Bruce Springsteen e Taylor Swift arrivano su Netflix

I concerti di The Boss al teatro Walter Kerr di New York e il tour Usa "Reputation" disponibili sul sito di video in streaming
iStock

Due degli spettacoli più gettonati - e cari - del 2018 sbarcano su Netflix. Il concerto con cui Bruce Springsteen ha intrattenuto più del previsto i suoi fan al Walter Kerr Theatre di New York è disponibile per lo streaming da domenica 16 dicembre. E il tour di Taylor Swift negli stadi degli Stati Uniti arriverà sulla piattaforma il 31 dicembre, in tempo per celebrare la fine del 2018 e l'inizio del 2019.

Per una decina di dollari circa, il costo mensile dell'abbonamento a Netflix, sarà possibile vedere gli show che hanno raggiunto un costo medio di 800 dollari ciascuno.

Pensati originariamente per durare solo otto settimane, i concerti che "The Boss" ha tenuto al teatro newyorchese da 960 posti hanno fatto il tutto esaurito. Per questo la scadenza di "Springsteen on Broadway" è stata rimandata tre volte. Lo spettacolo ha generato 111,2 milioni di dollari di entrate dal suo inizio, lo scorso ottobre, alla settimana chiusa il 9 dicembre.

Il tour "Reputation" - il primo effettuato unicamente negli stadi piuttosto che in sale più piccole - ha a sua volta sbancato al botteghino. Con oltre 2 milioni di biglietti venduti, Swift ha battuto ogni record rispetto ad altri tour negli Stati Uniti. Gli introiti hanno superato i 266 milioni di dollari. Con soli 38 concerti, la cantante ha superato il record precedente messo a segno dai Rolling Stones con "A Bigger Bang Tour", il tour in tutto mondo realizzato tra l'agosto del 2005 e lo stesso mese del 2007; in quel caso con 70 show furono generati 245 milioni di dollari.

Netflix ha comprato i diritti dello show di Springsteen per più di 20 milioni di dollari, sostiene il Wall Street Journal. Non è dato sapere quali siano i termini finanziari dell'intesa tra il gruppo e i due artisti, che con i loro show hanno testato nuove politiche di prezzo volte a penalizzare gli speculatori.

Attraverso il programma "Verified Fan" del gigante dei biglietti Ticketmaster, gli utenti sono stati spinti a registrarsi settimane prima della messa in vendita dei biglietti fornendo nome, cognome, indirizzo email e numero di telefono. Alle persone giudicate legittime è stato inviato un codice con cui potere comprare il biglietto, il cui prezzo di vendita andava da 75 a 850 dollari. Così facendo è nato un mercato dei codici, con gli speculatori arrivati a offrire fino a mille dollari per codice. Ottenendolo, gli speculatori stessi erano poi nelle condizioni di comprare il biglietto e, sfruttando la domanda alta, rivenderlo su siti come StubHub. Nel caso di Springsteen, i prezzi sono schizzati nell'ultima settimana dello show. Su StubHub si è arrivati a un costo unitario di oltre 2mila dollari, il 50% in più di quanto chiesto nelle settimane precedenti. Su TicketLiquidator, due biglietti per due posti in orchestra nella serata finale dello spettacolo venivano offerti a più di 42mila dollari l'uno.

Quanto a Swift, il posto a sedere migliore costava tra gli 800 e i 1.500 dollari ma per chi si è accontentato di guardare l'artista dal fondo dello stadio bastava spendere 50 dollari. Ora è sufficiente stare comodi sul proprio divano per guardare tutti e due gli spettacoli. Grazie a Netflix.

iStock
Altri Servizi

Fca: richiama in Usa quasi 900mila vetture, non rispettano standard su emissioni

Epa soddisfatta dell'azione volontaria del gruppo. La mossa segue test condotti dall'azienda e dall'Agenzia per la protezione ambientale. Fca: veicoli sicuri, nessuna multa
FCA

Fiat Chrysler Automobiles ha deciso di richiamare quasi 900mila vetture negli Stati Uniti, per l'esattezza 862.520. La mossa segue test sulle emissioni condotti dall'Agenzia per la protezione ambientale americana (l'Epa) e dall'azienda stessa come richiesto dalla legge. A dare l'annuncio è stata l'Epa, che "dà il benvenuto all'azione di Fiat Chrysler di richiamare volontariemente i suoi veicoli che non rispettano gli standard sulle emissioni Usa".

