Dalla riforma fiscale Usa, botta miliardaria (anche) per Morgan Stanley e Deutsche Bank

Gli utili degli ultimi tre mesi del 2017 saranno indeboliti di 1,25 miliardi di dollari per la banca americana e di 1,5 miliardi di euro per quella tedesca. Annunci simili da altri gruppi
iStock

Morgan Stanley si è unita a un gruppo di aziende che subiranno oneri una tantum per via della riforma fiscale approvata in Usa prima di Natale. La banca di Wall Street ha fatto sapere che gli utili degli ultimi tre mesi del 2017 saranno indeboliti di 1,25 miliardi di dollari netti (o 1,4 miliardi lordi).

La botta è dovuta principalmente a cambiamenti nel modo in cui vengono misurati sgravi fiscali noti in Usa come "deferred tax assets". In pratica cambia il modo in cui vengono usate perdite passate per controbilanciare il versamento di tasse future su certi asset. Gli sgravi valgono meno quando l'aliquota aziendale cala (Trump l'ha tagliata in modo permanente al 21% dal 35% e di questo la Corporate America beneficerà nel lungo termine).

L'annuncio arrivato da Morgan Stanely segue quelli simili di gruppi rivali come le connazionali Bank of America, Citigroup, Goldman Sachs e American Expresse; anche la svizzera Credit Suisse e la tedesca Deutsche Bank ne faranno le spese nell'ultimo trimestre del 2017. Nel caso della banca tedesca l'effetto negativo sarà di 1,5 miliardi di euro.

Bank of America ha detto che subirà oneri per 3 miliardi, Citi per 20 miliardi, Goldman per 5 miliardi e AmEx (che ora prevedere conti in rosso tra ottobre e dicembre) per 2,4 miliardi di dollari.

In alcuni di questi casi la botta è dovuta anche al passaggio a un regime territoriale di tassazione e in base al quale gli utili che sono stati accumulati all'estero sotto il vecchio sistema fiscale sono trattati come rimpatriati. Fino ad ora le aziende potevano posticipare il versamento delle imposte Usa fino al rimpatrio degli utili detenuti all'estero. Ora quegli utili vengono tassati al 15,5% se in contanti o prodotti liquidi o all'8% per asset non liquidi come impianti e attrezzature. A quel punto il denaro potrebbe essere riportato in Usa senza punizioni ulteriori.

L'attenzione si sposta sull'inizio della stagione delle trimestrali: si comincia il 12 gennaio con JP Morgan Chase e Wells Fargo.

Altri Servizi

I democratici fanno causa a Russia, Trump e WikiLeaks

Il Comitato nazionale democratico li accusa di aver cospirato contro Clinton alle elezioni presidenziali dello scorso anno
Hillary Clinton

Il partito democratico statunitense ha deciso di fare causa alla Russia, allo staff elettorale di Donald Trump e a WikiLeaks, che avrebbero cospirato contro Hillary Clinton alle elezioni presidenziali statunitensi del 2016.

Furgone sulla folla a Toronto, 9 morti e 16 feriti

Lo ha confermato la polizia. Arrestato il sospetto. Fonti americane a CNN: "Si tratta di un atto volontario"
AP

Sì di Manchin, Pompeo verso la conferma a segretario di Stato

Per ora, l'attuale capo della Cia ha il voto di due democratici in Senato: probabilmente è sufficiente per ottenere l'incarico
Ap

Usa "impazienti" di lavorare con il nuovo governo italiano

Il nostro è un Paese "libero" e capace di scegliere autonomamente la sua strada futura

Gli Usa ammorbidiscono i toni su Rusal, tonfo dell'alluminio

Slitta di quasi 5 mesi la scadenza entro cui le aziende, anche europee, devono tagliare i ponti con il colosso russo sanzionato. Nel frattempo Washington studia se rimuovere le sanzioni, ma Deripaska deve cederne il controllo

Volkswagen verso il ritorno al mercato obbligazionario Usa, prima volta da scoppio dieselgate

Secondo una fonte del Wsj, potrebbe vendere titoli a debito per 1,5-2 miliardi di dollari nel 2018

Cia, 109 ex leader militari protestano contro la nomina di Haspel

La veterana dell'agenzia, scelta dal presidente Trump come nuovo direttore, in passato ha guidato il centro di torture sui presunti terroristi in Thailandia
AP

Wall Street, settimana di trimestrali

Attenzione rivolta soprattutto ai dati delle grandi aziende tech, a partire da Alphabet (Google) e Facebook
iStock

Usa - Cina, prove di disgelo sul fronte commerciale

Il segretario al Tesoro americano Steven Mnuchin ha detto che sta valutando un viaggio in Cina. Poco dopo la risposta di Pechino: “La parte cinese gli da’ il benvenuto”
©Ap

Boxe, fu condannato 100 anni fa. Trump annuncia il perdono per Jack Johnson

Il tycoon ha dichiarato su Twitter la sua intenzione di riabilitare il primo campione del mondo nero dei pesi massimi condannato nel 1913 per “immoralità"