Corea del Nord, continua il botta e risposta a distanza tra Trump e Kim Jong Un

"Funzionerà soltanto una cosa" twitta il presidente americano, il nostro arsenale "è un potente deterrente" risponde il leader coreano

La crisi internazionale tra Stati Uniti e Corea del Nord continua ad arricchirsi grazie ai contrasti dialettici tra il presidente americano, Donald Trump, e il leader nordcoreano, Kim Jong Un

Da un lato c’è il tycoon che è tornato ad esprimere il suo scetticismo sulla possibilità di trovare un accordo con Pyongyang attraverso i negoziati e per farlo ha scelto il suo strumento preferito: Twitter. Con un tweet criptico ha infatti dichiarato che "funzionerà soltanto una cosa" con la Corea del Nord.

L’unica lettura possibile di queste parole è quella di un attacco preventivo per proteggere gli americani, come già dichiarato nelle scorse settimane. Anche perché il resto del messaggio è stato molto chiaro: "i presidenti e le loro amministrazioni hanno parlato con la Corea del Nord per 25 anni, e stringere accordi o spendere una consistente somma di denaro non ha funzionato", ha scritto Trump. "Gli accordi sono stati violati prima che l'inchiostro - con cui erano stati firmati, ndr - si fosse asciugato, facendo fare la figura degli sciocchi ai negoziatori Usa", ha concluso il tycoon.

Non si è fatta attendere molto la risposta del dittatore nordcoreano che a distanza si poche ore, in una seduta del Comitato Centrale del Partito del Lavoratori, ha definito il suo arsenale un "potente deterrente" che garantisce la sovranità del Paese di fronte alle "protratte minacce nucleari degli imperialisti statunitensi".

Questo ennesimo scambio arriva dopo un’altra dichiarazione non molto chiara da parte di Donald Trump che giovedì scorso, posando per una foto con i vertici militari da lui radunati alla Casa Bianca, aveva detto ai giornalisti: "Ragazzi, sapete che cosa significa? Forse è la quiete prima della tempesta".

Secondo molti quella del presidente americano sarebbe una strategia mediatica volta a destabilizzare il suo rivale nordcoreano facendogli credere di essere anche più instabile di lui. D’altro canto, la ricostruzione del Washington Post di qualche giorno fa ha messo in evidenza come i nordcoreani non riescono a "comprendere" Trump e il suo rapporto con ministri e consiglieri visto che è capace di contraddirli costantemente (il caso Tillerson ne è un’esempio).

Per decifrare i messaggi del presidente americano Pyongyang ha messo insieme una squadra di esperti che studia ogni suo singolo tweet mettendolo in correlazione con le posizioni della Casa Bianca e degli esponenti dell’amministrazione. Un lavoro certosino che non sembra avere fine vista la frequenza con cui il tycoon lancia messaggi su Twitter.

 

Altri Servizi

La Ue gioca d'anticipo sugli Usa, le aziende potranno fare business con l'Iran

Mogherini da New York: verrà creato un 'veicolo speciale' per continuare ad avere a che fare con una nazione che Trump si prepara a punire con nuove sanzioni. Obiettivo: salvare lo storico accordo sul nucleare da cui l'America si è ritirata

L'Unione europea ha preso ulteriormente le distanze da Donald Trump, che lo scorso maggio aveva annunciato il ritiro "unilaterale" degli Stati Uniti dallo storico accordo sul nucleare italiano siglato nell'estate 2015 e che il novembre prossimo imporrà un secondo round di sanzioni contro il settore energetico di Teheran.

Facebook: i due cofondatori di Instagram se ne vanno

Nel 2012 vendettero la app di condivisione di foto per 1 miliardo di dollari. Ora pensano alla loro prossima avventura

I due cofondatori di Instagram, la app per la condivisione di immagini acquistata da Facebook nel 2012 per 1 miliardo di dollari, hanno dato le dimissioni.

Da sinista, l'administrator di UNDP, Achim Steiner, e l'a.d. di Eni, Claudio Descalzi

Eni e il Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo (UNDP) coopereranno per migliorare l'accessibilità a un'energia sostenibile in Africa e per contribuire al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite. La partnership è la prima di questo genere tra lo UNDP e una compagnia energetica globale.

Moavero da NY, pronto a difendere in Europa una manovra per favorire la crescita in Italia

Il ministro degli Esteri chiede alla Ue di fare di più su migranti e Libia. Descalzi (Eni) sulla manovra: "Tutti gli italiani stanno lavorando a livello istituzionale e di imprese per il bene del Paese"

Trump incontrerà Rosenstein giovedì. Dimissioni, licenziamento o tutto fermo fino alle elezioni?

Il vicesegretario alla Giustizia ha nominato il procuratore speciale Mueller e supervisiona le indagini sulle ingerenze di Mosca nel voto del 2016. Dopo voci contrastanti su dimissioni e licenziamento, la notizia dell'incontro
AP

Trump sta con Kavanaugh: "Accuse totalmente politiche"

Il presidente sostiene il giudice nominato per la Corte Suprema

Wall Street, attenzione rivolta ai dazi Usa-Cina in vigore da oggi

Il presidente Trump impregnato a New York per i primi impegni alle Nazioni Unite, in attesa del suo discorso, domani, all'Assemblea generale
iStock

Trump alle Nazioni Unite: focus su Iran, commercio e sovranità

Il presidente Usa alla sua seconda apparizione al Palazzo di Vetro di New York, per la 73esima Assemblea generale. Lo scorso anno, minacciò di "distruggere totalmente" la Corea del Nord; ora si vanta dei nuovi rapporti con Pyongyang (con pochi risultati)
Ap

La guerra di Trump contro gli immigrati poveri

L'amministrazione non vuole concedere visti provvisori e Green Card agli stranieri che ricevano, o potrebbero ricevere, aiuti statali: no al "carico pubblico". E ha già abbassato ai minimi storici il numero massimo di rifugiati da accogliere

Comcast batte Fox all'asta: Sky è sua per 17,28 sterline ad azione (valutazione di 29,7 miliardi)

Dopo 21 mesi, si è conclusa la battaglia per il controllo della pay-tv britannica
Ap