Decine di atleti russi hanno barato a Sochi. Lo dice l'inventore del cocktail dopante

Grigory Rodchenkov era il direttore del laboratorio anti-doping della nazione. Lodato dal presidente Putin, è stato silurato da Mosca dopo le rivelazioni dell'Agenzia Mondiale Antidoping. E ora cerca di stare al sicuro a Los Angeles

Decine di atleti russi alle Olimpiadi invernali di Sochi (Russia), inclusi almeno 15 che hanno portato a casa una medaglia, erano parte di un programma di doping gestito da Mosca, pianificato nel dettaglio per anni e pensato per garantire il dominio ai Giochi. E' quanto ha detto Grigory Rodchenkov, all'epoca il direttore del laboratorio anti-doping della nazione. E' lui ad avere sviluppato un cocktail di sostanze vietate mischiato con alcolici e fornito poi a decine di atleti russi facilitando quello che il giornale newyorchese definisce uno dei più elaborati e riusciti schemi di doping nella storia dello sport.

I dettagli sono stati da lui forniti in tre giorni di interviste messe a punto dal regista americano Bryan Fogel, che sta lavorando a un documentario che vede protagonista proprio Rodchenkov. Il Nyt non ha potuto verificare quanto sostenuto dall'uomo il cui racconto è in linea con quanto emerso da un rapporto diffuso lo scorso anno dall'Agenzia Mondiale Antidoping. Al giornale newyorchese, Rodchenkov ha fornito email con i nomi degli atleti coinvolti nel piano riassunto in tabelle inviategli dal ministero dello Sport prima dei Giochi a Sochi.

Su richiesta del New York Times, il ministro russo dello Sport, Vitaly Mutko, ha rilasciato una dichiarazione dicendo che le ultime rivelazioni "sono la continuazione degli attacchi informativi sullo sport russo".

Stanto a Rodchenkov, membri dei servizi d'intelligence ed esperti anti-doping russi sono stati protagonisti di attività notturne segrete. In pratica hanno sostituito campioni di urina contenenti il cocktail vietato con altri contenenti urina collezionata mesi prima. Ogni notte, per quattro ore, hanno lavorato in un laboratorio nascosto e volutamente poco illuminato. Hanno persino garantito la fuga dei campioni che sarebbero stati incriminati attraverso un buco nel muro grande quanto un pugno. Alla fine dei Giochi olimpici, cos" facendo almeno 100 campioni di urine incriminati sono stati rimossi. E la Russia ha portato a casa il maggior numero di medaglie superando facilmente il suo rivale, gli Stati Uniti. Nessuno degli atleti è stato beccato barare.

"Potete immaginare come lo sport olimpico sia organizzato?", chiede retoricamente Rodchenkov.

Rodchenkov non sembra però pentirsi visto che descrive il suo lavoro a Sochi come "un risultato notevole", l'apice di uno sforzo decennale per perfezionare la strategia di doping russa nelle competizioni internazionali. "Eravamo totalmente attrezzati, esperti e perfettamente pronti per Sochi come mai prima di quel momento. Lavoravo come un orologio svizzero".

Rodchenkov ricevette, su volere del presidente russo Vladimir Putin, la prestigiosa onorificenza russa dell'Ordine dell'Amicizia. Lo scorso novembre però fu lui a essete stato identificato dall'Agenzia Mondiale Antidoping come l'uomo al centro di un programma di doping esteso in Russia. Rodchenkov sostiene che dopo la diffusione del rapporto dell'Agenzia, i funzionari russi gli chiesero di dimettersi. Temendo per la sua incolumità, lui ha deciso di trasferirisi a Los Angeles (California) con l'aiuto del filmaker Fogel.

La tempistica delle sue dichiarazioni arriva in un momento particolare. Nelle settimane a venire i leader del comitato olimpico internazionale decideranno se la Russia potrà partecipare alle Olimpiadi estive del Brasile. Mosca poi si prepara per ospitare la prossima coppa del mondo del 2018.

