Calcio: la lega italiana in roadshow fa tappa a New York

Presente anche James Pallotta, presidente della Roma: per lui "è questione di settimane per l’ok al nuovo stadio". Totti? Sarà parte della squadra "per sempre"

La lega calcio Serie A ha fatto tappa a New York nel suo roadshow. Si tratta di un’iniziativa pensata insieme all'advisor Infront Sports & Media (una controllata della conglomerata cinese Dalian Wanda Group), per incontrare i principali stakeholder e per spiegare le innovazioni stilistiche, editoriali e tecnologiche del massimo campionato italiano di calcio. Allo stesso modo, il roadshow rappresenta soprattutto un’occasione per gettare le basi in vista del lancio dell'asta dei diritti internazionali per il biennio 2018-2020. In questo caso, la principale novità è che non saranno più venduti in un solo pacchetto a un’unica agenzia nel mondo, ma saranno suddivisi a seconda dei paesi e delle aree di interesse.

Anna Guarnerio, direttrice dei diritti tv e media di Infront Italy, ha dichiarato: "Il nostro marketing è iniziato quasi un anno fa. Per gli Stati Uniti abbiamo ricevuto manifestazioni d’interesse da parte di diverse emittenti, ma non è l’unica regione interessata alla novità".

Presente all’evento, già passato da Londra (il 13 luglio) e diretto verso l'ultima tappa di Shangai (il 22 luglio), anche James Pallotta, presidente della Roma, che ha annunciato: "È questione di qualche settimana per ottenere l’ok per il nuovo stadio". Pallotta ha aggiunto: "Credo che sia necessario per l’Italia avere una distribuzione mediatica migliore rispetto al passato, siamo pieni di campioni, grandi team e tutti all’estero ci guardano".

Lo scopo è utilizzare di più sia la tecnologia che il digitale, qualcosa che nella società capitolina è già stato fatto come ha spiegato lo stesso presidente giallorosso: "Abbiamo costruito una radio e un sito che producono più contenuti di qualsiasi altro team in Europa".

Per Marco Brunelli, direttore generale della Lega, il successo della Serie A nel mondo è evidente: "Nell’ultima stagione oltre due miliardi di persone hanno guardato le partite della Serie A di calcio italiana". Eppure le innovazioni non riguardano solo il marketing, come ha specificato quest’ultimo, ma anche il gioco: "Siamo all’avanguardia sul piano tecnologico applicato al calcio, saremo uno dei pochissimi campionati a introdurre contemporaneamente dall’anno prossimo sia la goal line technology (il sistema tecnologico che permette di rilevare i gol) che la moviola in campo". Altra importante novità, secondo lo stesso Brunelli, riguarda l’investimento sui giovani: "La nuova ondata verde, giovane, del calcio italiano ci fa enormemente piacere, finalmente tanti club ci stanno credendo e stanno investendo nei giovani".

Tornando a Pallotta, il numero uno giallorosso non ha voluto rilasciare dichiarazioni ai giornalisti sul ruolo di Francesco Totti, che ha appena dato il suo addio al calcio per entrare a far parte della dirigenza della Roma. Effettivamente però è ancora da definire quale sarà la sua mansione da neo dirigente, nonostante lo scorso mese proprio Pallotta aveva dichiarato che l’ormai ex capitano avrebbe ricoperto l’incarico di direttore tecnico. Interrogato durante l’evento Pallotta ha risposto: "Francesco ha iniziato a giocare a undici anni, la sua prima partita con la maglia della Roma è stata a sedici anni. Quindi il suo addio è il maggior cambiamento che il club abbia vissuto. Quando gli abbiamo detto che abbiamo bisogno di lui, ha risposto che sarà parte della Roma per sempre".

Altri Servizi

Messico, la prossima crisi arriverà da Sud

Il presidente eletto Lopez Obrador potrebbe entrare in contrasto con Donald Trump sull'immigrazione. Il rischio è che ne esca perdente
iStock

Dopo la vittoria di Andres Manuel Lopez Obrador alle elezioni presidenziali messicane, i mercati si sono concentrati sulle prospettive economiche di un Paese che rischia la crisi finanziaria. Eppure, il primo e più grande problema della futura amministrazione, in carica dal primo dicembre, potrebbe essere l'immigrazione dall'America Centrale, come scritto da Shannon O'Neil, senior fellow per gli Studi sull'America Latina del Council on Foreign Relations.

Russiagate, Mueller incrimina 12 agenti dell'intelligence russa

Le accuse sono state mosse a tre giorni dall'incontro tra il presidente statunitense, Donald Trump, e l'omologo russo, Vladimir Putin
AP

Trump a May: su Brexit fate come volete, basta che poi facciamo affari

Solito show del presidente Usa nella conferenza stampa con la premier del Regno Unito. Smentisce le critiche e definisce la sua intervista al Sun una 'Fake News'
AP

Wall Street, attenzione rivolta alle trimestrali delle banche

Seguita anche la visita del presidente Trump in Europa
iStock

Trump: "Credo nella Nato, gli alleati pagheranno di più". Ma Macron e Conte lo smentiscono

Il presidente Usa: "La Nato è molto più forte ora. Gli alleati aumenteranno la spesa per la difesa, e anche velocemente". Il presidente francese: "Il comunicato è chiaro: riafferma l'impegno del 2% entro il 2024"
AP

Wall Street, attenzione rivolta al dato sull'inflazione

Occhi puntati anche sulle dispute commerciali
iStock

Vertice Nato, Trump chiede agli alleati un nuovo obiettivo: il 4% del Pil alla difesa

Gli alleati faticano ad avvicinarsi al 2%, come promesso nel 2014 (entro 10 anni)
Ap

Pfizer parla con Trump, rinvia il rincaro dei farmaci

Passo indietro, in attesa del piano del presidente Usa

Vertice Nato, Trump: sull’energia la Germania è “prigioniera” della Russia. Poi assicura: "Rapporto eccezionale" con Berlino

Bilaterale tra il presidente Usa e la cancelliera tedesca, Angela Merkel, per provare a dissipare le tensioni
AP