Coronavirus, Trump contro Gm e Ford: "Cominciate a produrre ventilatori, ora!"

Duro attacco del presidente Usa su Twitter, mentre l'emergenza negli Usa si allarga
Ap

Duro attacco del presidente statunitense Donald Trump contro General Motors e Ford, su Twitter, in un momento in cui il Paese cerca risorse e dispositivi per combattere il nuovo coronavirus. "General Motors deve immediatamente aprire la sua fabbrica stupidamente abbandonata di Lordstown in Ohio, o qualche altra fabbrica, e cominciare a produrre ventilatori, ora! Ford, inizia a fare i ventilatori, velocemente!".

"Come sempre, con 'questa' General Motors, le cose non sembrano mai funzionare. Avevano detto che ci avrebbero dato 40.000 ventilatori 'molto velocemente'. Ora dicono che saranno solo 6.000, alla fine di aprile, a un prezzo più alto. Sempre un casino con Mary B. [Barra, l'amministratrice delegata di Gm, ndr]" ha scritto. Trump ha poi aggiunto: "Abbiamo appena comprato molti ventilatori da alcune aziende meravigliose. Nomi e numeri saranno annunciati più tardi!".

Trump ha poi invocato il Defense Production Act, la legge pensata in tempo di guerra per indirizzare la produzione delle aziende verso l’interesse pubblico; solo ieri sera, in un'intervista a Fox News, aveva detto di non averne bisogno, visto che le aziende, compresa Gm, si erano già attivate per produrre ventilatori.

Gm e il suo partner Ventec Life Systems avrebbero pianificato di produrre 200.000 ventilatori e di consegnarli a partire dalla fine di aprile, secondo fonti del sito Bloomberg. Le due società, si legge, erano in attesa dell'ordine e degli assegni dell'amministrazione Trump, dopo aver lavorato per più di una settimana, senza sosta, per convertire la fabbrica di componenti auto di Kokomo, nell'Indiana, in un impianto quasi pronto per iniziare la produzione di ventilatori. L'esitazione della Casa Bianca sarebbe dipesa dal costo per la produzione, superiore al miliardo di dollari.

Gm, dopo i tweet di Trump, ha reso noto che i primi ventilatori saranno costruiti ad aprile e che l'obiettivo è di produrne 10.000 al mese, con la possibilità di aumentare la produzione in seguito.


I casi

Il numero di casi confermati di Covid-19 negli Stati Uniti - ormai il Paese che registra più casi - è salito a 86.012, secondo l'ultimo aggiornamento della John Hopkins University delle 12 di questa mattina (le 17 in Italia). I morti sono 1.301, i guariti 753. Durante una conferenza stampa di ieri, il presidente statunitense Donald Trump ha attribuito il sorpasso alla Cina all'aumento dei test, esprimendo poi dubbi sui casi realmente registrati nel Paese asiatico. Esattamente un mese fa, ricorda il sito Axios, Trump disse che gli Stati Uniti avevano registrato 15 casi di Covid-19 e che "in un paio di giorni questi numeri scenderanno vicino allo zero".


New York

Nello Stato di New York, sono morte 134 persone nelle ultime 24 ore a causa del coronavirus, per un totale di 519. Lo ha comunicato il governatore Andrew Cuomo, in conferenza stampa. Cuomo ha annunciato che cercherà di costruire altri quattro ospedali temporanei per combattere il coronavirus, in modo da aumentare la capacità di 4.000 posti letto. Secondo il governatore, lo Stato avrà bisogno di 140.000 posti letto al momento del picco dei contagi e attualmente ne ha 53.000. Il picco, secondo Cuomo, potrebbe arrivare in 21 giorni. Cuomo ha poi comunicato che le scuole resteranno chiuse almeno fino al 15 aprile; inizialmente, la riapertura era stata programmata per lunedì.

Altri Servizi

Usa: -701.000 posti di lavoro a marzo, la disoccupazione sale al 4,4%

Primi effetti del coronavirus, ma i dati si riferiscono solo fino al 12 marzo, all'inizio dell'applicazione delle misure restrittive per contenere la diffusione della pandemia

Wall Street, attesa per il rapporto sull'occupazione

Petrolio in rialzo dopo il diffuso ottimismo sul taglio della produzione
AP

Usa, effetto coronavirus: 10 milioni di disoccupati in due settimane

La scorsa settimana, 6,6 milioni di nuove richieste di sussidi di disoccupazione, il doppio della settimana precedente
Ap

Wall Street, attenzione alle richieste di disoccupazione

In programma anche il deficit della bilancia commerciale
AP

Coronavirus, Pence: "Situazione Usa comparabile a quella dell'Italia"

Il vicepresidente Usa: "Il futuro è nelle nostre mani". I casi negli Stati Uniti sono 189.633, i morti 4.081

Wall Street riparte dopo il primo trimestre peggiore della sua storia

Oggi atteso il dato sull'occupazione nel settore privato
AP

Trump allenta gli standard ambientali per le auto

Le nuove norme, che cancellano le misure volute da Obama, saranno subito portate in tribunale da Stati e gruppi ambientalisti

Cuomo: "Coronavirus sottovalutato". Nello Stato di New York, 75.795 casi e 1.550 morti

I positivi aumentati del 14% in un giorno, i morti del 27,2%
iStock

Wall Street, resta l'agitazione per coronavirus e petrolio

Dati in programma: indice dei prezzi e fiducia dei consumatori
AP

Coronavirus, Trump: picco a Pasqua, il numero di morti calerà molto entro giugno

Il presidente Usa intervistato da Fox News: "Se non avessi fatto nulla, avremmo rischiato 2,2 milioni di morti; avremo fatto un buon lavoro se saranno al massimo 200.000"
Ap