Altri Servizi

Trump, primo passo verso la costruzione del muro con il Messico

L'amministrazione ha pubblicato una richiesta preliminare per ricevere le proposte delle società interessate ai lavori. L'obiettivo è finire il muro nel 2020, con costi stimati che vanno dai 12 miliardi di Trump ai 38 miliardi della New America Foundation

L'amministrazione del presidente Donald Trump ha mosso il primo passo tangibile verso la costruzione del muro al confine tra gli Stati Uniti e il Messico. Lo U.S. Customs and Border Protection, agenzia federale responsabile del controllo delle frontiere e dell'immigrazione, ha pubblicato una richiesta preliminare per ricevere le proposte delle società interessate ai lavori.

Trump pronto a incontrare Ceo assicurazioni mediche per abolire Obamacare

Il presidente vuole smantellare la riforma entrata in vigore nel 2010. Lunedì 27 febbraio vedrà i vertici di UnitedHealth, Aetna, Blue Cross and Blue Shield, Cigna e Humana

Dopo avere incontrato i leader del settore manifatturiero, finanziario, farmaceutico e retail, Donald Trump si prepara ad accogliere alla Casa Bianca i rappresentanti di gruppi assicurativi. Secondo fonti del Wall Street Journal, il meeting previsto lunedì 27 febbraio ha un obiettivo: incoraggiare quei gruppi a sottoscrivere le misure che il governo Trump sta mettendo a punto in tema di sanità. Perché l'intento è quello di smantellare la riforma sanitaria approvata nel 2010 e tanto voluta dall'allora presidente americano Barack Obama.

Nell'eleggere il suo nuovo leader, il partito democratico sceglie la tradizione

Tom Perez, ex ministro del Lavoro di Obama, ha vinto contro Keith Ellison, il primo parlamentare musulmano, sostenitore di Sanders che avrebbe potuto spostare a sinistra il Dnc
AP

Travolto da una crisi esplosa la scorsa estate con un attacco hacker dalle rivelazioni imbarazzanti e culminata con l'amara sconfitta alle elezioni presidenziali di Hillary Clinton l'8 novembre 2016, il partito democratico americano prova a voltare pagina. Scegliendo la continuità e puntando su un nuovo leader che per la prima volta ha origini ispaniche. Si chiama Tom Perez, 55 anni, ex segretario al Lavoro durante la presidenza di Barack Obama. E' stato scelto nel corso di una riunione di 447 leader democratici giunti ad Atlanta da tutti gli Stati Uniti.

Warren Buffett critica Wall Street ed elogia gli immigrati. E intanto guadagna con Apple

Nella consueta lettera annuale agli azionisti, 'l'oracolo di Omaha' se la prende con gli investitori spericolati e, indirettamente, critica il presidente Trump

Lilesa, il maratoneta in esilio che ha scelto l'Arizona

Alle Olimpiadi, ha vinto la medaglia d'argento, attraversando il traguardo con i polsi incrociati, sopra la testa. Un gesto politico, che non gli ha permesso di tornare in Etiopia
Ap

La Champions League 'saluta' Fox Sports: in Usa sarà trasmessa da Turner e Univision

La Uefa incasserà quasi 100 milioni di dollari all'anno per le partite della maggior competizione europea di calcio; gli accordi validi a partire dal 2018
Ap

Aspettando gli Oscar, tra record, politica e diversità

Il musical "La La Land" è destinato a una pioggia di statuette in una edizione forse piena di critiche a Trump. Per la prima volta, potrebbero essere tre gli attori di colore vincitori
Fence © MMXVI Paramount Pictures Corporation

Cnn e New York Times esclusi da incontro privato alla Casa Bianca

Avvenuto all'interno dell'ufficio del portavoce Sean Spicer ha sostituito la conferenza stampa. Fuori anche The Hill, Politico, BuzzFeed, the Daily Mail, BBC, the Los Angeles Times and the New York Daily News. per protesta AP e Time magazine boicottano

Trump: "Subito il muro, prima del previsto. La pace si basa sulla forza"

Il presidente di nuovo contro molti media mainstream: "Le notizie false sono il nemico del popolo". Davanti agli attivisti conservatori, ha parlato di lavoro e immigrazione
Ap

Trump vuole carceri private, retromarcia rispetto a Obama

Il predecessore del 45esimo presidente sosteneva che le prigioni private siano meno sicure ed efficaci di quelle gestite dal governo