Caso Russia, Trump twitta e ammette: "Sono indagato"

Il presidente Usa accusa il vicesegretario alla Giustizia, Rod Rosenstein, di guidare la 'caccia alle streghe'
Ap

"Sono [stato messo] sotto indagine per aver licenziato il direttore dell'Fbi (James Comey, ndr) dall'uomo che mi ha detto di licenziare il direttore dll'Fbi (il vicesegretario alla Giustizia, Rod Rosenstein, ndr]! Caccia alle streghe". Questo l'ultimo tweet pubblicato dal presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, che sta già facendo particolarmente discutere i giornalisti statunitensi, visto che sembra confermare il fatto che sia indagato, come scritto per primo dal Washington Post; sembra inoltre che Rosenstein sia entrato nella lista delle persone da screditare, dopo essere stato l'uomo con cui Trump si era fatto scudo, affermando di aver licenziato Comey su raccomandazione del vicesegretario, salvo poi dichiarare in televisione che lo avrebbe comunque licenziato. Ora, invece, Trump lo considera la persona che guida la "caccia alle streghe".

Rosenstein ha affidato le indagini sull'interferenza russa nelle elezioni presidenziali statunitensi e sui possibili legami tra lo staff di Trump e il Cremlino a un procuratore speciale, l'ex direttore dell'Fbi, Robert Mueller, che starebbe indagando sulla possibilità che il presidente abbia cercato di ostacolare la giustizia, come emergerebbe dalla conversazione tra Trump e Comey sulle indagini dell'Fbi sull'ex consigliere per la sicurezza nazionale, Michael Flynn, in merito ai rapporti con i russi.

Rosenstein è una figura centrale nel 'caso Russia': con il segretario Jeff Sessions che si è dovuto fare da parte, a causa dei suoi incontri con l'ambasciatore russo in campagna elettorale, è lui al vertice ed è a lui che il direttore dell'Fbi e il procuratore speciale, da lui nominato, riferiscono. Ieri sera, Rosenstein aveva diffuso un comunicato 'insolito', in cui avvertiva gli americani di "essere cauti prima di accettare come vere le notizie attribuite a 'funzionari' anonimi", dopo le indiscrezioni sulle indagini su Trump. "Gli americani dovrebbero essere scettici sulle accuse anonime" aveva aggiunto Rosenstein.

Poco prima dell'ultimo tweet, Trump aveva scritto che "i Fake News Media odiano quando uso" l'arma "molto potente" che detiene, ovvero "i social media, con oltre 100 milioni di persone"; un cifra esagerata, basata sulla somma dei follower che ha su Twitter, Facebook e Instagram, contando quindi più volte le stesse persone che lo seguono sulle varie piattaforme. "Dopo 7 mesi di indagini e audizioni delle commissioni sulla mia 'collusione con i russi', nessuno è stato capace di mostrare alcuna prova. Triste!" aveva poi scritto. In un altro tweet di giornata, aveva sostenuto che "nonostante la falsa caccia alle streghe che va avanti in America, l'economia e l'occupazione vanno alla grande".


Altri Servizi

Wall Street, settimana di trimestrali

A mercati chiusi è arrivata quella, superiore alle stime, di Netflix
AP

Amico di Trump inietta capitali in Weinstein Company

Il miliardario Tom Barrack tratta per comprare tutta o parte della società di produzione travolta dagli scandali sessuali del suo co-fondatore, silurato dal club degli Oscar
AP

The Weinstein Company, la società di produzione cinematografica travolta dagli scandali sessuali riguardanti il suo cofondatore Harvey Weinstein, ha raggiunto un accordo preliminare per una immediata iniezione di capitali. A concerderli è Colony Capital, società di investimento di Tom Barrack (amico di lunga data del presidente americano Donald Trump). A comunicarlo è stata l'azienda stessa, che ha iniziato un periodo di negoziati che potrebbe portare Colony Capital a comprare tutto o parte del gruppo che - tra gli altri - ha prodotto film come "Lion" e che ha distribuito "The Hateful Eight" di Quentin Tarantino.

Cook: "La realtà aumentata cambierà la nostra vita, ma gli occhiali smart non sono ancora pronti"

L'amministratore delegato di Apple, intervistato dall'Independent, non parla solo di tecnologia: "La vita sarebbe così tanto più facile se solo trattassimo tutti con dignità e rispetto"
iStock

La realtà aumentata (AR) cambierà la nostra vita. Ne è convinto Tim Cook, l'amministratore delegato di Apple, che ha rilasciato un'intervista all'Independent. La società di Cupertino ha realizzato ArKit, una piattaforma che "offre un'opportunità commerciale a tutti i progetti basati sull'AR; senza questa opportunità non ci sarebbero 15 milioni di persone pronte a sviluppare le proprie passioni con la realtà aumentata".

Il Ceo di Blackrock: Bitcoin un "indice del riciclaggio di denaro"

Laurence Fink si unisce a James Dimon, numero uno di JP Morgan, nel criticare la criptovaluta. Lagarde non esclude che l'Fmi possa arrivare a svilupparne una sua

"Un indice del riciclaggio del denaro". Così il Ceo di Blackrock ha definito Bitcoin. E' stato Laurence Fink, l'uomo a capo del più grande gruppo di asset management al mondo, a lanciare l'ultimo attacco contro la criptovaluta già definita una "frode" dall'amministratore delegato di JP Morgan, che dopo l'ennesima critica sulla valuta digitale ha promesso che non si pronuncerà più sull'argomento.

Netflix: gli iscritti al di fuori degli Usa spingono i conti

Nel terzo trimestre conquistati 5,3 milioni di nuovi abbonati di cui 85mila in Usa e 4,45 milioni all'estero. Utili +150% a 130 milioni di dollari; ricavi +30,3% a 2,98 miliardi. Anche l'outlook superara le stime degli analisti
AP

Ecco la startup di New York che porta nel cloud il guardaroba a noleggio

Con 89 dollari al mese, Rent the Runway permette di scegliere quattro capi. Lanciato il primo spot con cui preannuncia la fine delle cabine armadio
Rent the runway

Casa Bianca: taglio aliquote aziendali sosterrà i salari. I democratici: matematica fake

I consiglieri economici di Trump sostengono che riducendola al 20% dal 35%, i redditi delle famiglie saliranno almeno di 4mila dollari l'anno
AP

Haley, il falco dietro la scelta di Trump sull'Iran: "Gli Usa rimarranno nell'accordo sul nucleare solo se migliorato"

L'ambasciatrice alle Nazioni Unite ha spinto il presidente a non certificare il rispetto dell'intesa da parte di Teheran. "Ora cambiamo in meglio l'intesa, nell'interesse americano"
Ap

L'ansia, un disturbo sempre più diffuso tra gli adolescenti americani

È la storia di copertina dell'ultimo numero del New York Times Magazine ed è la più letta della settimana sul sito nytimes.com

Amazon sbarcherà nel mercato dell'abbigliamento sportivo (con il proprio marchio)

Lo rivela Bloomberg. La società di Bezos starebbe già lavorando con alcuni produttori di Taiwan