Cohn al posto di Yellen? Trump cambia idea

Secondo il Wsj, al presidente non sarebbero piaciute le critice del suo consigliere economico sui suoi commenti sulle violenze di Charlottesville

Difficilmente Donald Trump nominerà Gary Cohn alla guida della Federal Reserve. Lo scrive il Wall Street Journal secondo cui il presidente americano è disposto a prendere in considerazione altri candidati per la poltrona che sarà ricoperta fino al prossimo febbraio da Janet Yellen. Il nome del consigliere economico della Casa Bianca era visto in pole position da quando, in una intervista del 25 luglio scorso, Trump aveva spiegato al giornale finanziario che stava valutando la promozione di Cohn al comando della banca centrale Usa oltre a una conferma della stessa Yellen. Le cose sono cambiate dopo la critica fatta dall'ex presidente di Goldman Sachs al leader Usa in merito alle violenze esplose il 12 agosto scorso a Charlottesville.

Nella città della Virginia i suprematisti bianchi erano scesi in strada per protestare contro la rimozione di una statua di un leader confederato. Contro-manifestanti si erano fatti avanti per dire no al razzismo. Alla fine un neonazista guidò la sua auto contro di loro uccidendo una 32enne e ferendo una ventina di persone. Inizialmente Trump aveva parlado di violenza "da più parti". Poi, dopo 48 ore, aveva accusato esplicitamente il KKK, i suprematisti bianchi e i neonazisti. Il 15 agosto fece una inversione a U e finì per paragonare loro ai manifestanti pacifisti. Un esodo di Ceo dai forum economici presidenziali era già iniziato e visto che era inarrestabile, Trump fu costretto a chiuderli. In una intervista al Financial Times del 25 agosto, Cohn aveva spiegato che l'amministrazione dove fare "meglio e di più" per condannare neonazisti e suprematisti bianchi. Chiaramente al presidente quelle parole non sono piaciute ma va ricordato che Cohn aveva valutato le sue dimissioni.

Il primo settembre scorso Cohn aveva tentato di rassicurare dicendo di avere un "ottimo rapporto" con Trump anche se il Washington Post aveva scritto che il presidente si era irritato per via delle sue parole all'FT. Due giorni prima dal Missouri, durante il primo di una serie di comizi pensati per convincere l'opinione pubblica della necessità di una riforma finanziaria, Trump aveva citato per nome i funzionari che lo avevano seguito. Cohn era presente ma non fu menzionato.

Certo è che a lui e al segretario al Tesoro il presidente ha affidato il compito di siglare un accordo al Congresso per quella che ha promesso essere la più grande riforma del fisco dal 1986. Un portavoce della Casa Bianca, Natalie Strom, si è limitata a dire che Cohn "è concentrato sulle sue responsabilità...inclusa l'opportunità che capita una volta nella vita di realizzare una riforma fiscale che crei posti di lavoro e faccia crescere l'economia". Ma già c'è chi si domanda se non sia lui il prossimo ad essere cacciato dal civico 1600 di Pennsylvania Avenue a Washington. Le indiscrezioni del Wsj sono arrivare nel giorno in cui sono saliti a quattro i posti vacanti nella Fed che Trump protrebbe riempire ridisegnando in modo significativo la banca centrale: il vicepresidente Stanely Fischer ha dato le sue dimissioni.

Altri Servizi

Trump: Putin è sincero, nessuna interferenza nelle elezioni americane

Sull'Air Force One, il presidente Usa ha parlato con i reporter in viaggio con lui in Asia. La Cia non cambia posizione: Putin è colpevole. E poi tra i due spunta un accordo per la pace in Siria.
AP

Le Ivy League e il denaro nei paradisi fiscali

I Paradise Papers hanno rivelato un giro di miliardi off-shore per non pagare le tasse. E adesso il Congresso vuole iniziare a tassare anche le donazioni, dopo anni di opposizione da parte dei repubblicani
iStock

Una seconda ginnasta olimpionica denuncia gli abusi sessuali subiti

Aly Raisman, dopo McKayla Maroney, accusa l'ex medico della nazionale statunitense, Larry Nassar

Pirelli riparte da Alice nel Paese delle Meraviglie per tornare a farci sognare

Ventotto immagini di Tim Walker per raccontare la storia di Lewis Carroll solo con modelli, attori e artisti neri. Tronchetti Provera: “Vogliamo parlare di libertà di espressione e di libertà in ogni senso, portare questo messaggi"

Russiagate, spunta un presunto piano per consegnare Gulen a Erdogan

Il procuratore speciale Mueller indaga sull'eventuale ruolo di Flynn, ex consigliere di Trump

Russiagate, Papadopoulos avrebbe mentito per proteggere Trump

Lo rivela una fonte di Abc News. Intanto, ha un nome la "nipote di Putin" (che non lo è) citata dall'ex consigliere in alcune e-email

News Corp torna all'utile, al lavoro con Google e Facebook per attirare abbonati

Nel suo primo trimestre fiscale, profitti superiori alle stime. Bene anche i ricavi. Il Wall Street Journal contava 1,318 milioni di utenti digitali attivi quotidianamente nei tre mesi al 30 settembre
iStock

Walt Disney: i conti deludono, annuncia nuova trilogia di Guerre Stellari

Ricavi sotto le stime. Pesa un forte calo della divisione cinematografica; si salva quella dei parchi e dei resort nonostante l'effetto negativo sulle attività in Florida dato dall'uragano Irma. No comment su trattative con 21st Century Fox
AP

Ceo di AT&T: regolatori Usa non hanno mai chiesto vendita Cnn

Fonte del governo conferma: mai forzata una tale cessione. Washington preferirebbe che il deal saltasse
iStock

Riforma fiscale: Gop al Senato non taglia aliquota aziendale fino al 2019

Si tratta di un anno dopo il piano della Camera. L'approvazione della legislazione diventa complicata
Shutterstock