Congresso Usa diviso, ma non è un pareggio: ha vinto Trump

Le elezioni di metà mandato hanno rispettato le previsioni: il Gop perde la Camera, ma rafforza la maggioranza in Senato. Il presidente resta forte e potrà impostare la campagna per le presidenziali 2020 nel modo a lui più congeniale: attaccando il nemico

I democratici hanno riconquistato la Camera dopo otto anni, i repubblicani hanno rafforzato la maggioranza in Senato. Le elezioni di metà mandato negli Stati Uniti hanno quindi sancito che il 116esimo sarà un Congresso diviso, dopo i due precedenti a maggioranza repubblicana. Un risultato che, a differenza di quanto si possa pensare, non va archiviato come un pareggio e nemmeno come una vittoria dei democratici, che hanno comunque ottenuto dei segnali positivi da cui ripartire, primi tra tutti la partecipazione popolare e la crescita di una nuova generazione di possibili leader: è stato, infatti, un successo del presidente Donald Trump (qui, un aggiornamento sui risultati una settimana dopo, da cui emerge un risultato migliore per i democratici).

Per analizzare il voto, non si può prescindere da un dato: nella storia del Paese, solo due presidenti hanno guadagnato seggi alle elezioni di metà mandato in entrambe le Camere. Ci riuscirono Franklin Delano Roosevelt nel 1934, durante la Grande Depressione, e George W. Bush nel 2002, dopo gli attacchi dell'11 Settembre. Altro dato su cui riflettere in chiave 2020: nella storia recente, due presidenti democratici, Bill Clinton e Barack Obama, hanno facilmente ottenuto il secondo mandato, nonostante il voto di midterm li avesse puniti due anni prima.

Trump, come probabilmente nessun altro presidente, ha diviso l'opinione pubblica e creato un fermento politico d'opposizione che si è manifestato attraverso le marce delle donne, il movimento #MeToo contro le molestie, la nascita di nuove star del partito democratico e l'affermazione di candidati che sono espressione delle minoranze, e che ha provocato un'affluenza record alle elezioni di metà mandato. Tutto questo, però, non è bastato: l'onda blu che una parte del Paese si augurava per queste elezioni non c'è stata, al massimo "un'increspatura", come ha commentato sarcasticamente Sarah Huckabee Sanders, la portavoce della Casa Bianca. Nel suo primo commento su Twitter, Trump ha parlato di "notte di straordinari successi".

Indubbiamente, il Congresso diviso peserà sulla governabilità del Paese. A vantaggio di chi? Probabilmente dello stesso Trump, che potrà agire nel territorio a lui più favorevole: quello dell'attacco frontale contro il nemico, i democratici, a cui addossare tutte le responsabilità di eventuali fallimenti e dello stallo in Congresso. Oggi, comincia la campagna elettorale di Trump per il 2020.

Trump resta molto forte nelle aree rurali e ha retto all'avanzata democratica in Stati che saranno decisivi alle presidenziali del 2020, come Florida e Ohio, che hanno eletto entrambi un governatore repubblicano. Inoltre, nel partito repubblicano, avanzano le figure sempre più 'trumpiane', come Ron DeSantis, che governerà la Florida: i repubblicani critici di Trump, o comunque più distanti dal suo modo di fare politica, sono quelli che più hanno sofferto in questo ciclo elettorale.

Certo, la maggioranza democratica alla Camera darà il via a un periodo di indagini su Trump - grazie al controllo delle commissioni - in particolare sugli affari di famiglia, sulle sue dichiarazioni dei redditi, sulle eventuali collusioni con la Russia durante la scorsa campagna elettorale presidenziale. I democratici dovranno però essere in grado di offrire altro agli elettori, se vorranno riconquistare la Casa Bianca.

