania ha bloccato una misura con cui l'amministrazione Trump avrebbe voluto smantellare l'ennesimo pezzo dell'eredità lasciata da Barack Obama.

La rivincita delle Crocs (anche a Wall Street)

Lo stilista Christopher Kane e Balenciaga hanno portato in passerella le ciabatte che sembravano passate di moda. Gli analisti di Stifel scommettono in un rilancio: comprare il titolo

Riforma fiscale sempre più vicina, Rubio voterà sì

Il senatore della Florida si aggiunge quello del Tennessee. La settimana prossima verrà messa al voto in Parlamento. Entro Natale, la firma di Trump (salvo sorprese)
AP

Bloomberg a Trump: la riforma fiscale è una "cantonata economicamente indifendibile"

Per l'ex sindaco di NY, dà alle grandi aziende tagli alle tasse di cui non hanno bisogno, abbassa le aliquote dei contribuenti più abbienti e per permette ai più ricchi di proteggere i loro patrimoni
iStock

La fine della neutralità della rete: implicazioni per aziende e consumatori

La decisione dell'Agcom americana ha creato vincitori (AT&T, Verizon, Comcast, Sprint e T-Mobile) e vinti (Facebook, Amazon, Netflix e Google)
AP

Fitch promuove Fiat Chrysler Automobiles

Il rating passa a BB da BB- con outlook positivo. Atteso un flusso di cassa positivo e sostenibile. In vista dell'addio di Marchionne, prevista una riorganizzazione aziendale