Differenza tra la fiorentina e la bistecca che si mangia a New York

Macellazione, macerazione, cottura. Solo per carnivori.

Una cosa è chiara parlando di bistecche: ne esistono centinaia di tipi. Ma una buona bistecca ha bisogno di diversi passaggi per diventare perfetta. Noi italiani abbiamo la fiorentina, in America, il popolo che con la carne ci fa pure colazione, ha la mitica New York dry aged prime beef. Ma quali sono le differenze tra le due super-carni?

Fiorentina

Si ottiene dalla lombata di un vitellone di razza chianina e nel mezzo ha un osso a forma di t (in America infatti la chiamano T-Bone). La carne viene frollata in una cella frigorifera per alcune settimane in un ambiente umido, quando viene cotta deve essere a temperatura ambiente. La bistecca pesa circa 1,5 chili ed è alta 6 centimetri. Si cuoce su una griglia riscaldata attraverso una brace con carbone di quercia o di olivo. Va cotta senza condimento per cinque minuti per ogni lato e poi cotta (in piedi) dalla parte dell'osso per altri sette minuti. La carne dovrà essere colorita all'esterno, ma rossa all'interno, una volta tagliata.

New York Dry Aged Prime Beef

Una perfetta bistecca dry aged dopo la macellazione viene sottoposta a una frollatura a secco, a differenza della fiorentina che invece non ha bisogno di questo processo. Viene fatta maturare da 21 a 40 giorni a temperatura controllata (1 grado), con un flusso d'aria costante e con una bassissima presenza di umidità. In questo modo la carne, perdendo moltissima acqua, assume il sapore particolare che la caratterizza. Solitamente si usa uno dei tagli più pregiati del manzo, il filetto la parte che si trova direttamente sotto la lombata. La cottura: su una piastra, anche in questo caso la bistecca non deve essere condita o salata. Si serve al sangue o a media cottura.

Dove mangiare la bistecca a New York

Vale il consiglio che abbiamo dato allo sventurato Graziano Graziussi, finito in carcere per essersi dimenticato il portafogli dopo avere mangiato in una steakhouse di Manhattan. Da Peter Luger's la bistecca è strepitosa, ma tra attesa e prezzo, conviene farne a meno. Specialmente per chi può comprarsela in macelleria e cucinarla in casa. Il nostro macellaio di fiducia è a Brooklyn (a una fermata di metropolitana da City Hall sulla linea verde): Staubitz Market, 222 Court Street.

Altri Servizi

Russiagate: Giuliani, ex sindaco di NY, si unisce al team di legali di Trump

Il presidente: "è fantastico", amici da tanto tempo. Lui: "un onore"
AP

L'ex sindaco di New York City, Rudy Giuliani, entra a fare parte del team di avvocati personali di Donald Trump. Da sempre un sostenitore di colui che è diventato il 45esimo presidente americano, l'ex primo cittadino newyorchese si unirà alla squadra di legali che rappresenta l'inquilino della Casa Bianca nell'inchiesta sul cosiddetto Russiagate.

Trump ancora contro Comey: Flynn distrutto, lui fa i soldi

Il presidente interviene su Twitter dopo la pubblicazione dei memo dell'ex capo dell'Fbi

"Così la vita del generale Michael Flynn può essere totalmente distrutta, mentre James 'il Losco' Comey può far uscire notizie e bugie e fare un sacco di soldi con un libro di terza categoria (che non avrebbe mai dovuto essere scritto). Questo è davvero il modo in cui la vita in America deve funzionare? Non credo!". Questo il tweet del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, dedicato a James Comey, in seguito alle notizie diffuse dai media sui memo scritti dall'allora capo dell'Fbi all'inizio della presidenza Trump, ora consegnati dal dipartimento di Giustizia al Congresso e in parte resi accessibili.