Kirsten Gillibrand ha ufficialmente lanciato la sua campagna presidenziale

La senatrice è la sesta donna in campo per le primarie democratiche
Ap

La senatrice Kirsten Gillibrand ha ufficialmente lanciato la propria candidatura alle primarie democratiche per le presidenziali statunitensi del prossimo anno, con un video intitolato "Il coraggioso vince", che parte da un verso dell'inno nazionale (Di' dunque, sventola ancora la nostra bandiera adorna di stelle sulla terra dei liberi e la patria dei coraggiosi?) per affermare che il coraggio degli americani può aiutare il Paese a raggiungere risultati come il sistema sanitario universale, il congedo parentale per tutti e una nuova riforma per l'ambiente. "Abbiamo bisogno di un leader che faccia delle scelte notevoli e coraggiose. Qualcuno che non sia spaventato dal progresso. Ecco perché mi candido alla presidenza".

Wall Street, speranze su accordo Usa-Cina

Atteso il dato sulla fiducia dei consumatori di marzo
AP

Boeing: "piena fiducia" nel 737 Max ma vari Paesi ne impediscono l'uso

Regno Unito, Francia e Germania tra le nazioni che puntano su sicurezza. Romney primo senatore Gop a chiedere lo stop all'uso del jet. L'aviazione civile Usa dalla parte del gruppo. Passeggeri preoccupati. Trump: aerei troppo complessi.

Messo sotto pressione dalle autorità dell'aviazione civile nel mondo, Boeing ha diffuso un comunicato difendendo la sicurezza dei suoi jet 737 Max, nei quali ha "piena fiducia".

Wall Street sotto pressione per Boeing

Il dipartimento dei Trasporti ha aperto un'indagine sull'approvazione della Faa al Boeing 737 Max
AP

Wall Street sotto pressione per Boeing

Il dipartimento dei Trasporti ha aperto un'indagine sull'approvazione della Faa al Boeing 737 Max
AP

Wall Street sotto pressione per Boeing

Il dipartimento dei Trasporti ha aperto un'indagine sull'approvazione della Faa al Boeing 737 Max
AP

Federcalcio Usa sorpresa dalla causa per discriminazione intentata dalle giocatrici della nazionale

Carlos Cordeiro ha detto che le atlete non si erano mai lamentate del contratto collettivo. Le campionesse del mondo chiedono di essere pagate (e trattate) come gli uomini
Ap

Il presidente della Federcalcio statunitense, Carlos Cordeiro, ha manifestato la propria sorpresa, e quella dell'organizzazione che presiede, nel prendere atto della causa intentata dalle calciatrici della nazionale per discriminazione di genere. Cordeiro ha detto che non aveva mai sentito lamentele sull'accordo collettivo contrattato e firmato tra le due parti due anni fa.

Lyft lancia il road show per la sua Ipo da 2 miliardi di dollari

Sarà la prima del settore dei trasporti on-demand a quotarsi a Wall Street, ma sarà presto seguita da Uber

Parte lunedì il road show di Lyft per la sua Ipo, durante la quale cercherà di raccogliere fino a due miliardi di dollari, per arrivare a una valutazione di oltre 20 miliardi di dollari. Lyft dovrà cercare di convincere gli investitori a preferire la sua Ipo a quella di Uber, che dovrebbe lanciarla il prossimo mese.

Tesla: Musk difende suoi tweet e attacca Sec, "ha oltrepassato il limite"

Secondo l'autorità di borsa Usa, il Ceo del produttore di auto elettriche ha violato il patteggiamento siglato a settembre
AP

Elon Musk, il Ceo di Tesla, è tornato ad attaccare l'autorità di borsa americana sostenendo che "ha oltrepassato ogni limite in modo senza precedenti".