Christie’s vende orologio Cartier di Jackie Kennedy

Il valore dell’orologio della vedova del 35esimo presidente americano è stimato tra i 60.000 e i 120.000 dollari. C'è anche un quadro realizzato dall'ex first lady mai visto dal pubblico

La casa d’aste Christie’s di New York ha annunciato la vendita di un orologio Cartier in oro 18 carati appartenuto a Jacqueline Kennedy Onassis. L’oggetto, che verrà presentato ai potenziali acquirenti il 21 giugno prossimo, rappresenta il fiore all’occhiello dell’annuale vendita intitolata New York Rare Watches and American Icons e organizzata da Christie’s. Il valore dell’orologio della vedova del 35esimo presidente americano è stimato tra i 60.000 e i 120.000 dollari.

Un dono del cognato, il principe Stanisław "Stas" Radziwiłł, l’orologio fu indossato dall’ex first lady per decenni, come dimostrano numerose fotografie. Su di esso è riportata l’incisione: “Stas to Jackie 23 Feb. 63 2:05 am to 9:35 pm”. In pratica, si deduce che l’oggetto è un regalo di Stas per Jackie, consegnato il 23 febbraio del 1963; a seguire sono indicati due orari, le 2.05 del mattino e le 9.35 di sera, che indicano rispettivamente l’inizio e la fine di una escursione a cui il cognato stesso aveva preso parte su richiesta di Jackie (erano stati invitati anche l’amico della famiglia Kennedy, Chuck Spalding, e l’agente del Secret Service Clint Hill). Jackie non partecipò alla scampagnata ma seguì i tre controllando a intervalli che stessero bene. L’iniziativa voluta dall’ex first lady si inseriva in quelle promosse dal marito JFK per convincere gli americani a fare attività fisica. Si trattava di un tema caro all’inquilino della Casa Bianca, che dopo la sua elezione scrisse sulla rivista Sport Illustrated un articolo intitolato “The Soft American”. Alla fine del 1962 l’allora presidente scoprì un ordine esecutivo del 1908 con cui Theodore Roosevelt sfidava i Marines a percorrere 50 miglia, quasi 90 chilometri, in 20 ore. Da qui la sfida lanciata da Jackie.

L’orologio è venduto insieme a un dipinto (fino ad oggi sconosciuto al pubblico) realizzato da Jackie nel 1963 come dono allo stesso cognato e in memoria dell’escursione.

John Reardon, responsabile delle vendite internazionali di orologi per Christie’s, ha dichiarato: “L’orologio Cartier di Jacqueline Kennedy Onassis è un oggetto ricco di emozioni, amore, e storia. Insieme al dipinto realizzato da Jackie, cattura lo spirito di un’altra era, di un tempo in cui il valore dell’amicizia e l’attitudine positiva e propositiva di quella generazione facevano sembrare tutto possibile”.

In memoria di lady Kennedy, Christie’s ha affermato che parte dei ricavi saranno devoluti al National Endowment for the Arts, agenzia indipendente del governo degli Stati Uniti per il sostegno e il finanziamento di progetti di eccellenza artistica nel Paese.

Christie's
Christie's
Altri Servizi

Goldman Sachs batte le stime nonostante rallentamento del trading

Nei tre mesi a giugno Goldman Sachs ha riportato profitti netti sostanzialmente invariati rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, mentre l'utile per azione è aumentato del 6%.

Nei tre mesi a giugno Goldman Sachs ha riportato profitti netti sostanzialmente invariati rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, mentre l'utile per azione è aumentato del 6%. Il dato è stato superiore alle previsioni, nonostante le difficoltà nelle attività di trading. Goldman si inserisce dunque nel solco delle rivali, come JPMorgan Chase e Citigroup, che hanno visto rallentre il trading. 