Wall Street, attenzione rivolta a Fmi e G20

Proseguono a Washington gli Spring Meetings. Si conclude la riunione dei ministri delle finanze e i banchieri centrali del G20
iStock

Dopo 2 anni di indagini, nessun accusato per la morte di Prince

Le autorità: "Non ci sono prove sufficienti". L'artista morto per un'overdose "accidentale", dovuta all'assunzione di farmaci contraffatti. "Prince non aveva idea che stesse mettendo a rischio la sua vita"

Dopo due anni di indagini, nessuno sarà accusato penalmente per la morte di Prince. Ad annunciare l'archiviazione del caso è stato Mark Metz, procuratore della contea di Carver, che nell'ultimo mese ha valutato il rapporto stilato dall'Ufficio dello sceriffo. "Semplicemente, non abbiamo prove sufficienti per accusare qualcuno di un crimine relativo alla morte di Prince" ha detto. "Non ci sono prove che la pillola o le pillole che hanno ucciso Prince fossero state prescritte da un dottore" ha aggiunto. Il cantante è morto per un'overdose di fentanyl il 21 aprile 2016; aveva 57 anni.

Lagarde: troppo potere nelle mani dei colossi tech? Spezzatino non è soluzione

Per il d.g. del Fond monetario, serve pensare a un "nuovo paradigma"
Facebook

Non crede che uno spezzatino di colossi tecnologici come Amazon, Facebook o Google sia "la risposta giusta" al loro crescente potere. "In passato poteva essere una soluzione" ma ora i legislatori devono "pensare in modo nuovo, e rapidamente". Christine Lagarde, il direttore generale del Fondo monetario internazionale, è convinta che anche su questo, come nel commercio, serva la cooperazione delle istituzioni.

La conferma di Pompeo a segretario di Stato Usa a rischio in Senato

Al direttore della Cia servirà il voto di almeno un democratico. La sua visita in Corea del Nord un ulteriore ostacolo verso il voto
Ap

La conferma del direttore della Cia, Mike Pompeo, come nuovo segretario di Stato non è scontata, al Senato statunitense. Nessun democratico ha finora dichiarato di sostenerlo e, con il repubblicano Rand Paul contrario e il collega John McCain tornato in Arizona per portare avanti la sua difficile battaglia contro il cancro, al Grand Old Party servirebbe il voto di un democratico, nel caso gli altri 49 repubblicani in Senato si schierassero con l'uomo scelto dal presidente Donald Trump per prendere il posto di Rex Tillerson.

Bloomberg intervistato da Lagarde: tra golf e lotta alle guerre commerciali

In un'altra vita, l'ex sindaco di NY avrebbe voluto fare il professionista di golf
iStock

E' a capo di un impero dell'informazione finanziaria che porta il suo nome. E' stato tre volte sindaco di New York City e nel 2016 ha pensato a scendere in campo per correre verso la Casa Bianca. Ma a Michael Bloomberg sarebbe piaciuto essere un golfista professionista. "Avrei vinto tutti i Master".

Padoan al prossimo governo: la strada delle riforme è quella giusta

Lagarde (Fmi): sfruttare la finestra ancora aperta, nuvole all'orizzone. Conteno (Eurogruppo): ottomista sull'Eurozona. Scholtz (finanze tedesche): contro gli euroscettici, avanti con riforme
AP

Da Washington, Pier Carlo Padoan ha rivendicato il lavoro fatto al ministero delle Finanze dal febbraio 2014 a oggi. E preparandosi a dire addio al suo incarico, ha lanciato un messaggio al prossimo governo (che fatica a prendere forma): "Non ci sono scorciatoie, la strada intrapresa [delle riforme] è quella giusta". Su questo è d'accordo il Fondo monetario internazionale, che ci chiede un piano "credibile e ambizioso" per portare avanti un consolidamento fiscale. Perché è vero che l'istituto guidato da Christine Lagarde ha rivisto leggermente al rialzo le stime di crescita dell'Italia. Ed è vero che il debito sta migliorando, ma resta alto mettendo l'Italia tra i Paesi che - come ha avvertito il d.g. del Fondo Christine Lagarde - "potrebbero essere colpiti di più se le condizioni di mercato", ora favoravoli, "cambiano".

Wall Street, attenzione rivolta agli Spring Meetings dell'Fmi

Tra i dati in programma oggi, le richieste dei sussidi di disoccupazione
iStock

Fmi: Gaspar, ecco come l'Italia deve gestire entrate e spesa pubblica

Ridurre cuneo fiscale e sgravi, alzare l'Iva, riformare il catasto, contenere la spesa pensionistica e migliorare l'efficienza di quella sanitaria