Carbone per tabacco, non tutti credono alla proposta di Hillary

Il candidato democratico vuole continuare il progetto di Obama per rilanciare l'economia delle aree economicamente sostenute dall'industria del combustile fossile. Donald Trump punta invece a riaprirle dato che "il global warming non esiste"
Sostituire la produzione del carbone con il tabacco. In Virginia, come in tutte quelle aree in cui il tasso di occupazione sta calando a causa della chiusura delle industrie.
È il cavallo di battaglia di Hillary Clinton, che sul tema del rilancio economico di queste aree ha spesso dovuto cimentarsi in giochi di equilibrismo politico. Il contenimento del surriscaldamento climatico è un impegno che gli Usa hanno assunto sul piano politico internazionale, ma all’interno del paese l’impegno pone non pochi problemi.
 
In un articolo pubblicato sul New York Times si parla ancora della strategia della candidata democratica, di cui - inevitabilmente - si scoprono alcuni punti deboli. In Virginia, dove il governo locale ha creato una commissione per il rilancio della produzione del tabacco, stanziando contestualmente la cifra di un milione di dollari, i cittadini sono ancora scettici sulla riuscita del progetto.
 
I fondi stanziati hanno consentito ad alcuni ragazzi di frequentare il college e acquisire così una professionalità non necessariamente legata alla produzione del carbone. In particolare pare si voglia puntare sull’industria dei droni. Ma il problema della disoccupazione attuale e futura - quando le industrie del fossile dovranno chiudere i battenti per fare spazio all’energia rinnovabile - è tutt’altro che risolto.
 
Qualche giorno fa il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha stanziato quasi 40 milioni di dollari in progetti di sviluppo economico per le comunità che - nei fatti - dipendono economicamente dall'industria mineraria del carbone.
 
Il dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti ha stimato che il denaro assegnato contribuirà a creare o salvare quasi 3.500 posti di lavoro in diversi Stati.
 
I 29 progetti includono il lancio di una nuovo College of Optometry presso l'Università di Pikeville, nello stato americano del Kentucky, un'iniziativa per la formazione dei giovani nel settore della tecnologia dell'informazione e la costruzione di un nuovo centro commerciale in West Virginia.
 
Sul versante repubblicano Donald Trump non ha mai risparmiato sortite. Celebre la sua affermazione su come il freddo clima invernale di New York potrebbe beneficiare degli effetti del surriscaldamento globale.
 
La sua strategia consisterebbe - come dichiarato più volte - nel ripristinare l’industria del carbone. I vincoli introdotti dall’amministrazione Obama nel settore automobilistico e nelle centrali elettriche per il risparmio energetico per ridurre il 'global warming', secondo Trump hanno solo l’effetto di distruggere posti di lavoro.
 
Il candidato repubblicano, quindi, propone in linea col suo partito di cancellare i vincoli per consentire ai produttori di elettricità, alle miniere di carbone e all’industria automobilistica di proseguire la propria attività. Strategia evidentemente non più percorribile, ma che il candidato del Gop ha più volte sostenuto nel corso delle primarie per accaparrarsi voti negli Stati in cui la popolazione era più sensibile al tema.
Altri Servizi

21st Century Fox: all'assemblea dei soci confermato il potere dei Murdoch

Bocciata la proposta di abolire l'esistenza di due classi di azioni. No comment sui negoziati con Disney. Fiducia per il completamento della scalata di Sky nel 2018
AP

E' rimasto deluso chi si aspettava che dall'assemblea annuale degli azionisti di 21st Century Fox emergessero conferme di presunti negaziati avuti con Walt Disney per la cessione di asset dell'impero di Rupert Murdoch.

Molestie alle Olimpiadi: oltre 290 coach e dirigenti americani accusati di condotta sessuale inappropriata

Un'inchiesta del Washington Post mette in luce un problema sistemico che va avanti dal 1982: otto molestie l'anno, una ogni sei settimane
Ap

Continua ad allargarsi lo scandalo sessuale nel mondo dello sport olimpico americano. Ci sono state infatti oltre 290 persone, tra allenatori e dirigenti sportivi legati a organizzazioni olimpiche, accusate pubblicamente di molestie o di condotte sessuali inappropriate. È questo il risultato dell’inchiesta del Washington Post che prende in considerazione il periodo che va dal 1982 ad oggi.

Usa: si dimette il direttore dell'agenzia per la protezione dei consumatori

Richard Cordray lascia in anticipo. Fu nomina da Barack Obama alla guida di un'ente creato dopo la crisi finanziaria del 2008. Ne è stato l'unico numero uno. L'addio spiana la strada alla deregulation di Trump
Consumer Financial Protection Bureau

Richard Cordray, direttore del Consumer Financial Protection Bureau (l'agenzia preposta alla protezione dei consumatori nel settore finanziario), ha annunciato che intende lasciare il suo ruolo alla fine di novembre. Cordray mette così fine a un incarico durato sei anni e creato dalla riforma finanziaria post crisi, la Dodd-Frank.