Trump: "Lasciamo fallire l'Obamacare". I democratici pronti a una riforma bipartisan

Il presidente Usa, amareggiato per l'ennesimo fallimento in Congresso sulla riforma sanitaria, prova a scaricare la responsabilità sugli avversari. Che rilanciano: "Porta aperta, lavoriamo insieme per migliorarla"

"Il mio piano ora è lasciar fallire l'Obamacare". Lo ha detto il presidente statunitense, Donald Trump, nel primo commento davanti ai giornalisti dal fallimento in Senato della proposta di legge per abrogare l'Obamacare e approvare una nuova riforma sanitaria. Trump, come già scritto su Twitter, punta inoltre a fare di tutto per conquistare più seggi in Congresso alle elezioni di metà mandato, in modo da rafforzare la maggioranza e avere i voti per le sue riforme; il presidente, come su Twitter, ha accusato i democratici di fare solo ostruzionismo. "Credo che siamo nella posizione di lasciare che l'Obamacare fallisca. Non sarà responsabilità mia o dei repubblicani. Lasciamo che l'Obamacare fallisca e i democratici verranno da noi" ha aggiunto.

Amazon vuole trasformarci in chef. Blue Apron a picco a Wall Street

Depositato uno slogan di otto parole che fa capire come il colosso voglia vendere kit per preparare un pasto, come quelli distribuiti dalla piccola azienda

Dai supermercati ai kit per preparare un pasto completo. Dopo aver annunciato di voler acquistare il gruppo Whole Foods, operazione su cui il governo Usa ha acceso un faro, Amazon si avventura in un mercato nuovo: in pratica, il colosso americano del commercio elettronico punta a trasformare i suoi consumatori in chef.

Rally del titolo Netflix: boom degli utenti

Il sito di video in streaming ha registrato ricavi e guidance superiori alle stime
iStock

Il titolo Netflix nel dopo mercato a Wall Street ha viaggiato a livelli record grazie alla pubblicazione di una trimestrale caratterizzata da un boom di nuovi utenti e ricavi superiori alle stime. Anche le guidance sono risultate migliori del previsto.

Apple: voci di ritardi, niente iPhone 8 fino a novembre?

Secondo indiscrezioni di stampa, ci sono problemi con i sensori 3D per il riconoscimento del volto

Il tanto atteso iPhone 8 potrebbe non arrivare nei negozi fino almeno a novembre a causa di ritardi nella produzione. È quanto sostiene il quotidiano cinese Economic Daily News, ripreso dal sito taiwanese DigiTimes. Se le indiscrezioni, che ricalcano le preoccupazioni degli analisti a Wall Street, fossero confermate, il nuovo modello dello smartphone realizzato da Apple non verrebbe lanciato a settembre, come successo per tutti i modelli precedenti.

KKR indica i successori dei suoi fondatori

Mossa storica per il settore di riferimento. A Scott Nuttall e Joseph Bae la gestione quotidiana del gruppo. Henry Kravis e George Roberts restano co-Ceo

Per la prima volta nella sua storia, la società di private equity KKR ha indicato i successori ai suoi fondatori. La mossa rappresenta una novità per il settore di riferimento, dove prevale la segretezza sui piani di successione.

Riforma sanitaria, McCain convalescente inguaia i repubblicani

Operato all'occhio, avrà bisogno di almeno una settimana di riposo. Ma il suo voto è necessario in Senato per far andare avanti l'iter per il Trumpcare

L'operazione all'occhio a cui è stato sottoposto il senatore statunitense, John McCain, è stata più delicata del previsto e la sua convalescenza durerà almeno una settimana. Una notizia per niente positiva per il Grand Old Party, che ha bisogno della presenza di McCain in Senato per votare la riforma sanitaria presentata la scorsa settimana, già a rischio di bocciatura. I leader del partito, inoltre, temono che il rinvio della votazione procedurale per portare la discussione in Aula permetta al fronte contrario al testo di rafforzarsi. Più sarà ritardata, più aumenteranno le possibilità di un nuovo fallimento.

Wall Street, giornata di dati macro e trimestrali

In agenda i risultati di Morgan Stanley, Alcoa, American Express e T-Mobile Us
AP

Sconfitta per Trump su Obamacare, Senato non ha voti per abrogare e sostituire la riforma

I repubblicani, che hanno ammesso la sconfitta, pensano ora alla possibilità di mettere a punto un testo che cancelli solamente l'Affordable Care Act, senza sostituirlo.

Per il momento l'Obamacare resta, in quella che ha tutto il sapore della sconfitta per il presidente Donald Trump. I leader repubblicani al Senato hanno gettato la spugna e abbandonato gli sforzi per abrogare e contemporaneamente sostituire ampie parti dell'Affordable Care Act, la riforma della sanità voluta da Barack Obama.