Christie’s vende orologio Cartier di Jackie Kennedy

Il valore dell’orologio della vedova del 35esimo presidente americano è stimato tra i 60.000 e i 120.000 dollari. C'è anche un quadro realizzato dall'ex first lady mai visto dal pubblico

La casa d’aste Christie’s di New York ha annunciato la vendita di un orologio Cartier in oro 18 carati appartenuto a Jacqueline Kennedy Onassis. L’oggetto, che verrà presentato ai potenziali acquirenti il 21 giugno prossimo, rappresenta il fiore all’occhiello dell’annuale vendita intitolata New York Rare Watches and American Icons e organizzata da Christie’s. Il valore dell’orologio della vedova del 35esimo presidente americano è stimato tra i 60.000 e i 120.000 dollari.

Un dono del cognato, il principe Stanisław "Stas" Radziwiłł, l’orologio fu indossato dall’ex first lady per decenni, come dimostrano numerose fotografie. Su di esso è riportata l’incisione: “Stas to Jackie 23 Feb. 63 2:05 am to 9:35 pm”. In pratica, si deduce che l’oggetto è un regalo di Stas per Jackie, consegnato il 23 febbraio del 1963; a seguire sono indicati due orari, le 2.05 del mattino e le 9.35 di sera, che indicano rispettivamente l’inizio e la fine di una escursione a cui il cognato stesso aveva preso parte su richiesta di Jackie (erano stati invitati anche l’amico della famiglia Kennedy, Chuck Spalding, e l’agente del Secret Service Clint Hill). Jackie non partecipò alla scampagnata ma seguì i tre controllando a intervalli che stessero bene. L’iniziativa voluta dall’ex first lady si inseriva in quelle promosse dal marito JFK per convincere gli americani a fare attività fisica. Si trattava di un tema caro all’inquilino della Casa Bianca, che dopo la sua elezione scrisse sulla rivista Sport Illustrated un articolo intitolato “The Soft American”. Alla fine del 1962 l’allora presidente scoprì un ordine esecutivo del 1908 con cui Theodore Roosevelt sfidava i Marines a percorrere 50 miglia, quasi 90 chilometri, in 20 ore. Da qui la sfida lanciata da Jackie.

L’orologio è venduto insieme a un dipinto (fino ad oggi sconosciuto al pubblico) realizzato da Jackie nel 1963 come dono allo stesso cognato e in memoria dell’escursione.

John Reardon, responsabile delle vendite internazionali di orologi per Christie’s, ha dichiarato: “L’orologio Cartier di Jacqueline Kennedy Onassis è un oggetto ricco di emozioni, amore, e storia. Insieme al dipinto realizzato da Jackie, cattura lo spirito di un’altra era, di un tempo in cui il valore dell’amicizia e l’attitudine positiva e propositiva di quella generazione facevano sembrare tutto possibile”.

In memoria di lady Kennedy, Christie’s ha affermato che parte dei ricavi saranno devoluti al National Endowment for the Arts, agenzia indipendente del governo degli Stati Uniti per il sostegno e il finanziamento di progetti di eccellenza artistica nel Paese.

Christie's
Christie's
Altri Servizi

Wall Street chiusa per il Martin Luther King Day

Non sono in calendario dati e trimestrali, riflettori puntati sul salone dell'Auto di Detroit
AP

Spotify vuole rivoluzionare le Ipo a Wall Street: per banche commissioni più basse

I tre adviser di Spotify, Goldman Sachs, Morgan Stanley e Allen & Co, si divideranno probabilmente commissioni per 30 milioni di dollari, cifra che potrebbe cambiare in base alle dimensioni della società al momento del debutto e al successo della quotazio
iStock

Spotify ha rivoluzionato il mondo della musica con il proprio servizio di streaming. Ora la società svedese si prepara a fare lo stesso anche con Wall Street: le banche che stanno lavorando alla quotazione del gruppo, che seguirà una procedura inconsueta, riceveranno commissioni molto più basse rispetto a quelle consuete.

Per Astaldi contratto da 108 milioni di dollari per costruire una tratta autostradale in Usa

È prevista la costruzione di 8 chilometri di nuova autostrada lungo il tracciato State Road 429–State Road 46 (Wekiva Parkway, Sezione 7A), compresi 12 ponti e tutte le opere connesse.

Contratto negli Stati Uniti per Astaldi. La società, uno dei principali contractor in Italia e tra i primi 25 a livello europeo nel settore delle costruzioni, si è aggiudicata un appalto da 108 milioni di dollari per la realizzazione di una tratta dell'autostrada Wekiva Parkway, in Florida.

La nipote di Martin Luther King difende Trump: "Non è razzista e le sue politiche aiutano gli afroamericani"

Nel giorno in cui si festeggia negli Stati Uniti il Martin Luther King Day, la figlia del fratello minore del premio Nobel per la Pace difende il presidente, che dice: "Il sogno di Martin Luther King è il nostro sogno, è il sogno americano".