New Orleans, eletto il primo sindaco donna in 300 anni di storia

La democratica LaToya Cantrell ha battuto la rivale Desiree Charbonnet con il 60% dei voti
@LaToyaForNOLA

Una notte elettorale storica quella che si è vissuta a New Orleans, in Louisiana, dove per la prima volta in 300 anni di storia cittadina è stato eletto un sindaco donna. A trionfare, in un ballottaggio tutto al femminile, è stata la democratica LaToya Cantrell che ha battuto la rivale Desiree Charbonnet con il 60% delle preferenze.

Dopo l'Expo, 'Orgoglio Brescia' va a Chicago con l'opera Leosphere

Il consorzio confindustriale che ha piantato l'Albero della vita all'esposizione universale a Rho festeggia il 45esimo anniversario del gemellaggio tra Milano e la Windy City con la creazione di Florian Boje

Dopo avere piantato l’Albero della Vita all'Expo 2015 di Milano, il consorzio confindustriale “Orgoglio Brescia” dimostra le sue ambizioni internazionali con una nuova opera: Leosphere.  Si tratta di una sfera in legno alta 45 metri ispirata agli studi di Leonardo da Vinci, che la cordata composta da 18 aziende bresciane ad alta specializzazione porterà al centro di Chicago nel 2018 per celebrare il 45esimo anniversario del gemellaggio tra la città dell'Illinois e Milano. L'opera, creata da Florian Boje, è pensata per rappresentare l'incontro, la contaminazione, il dialogo tra l'ingegno italiano e tecnologia americana.

Hillary Clinton: "Trump è ossessionato da me"

L’ex candidata democratica ha parlato da Little Rock, in Arkansas, dove ha festeggiato il 25esimo anniversario della vittoria presidenziale del marito Bill
Ap

A poco più di un anno dalle elezioni americane che hanno segnato il trionfo di Donald Trump, lo scontro tra lui e Hillary Clinton sembra non essersi ancora placato. L’ultima frecciata arriva dall’ex candidata democratica secondo cui il presidente americano è ossessionato da lei. L’ex segretario di Stato ha parlato durante un forum a Little Rock, in Arkansas, dove è andata a celebrare il 25esimo anniversario della vittoria presidenziale del marito e i 13 anni di vita del centro a lui intitolato.

Cristiana Pegoraro: l'arte di suonare per promuovere (e raccontare) la musica classica

La pianista e compositrice italiana è tornata a Carnegie Hall. Di origini ternane, vuole svecchiare un genere musicale che secondo lei sopravviverà. Il suo messaggio: aprire il cuore all'arte

 

Il Mondiale delle escluse, l'idea che arriva dagli Usa

Molte nazionali di rilievo non andranno in Russia. Perché, allora, non organizzare un torneo tra loro, sull'esempio del basket universitario statunitense?
Ap

L'idea nasce negli Stati Uniti, dove il precedente - nel basket - esiste già: perché non organizzare un Mondiale di calcio con le nazionali escluse? A proporlo è il giornalista statunitense Andrew Joseph su Usa Today, ma l'idea era già da ore in circolo sui social network. Italia, Stati Uniti, Paesi Bassi e Cile sono solo alcune delle grandi escluse dal Mondiale del prossimo anno in Russia, che hanno fatto sprofondare nella tristezza i fan e provocato danni enormi anche a chi aveva investito sulla loro qualificazione, come le televisioni. Perché, allora, non organizzare un Mondiale a inviti, come succede per il basket universitario negli Stati Uniti con il Nit? Nit sta per National Invitational Tournament, sarcasticamente ribattezzato 'Not in Tournament', corrispondente peraltro alla verità: nata prima del campionato Ncaa, è poi diventata la competizione di consolazione per le squadre escluse dal grande torneo.

Trump vuole nuove misure per difendere Usa da Nordcorea

Il presidente americano ha suggerito al Congresso di approvare lo stanziamento di 4 miliardi di dollari: serviranno per costruire sistemi informatici in grado di fermare le testate di Pyongyang prima che escano dai confini dello Stato.
AP

Nonostante gli Stati Uniti abbiano un sistema di difesa sicuro e costato più di 100 miliardi di dollari, l'amministrazione Trump si prepara ad aumentare le precauzioni per difendersi dagli attacchi missilistici della Corea del Nord.

L'amministrazione Trump conferma: riforma fiscale entro Natale

Resta da vedere se la promessa del presidente Usa verrà mantenuta. La Camera ha approvato la bozza ma l'iter al Senato sembra più complicato. Mnuchin: siamo fiduciosi

L'amministrazione Trump continua a essere convinta che una riforma fiscale verrà sottoscritta dal presidente in carica entro Natale. Per Donald Trump sarebbe la prima vittoria legislativa da quando mise piede alla Casa Bianca il 20 gennaio 2016. A confermare la tempistica promessa dal governo è il segretario al Tesoro, Steven Mnuchin.