Chelsea Manning su Vogue in costume da bagno

L'ex analista diventata talpa fotografata da Annie Leibovitz nella leggendaria September Issue della rivista di moda
Vogue

Chelsea Manning, l'ex analista dell'esercito americano diventato talpa, sarà nel numero più prestigioso di Vogue America: la leggendaria "September Issue", l'edizione più attesa della rivista (tanto che il documentario su Anna Wintour, la sua celeberrima direttrice - a cui è ispirato il personaggio di Meryl Streep ne "Il Diavolo veste Prada" - si intitola proprio così: "The September Issue").

In occasione del 125esimo anniversario del magazine di moda, la celebre fotografa Annie Leibovitz l'ha fotografata su una spiaggia con indosso un costume intero color rosso. In un tweet che riprende quello scatto, Manning ha scritto: "Suppongo che questa sia la libertà". La 29enne - condannata a 35 anni di prigione nel 2013 per avere inviato a WikiLeaks centinaia di migliaia di documenti top secret sull'Iraq - si racconta in un'intervistata con Nathan Heller.

Perdonata dopo sei anni di prigione da Barack Obama (fu l'ultimo suo grande atto da presidente Usa), Manning aveva annunciato di essere transgender nel giorno della sua sentenza, e si era poi sottoposta a una terapia ormonale mentre era in carcere.

Nell'intervista, Manning parla della sua infanzia in Oklahoma, della separazione dei suoi genitori, della confusione durante gli anni della crescita in merito alla sua sessualità e identità di genere e della sua decisione di entrare a fare parte dell'esercito nel 2007 nella speranza che ciò l'avrebbe aiutata a "capire sé stessa". Assumendosi le responsabilità per avere fatto la talpa ("E' importante capire che quando qualcuno è testimone delle cose sbagliate che fa un governo, non ci sono i mezzi a disposizione per fare qualcosa"), Manning ha parlato anche del tempo trascorso in prigione e dei tentati suicidi.

Altri Servizi

Wall Street, si allentano le tensioni sulla Corea del Nord

Oggi al via la settimana dell'apertura dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite
AP

Il gran finale di Cassini, dopo 13 anni si schianta su Saturno

Lanciato nel 1997, il progetto della Nasa in collaborazione con l'Esa e l'Italia ci ha fatto capire come funziona il sistema di Saturno e studiare la luna Encelado su cui ci potrebbero essere le condizioni per la vita
AP

Dopo averci raccontato Saturno e le sue lune per 13 anni, facendoci scoprire che Encelado potrebbe sostenere la vita, Cassini ha finito il suo viaggio. Oggi alle 12.30, ora italiana, la sonda si è schiantata sul pianeta entrando nell'atmosfera a una velocità di 120.000 chilometri all'ora. L'intero processo è durato pochi minuti: Cassini ha preso fuoco dopo essere entrato in contatto con l'atmosfera di Saturno e poi è sparito all'interno delle nubi presenti sul pianeta. L'ultimo segnale è arrivato in una stazione australiana alle 13.55, sempre facendo riferimento all'ora italiana, visto che le comunicazioni hanno un ritardo di un'ora e mezza, data la distanza di almeno 1,3 miliardi di chilometri.

Oracle: conti sopra le stime grazie al cloud ma l'outlook delude

Il Ceo Mark Hurd: cresciamo più rapidamente di Salesforce. Prima un record poi -4,5% nel dopo-mercato
AP

Il titolo Oracle ha raggiunto ieri nuovi record nel dopo mercato a Wall Street sulla scia di conti superiori alle stime. Ma poi ha perso quota a causa di guidance deludenti fornite durante una call.

Mercoledì è il giorno del Fed. Ma non è atteso un rialzo dei tassi

L'attenzione è tutta dedicata all'inflazione e al taglio del budget da 4.500 miliardi di dollari

Questa settimana, oltre all'apertura della settantaduesima assemblea generale dell'Onu, ci sarà l'incontro dei governatori della Federal Reserve. Mercoledì non è atteso alcun rialzo dei tassi, visto che la banca centrale americana vuole procedere con il terzo e ultimo taglio più avanti, entro la fine del 2017. Gli investitori guarderanno soprattutto a come la Fed parlerà di inflazione e all'inizio del programma di taglio del budget che negli ultimi anni ha raggiunto 4.500 miliardi di dollari.

Apple: il Senato Usa vuole spiegazioni su sicurezza Face ID nell'iPhone X

Il gruppo chiamato a rispondere a una serie di domande entro il 13 ottobre. Promette, per esempio, di non cedere i dati biometrici a scopi commerciali? E come ha catturato un miliardo di facce per lo sviluppo della funzione?
Apple

Il presidente della sottocommissione Giudiziaria del Senato dedicata a privacy e tecnologia ha scritto una lettera al Ceo di Apple chiedendo informazioni su Face ID, la funzione di riconoscimento facciale inclusa nel nuovo iPhone X da mille dollari.

Le promesse di Trump si scontrano con la realtà

Il presidente alle prese con le difficoltà di essere alla Casa Bianca. La sconfitta più netta è quella sull'Obamacare

Ogni presidente ha fatto promesse che non poteva rispettare, ma sono pochi quelli che le hanno fatte con la stessa spontaneità (e superficialità) di Donald Trump. Quello che il 45esimo capo di Stato sta velocemente imparando è che guidare la Casa Bianca non è come condurre un'azienda e alcune delle 'sparate' in campagna elettorale non possono reggere alla realtà di Washington. Axios ha controllato a che punto sono alcune di queste promesse.

La Nba entra nell'era digitale: un chip nelle divise in vendita per connettere i fan alle squadre

Una rivoluzione nella fruizione della pallacanestro, che sposta anche i confini della privacy: la Nike otterrà una mole di informazioni sui clienti senza precedenti

Le immagini prepartita, la playlist del campione preferito, le azioni salienti al termine dell'incontro. Tutto grazie alle nuove divise delle squadre della Nba, da quest'anno prodotte da Nike, che ha preso il posto di Adidas (con un contratto di otto anni).

Il 65% della Florida senza elettricità ma Irma fa meno paura, Dow sopra i 22mila punti

Si stimano costi inferiori legati all'uragano. Per Moody's spaziano dai 150 ai 200 miliardi di dollari includendo anche Harvey
AP

Per la prima volta dal 16 agosto, il Dow Jones Industrial Average ha chiuso una seduta a Wall Street sopra la soglia dei 22mila punti e l'S&P 500 ha messo a segno il suo 31esimo record del 2017. E' successo all'indomani dell'arrivo dell'uragano Irma in Florida, dove oltre 6,5 milioni di persone sono rimaste senza elettrocità; questo significa che il 65% dello Stato è al buio.

La Corte Suprema sta con Trump, stop (per ora) a ingresso di rifugiati

Terzo intervento ad interim del massimo organo giudiziario americano in vista di una decisone sulla costituzionalità del travel ban. Intanto pressing della Casa Bianca per ridurre sotto 50mila il numero di rifugiati da ammettere nei prossimi 12 mesi
AP

Il massimo organo giudiziario americano si è schierato a favore di Donald Trump, impedendo a molti rifugiati di mettere piede negli Stati Uniti. Il tutto mentre la Casa Bianca, ha rivelato il New York Times, spinge per abbbassare al di sotto di 50mila il numero di rifugiati da accogliere nel corso del prossimo anno fiscale, il minimo da almeno 1980.

Wall Street, timori per il nuovo missile nordcoreano

Atteso il dato sulla fiducia dei consumatori
AP