La nipote di Martin Luther King difende Donald Trump. Alveda King, figlia del fratello minore del premio Nobel per la Pace, ex deputata democratica statale in Georgia e ora dichiaratamente repubblicana e collaboratrice di Fox News, ha preso le parti del presidente degli Stati Uniti, sottolineando le opportunità economiche che sta dando agli afroamericani.

Trump all'attacco: non sono razzista, su immigrazione democratici mi ostacolano

Il presidente ha spiegato di voler concludere un accordo sull'immigrazione, ma di essere ostacolato dagli avversari democratici: "Noi siamo pronti, desiderosi e capaci di ottenere un accordo sui Daca", ha detto.
AP

"Non sono razzista. Sono la persona meno razzista che abbiate intervistato, questo lo posso dire per certo". Donald Trump, parlando dalla Florida, prova ancora a gettare acqua sul fuoco delle polemiche, come aveva già fatto venerdì, e a placare il vespaio scatenato da alcune sue presunte frasi molto poco "politically correct" su Paesi come Haiti riportate la settimana scorsa dal Washington Post.

Con Trump, gli Usa puntano a più pene di morte per punire crimini violenti

Il favore dell'opinione pubblica americana per questo tipo di pena è tuttavia ai minimi di 45 anni fa
Il segretario alla Giustizia, Jeff Sessions Ap

Dagli Stati Uniti sono arrivati i primi segnali di come, per punire crimini violenti, il dipartimento di Giustizia nell'era Trump voglia un uso maggiore della pena di morte rispetto ad amministrazioni precedenti. E questo, nonostante il favore dell'opinione pubblica verso questa misura sia calato: secondo un sondaggio di Gallup risalente a ottobre, l'ultimo disponibile sull'argomento, il 55% degli americani adulti è favorevole a spedire nel braccio della morte gli autori di omicidi; si tratta di minimi di 45 anni fa.

Fca scommette su Jeep e Ram. Marchionne, "non abbiamo bisogno di nessuno"

Il gruppo tira dritto da stand alone. Target 2017 e 2018 confermati. Dividendo? Meglio un buyback. Un futuro in politica? "Nemmeno di notte"
Fca

Detroit - Per avere più chiarezza sul futuro di Fiat Chrysler Automobiles in Italia bisognerà aspettare il nuovo piano industriale, che verrà presentato il primo giugno prossimo con ogni probabilità a Balocco. Ma la rotta del gruppo, specialmente in Usa, sembra comunque già tracciata e destinata a passare attraverso i veicoli che rendono di più: pickup truck e Suv. "L'azienda ci ha visto lungo spostando la sua attenzione dalle auto ai light truck in Usa", ha detto alla stampa Sergio Marchionne, confermando i target del 2017 e del 2018, anno in cui potrebbe esserci lo spinoff di Magneti Marelli con quotazione solo a Milano.

Boeing sfida Airbus: consegne record nel 2017, ordini ai massimi di sette anni

Il gruppo Usa dice di avere battuto i rivali per il sesto anno di fila; la conferma, la settimana prossima con i dati dell'azienda europea
iStock

Boeing ha detto di avere consegnato nel 2017 più aerei commerciali di ogni altro gruppo rivale per il sesto anno di fila mettendo a segno un record settoriale pari a 763 unità, una in più del suo massimo precedente risalente al 2015. Il target aziendale per 760-765 pezzi è stato dunque superato ma bisogna attendere la settimana prossima per conoscere i dati dell'arcirivale europea di Boeing, Airbus (che a ottobre si aggiudicò i jet della canadese Bombardier rinnovando la sfida con il competitor americano).

SpaceX difende il lancio di un satellite top secret Usa, giallo su sua scomparsa

Si chiama Zuma ed è stato prodotto da Northrop Grumman. L'azienda di Elon Musk: tutto è stato fatto correttamente
AP

Space Exploration Technologies (SpaceX), il gruppo aerospaziale del fondatore di Tesla Elon Musk, ha detto di avere fatto tutto correttamente quando domenica scorsa ha lanciato un satellite spia per conto del governo americano; eppure si intensifica il giallo sull'apparente scomparsa del satellite stesso, nome in codice Zuma.

Il settore farmaceutico italiano va a caccia di investitori a San Francisco

Oggi la seconda edizione della conferenza “Healthcare: Italy on the Move”, in concomitanza con la JP Morgan Annual Healthcare Conference

Si tiene oggi a San Francisco la seconda edizione della conferenza “Healthcare: Italy on the Move”, l'incontro internazionale dedicato alle Scienze della Vita programmato in concomitanza con l'ultimo giorno dell'annuale JP Morgan Annual Healthcare Conference.