Altri Servizi

Wall Street sotto pressione per Boeing

Il dipartimento dei Trasporti ha aperto un'indagine sull'approvazione della Faa al Boeing 737 Max
AP

Wall Street sotto pressione per Boeing

Il dipartimento dei Trasporti ha aperto un'indagine sull'approvazione della Faa al Boeing 737 Max
AP

Fca: richiama in Usa quasi 900mila vetture, non rispettano standard su emissioni

Epa soddisfatta dell'azione volontaria del gruppo. La mossa segue test condotti dall'azienda e dall'Agenzia per la protezione ambientale. Fca: veicoli sicuri, nessuna multa
FCA

Fiat Chrysler Automobiles ha deciso di richiamare quasi 900mila vetture negli Stati Uniti, per l'esattezza 862.520. La mossa segue test sulle emissioni condotti dall'Agenzia per la protezione ambientale americana (l'Epa) e dall'azienda stessa come richiesto dalla legge. A dare l'annuncio è stata l'Epa, che "dà il benvenuto all'azione di Fiat Chrysler di richiamare volontariemente i suoi veicoli che non rispettano gli standard sulle emissioni Usa".

Wall Street sotto pressione per Boeing

Il dipartimento dei Trasporti ha aperto un'indagine sull'approvazione della Faa al Boeing 737 Max
AP

Kirsten Gillibrand ha ufficialmente lanciato la sua campagna presidenziale

La senatrice è la sesta donna in campo per le primarie democratiche
Ap

La senatrice Kirsten Gillibrand ha ufficialmente lanciato la propria candidatura alle primarie democratiche per le presidenziali statunitensi del prossimo anno, con un video intitolato "Il coraggioso vince", che parte da un verso dell'inno nazionale (Di' dunque, sventola ancora la nostra bandiera adorna di stelle sulla terra dei liberi e la patria dei coraggiosi?) per affermare che il coraggio degli americani può aiutare il Paese a raggiungere risultati come il sistema sanitario universale, il congedo parentale per tutti e una nuova riforma per l'ambiente. "Abbiamo bisogno di un leader che faccia delle scelte notevoli e coraggiose. Qualcuno che non sia spaventato dal progresso. Ecco perché mi candido alla presidenza".

Wall Street, speranze su accordo Usa-Cina

Atteso il dato sulla fiducia dei consumatori di marzo
AP

Boeing: "piena fiducia" nel 737 Max ma vari Paesi ne impediscono l'uso

Regno Unito, Francia e Germania tra le nazioni che puntano su sicurezza. Romney primo senatore Gop a chiedere lo stop all'uso del jet. L'aviazione civile Usa dalla parte del gruppo. Passeggeri preoccupati. Trump: aerei troppo complessi.

Messo sotto pressione dalle autorità dell'aviazione civile nel mondo, Boeing ha diffuso un comunicato difendendo la sicurezza dei suoi jet 737 Max, nei quali ha "piena fiducia".

Federcalcio Usa sorpresa dalla causa per discriminazione intentata dalle giocatrici della nazionale

Carlos Cordeiro ha detto che le atlete non si erano mai lamentate del contratto collettivo. Le campionesse del mondo chiedono di essere pagate (e trattate) come gli uomini
Ap

Il presidente della Federcalcio statunitense, Carlos Cordeiro, ha manifestato la propria sorpresa, e quella dell'organizzazione che presiede, nel prendere atto della causa intentata dalle calciatrici della nazionale per discriminazione di genere. Cordeiro ha detto che non aveva mai sentito lamentele sull'accordo collettivo contrattato e firmato tra le due parti due anni fa.

Lyft lancia il road show per la sua Ipo da 2 miliardi di dollari

Sarà la prima del settore dei trasporti on-demand a quotarsi a Wall Street, ma sarà presto seguita da Uber

Parte lunedì il road show di Lyft per la sua Ipo, durante la quale cercherà di raccogliere fino a due miliardi di dollari, per arrivare a una valutazione di oltre 20 miliardi di dollari. Lyft dovrà cercare di convincere gli investitori a preferire la sua Ipo a quella di Uber, che dovrebbe lanciarla il prossimo mese.

Tesla: Musk difende suoi tweet e attacca Sec, "ha oltrepassato il limite"

Secondo l'autorità di borsa Usa, il Ceo del produttore di auto elettriche ha violato il patteggiamento siglato a settembre
AP

Elon Musk, il Ceo di Tesla, è tornato ad attaccare l'autorità di borsa americana sostenendo che "ha oltrepassato ogni limite in modo senza precedenti".