Come essere ammessi a una università della Ivy League

Brown, Harvard, Cornell, Princeton, Dartmouth, Penn, Columbia, Yale. La competizione inizia fin dalla prima infanzia

Fin dai primissimi anni i pargoli dei genitori americani più ambiziosi vengono spinti verso una competizione sfrenata per avere accesso alle migliori scuole. L'obiettivo a lungo termine è uno solo: l'accesso a uno dei college migliori, che viene considerato biglietto sicuro per una carriera prestigiosa. La classifica US News & World Report è considerata uno dei sistemi di valutazione più attendibile della qualità dei college e dei master americani. Tra le università più prestigiose ci sono le otto dell'Ivy League, che si piazzano tutte tra i primi 15 istituti universitari della classifica di US News & World Report. Il termine Ivy League nacque per sottolineare l'eccellenza atletica oltre che quella accademica di otto tra le più antiche università americane: Brown, Columbia, Cornell, Dartmouth, Harvard, Pennsylvania, Princeton e Yale. Per avere un'idea della difficoltà di ammissione, Harvard ha ammesso per l'anno accademico 2011 il 6,2% di chi ha fatto domanda. La Cornell University è l'università dell'Ivy League dove è più "facile" essere ammessi, con il 18% di successo delle domande totali.

Strategie

Esistono numerosi servizi di tutor che - a pagamento - forniscono assistenza per la procedura di ammissione alle università più prestigiose. Chi vuole fare domanda per un college o per un Master negli Stati Uniti sappia che la missione non è impossibile, ma ci sono alcuni importanti pre requisiti. Una carriera accademica eccellente, naturalmente, un ottimo inglese, ovvio. Contano molto anche le esperienze extra scolastiche: essere un topo di biblioteca che non ha mai visto il mondo non garantisce un posto a Yale. Per compilare le vostre domande al meglio, ci sono una serie di strategie da seguire:
- Siate obiettivi. Fate domanda quando avete l'esperienza adeguata. Per accedere a una delle università più ambite al mondo, l'eccellenza accademica da sola non basta. Specie per i master un percorso professionale suscita molto interesse. Per tutti o di interessanti le esperienze extra scolastiche (viaggi, volontariato, studio di lingue straniere) è fondamentale.
- Partite per tempo. Sia per i college che per i master, in genere le domande devono essere presentate tra l'autunno e l'inverno dell'anno che precede l'inizio del programma, a gli studenti iniziano a sottoporsi ai test per i college già durante il penultimo anno di scuola superiore. Per gli studenti stranieri spesso è richiesto il test di inglese TOEFL che si fa al computer in istituti specifici e i cui risultati si ottengono in diverse settimane. Altri test richiesti per i college sono i test ACT e SAT. Mentre per chi si scrive ai master il test più comune è il GRE che valuta abilità linguistiche e di calcolo. Il GMAT, test di matematica e inglese, é tipico degli MBA, master of Business Administration.
- Fate i compiti. I siti delle università contengono tutte le informazioni sui college e per come compilare le "application", le domande di ammissione. E' importante studiarle a fondo per capire che cosa si deve fare.
- Network e domande sono fondamentali. Contattare gli uffici di ammissione, le associazioni degli ex alunni, professori e attuali studenti per capire la migliore strategia per essere ammessi. In genere gli americani rispondono alle e-mail e apprezzano chi fa domande, che però devono essere sostenute da una ricerca predente. Contattare un ex alunno chiedendogli qual è il punteggio Toefl necessario per essere ammessi non è una buona idea. E' un'informazione che avreste già dovuto procurarvi dai soli, on-line. 
- Cercate le migliori referenze. Negli Stati Uniti le lettere di presentazione di professori e datori di lavoro sono molto importanti. E' meglio chiederle a qualcuno che vi conosce davvero piuttosto che a qualcuno che ha un nome prestigioso ma non sa chi siete. Più dettagli ci sono meglio è. Suggerire un testo a chi vi deve firmare la referenza è più che legittimo, ma non inventate mai nulla. Il falso negli Stati Uniti è considerato un peccato mortale.
- Fate rileggere le vostre domande a qualcuno di cui vi fidate. Più punti di vista avete meglio è. Se anche chi vi conosce bene si annoia, avete sbagliato qualcosa. Senza contare che un paio di occhi in più permettono di evitare refusi, su cui la tolleranza è zero. 
- Siate interessanti e memorabili. Sottolineate gli aspetti più interessanti di voi nei temi personali (personal essay). Scrivete dei vostri viaggi, di esperienze di volontariato, episodi interessanti o toccanti della vostra vita. L'importante è che emerga la vostra voce e personalità, possibilmente facendo risaltare caratteristiche in linea con il percorso di studi scelto (esperienze che facciano risaltare la cura degli altri per le scuole di medicina, spirito avventuroso, curioso per giornalismo e via dicendo).