Dopo Parigi Trump tornerà in Usa, improbabile che sia a conferenza su Libia

Il premier Conte, a fine luglio, aveva incassato dal presidente Usa il ricnoscimento della leadership dell'Italia nella stabilizzazione della nazione africana
AP

Il presidente americano, Donald Trump, sabato e domenica prossimi sarà a Parigi per partecipare alle celebrazioni del centesimo anniversario dell'armistizio che ha messo fine alla Prima guerra mondiale. Già domenica il leader Usa rientrerà negli Stati Uniti, proprio alla vigilia della conferenza internazionale sulla Libia di Palermo, a cui dunque non dovrebbe partecipare.

La tempistica del viaggio di Trump è stata fornita da un funzionario della Casa Bianca durante una conference call con la stampa. L'assenza di Trump alla conferenza promossa dall'Italia non è stata confermata dall'amministrazione, contattata da America24.

Se la Casa Bianca ha preferito non commentare a una richiesta telefonica di chiarimenti, il dipartimento di Stato ha detto ad America24 che "al momento non ha annunci da fare" in merito a una possibile partecipazione alla conferenza del segretario Mike Pompeo o di qualche altro funzionario di più basso livello.

Quando aveva accolto alla Casa Bianca il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, Trump aveva detto di "riconoscere la leadership dell'Italia nella stabilizzazione della Libia e del Nord Africa", una leadership definita "straordinaria". In quell'occasio, Conte aveva portato a casa l’appoggio degli Usa per la Conferenza sulla Libia  per una cabina di regia permanente tra Usa e Italia per il Mediterraneo allargato in chiave di lotta al terrorismo, maggiore sicurezza, immigrazione e soprattutto Libia.

Quanto alla tappa parigina, nella call è stato spiegato che Trump avrà "un solo" bilaterale, quello di sabato con il presidente francese, Emmanuel Macron. Quest'ultimo ospiterà in quel giorno una cena di stato con vari capi di stato e di governo, a cui servirà un pranzo anche il giorno dopo. Inevitabilmente Trump si ritroverà nella stessa stanza con il presidente russo, Vladimir Putin, con cui non è previsto un faccia a faccia.

Con Macron, Trump parlerà di "interessi condivisi come la Siria, della minaccia iraniana e della sicurezza europea". E' molto probabile che i due leader discutano anche di commercio, "un argomento che spesso emerge" in un contesto Ue.

Dal primo giugno scorso gli Stati Uniti hanno fatto scattare anche contro la Ue dazi su acciaio e alluminio in arrivo su suolo americano. Bruxelles ha risposto con altre tariffe doganali che hanno preso di mira vari prodotti Made in Usa tra cui le motociclette Harley Davidson. Inoltre, l'amministrazione Trump sta conducendo un'indagine per capire se l'importazione di auto Ue in Usa ne metta a rischio la sicurezza nazionale, la stessa 'scusa' usata da Washington sui due metalli industriali. I dazi sulle quattro ruote e la componentistica auto finirebbero per colpire soprattutto le case tedesche.

Altri Servizi

Elezioni di Midterm, in Florida si ricontano i voti

Ancora in bilico le sfide per le nomine del governatore e al Senato

A oltre quattro giorni dalla chiusura dei seggi in Florida e dopo le accuse reciproche di frode tra democratici e repubblicani è stato ordinato un riconteggio dei voti. La decisione è stata presa dal segretario di stato della Florida, Ken Detzner, quando nel Sunshine State l’assegnazione della poltrona da senatore e la carica di governatore sono ancora in ballo con margini davvero ristretti tra i vari candidati.

"Presidential Medal of Freedom", Trump nomina Elvis, Babe Ruth e Antonin Scalia

Si tratta della più alta onorificenza civile che un presidente Usa può assegnare. Assieme a loro anche altre quattro personalità

Il prossimo 16 novembre Donald Trump conferirà a sette persone la "Presidential Medal Freedom" la più alta onorificenza civile che un presidente degli Stati Uniti può assegnare a un cittadino americano. Tra le sette personalità che verranno insignite quest’anno ci sono quattro assegnazioni postume: il Re del Rock’n Roll Elvis Presley, il campione di baseball e icona dello sport americano, Babe Ruth, conosciuto come "The Great Bambino", il celebre giudice della Corte Suprema, Antonin Scalia, scomparso due anni fa, e Miriam Adelson, moglie del miliardario Sheldon, finanziatori del partito repubblicano.

Elezioni Usa, vittoria democratica più netta a una settimana dal voto

Il conteggio va avanti ed è sempre più favorevole ai democratici. Il Congresso diviso, però, sarà un'arma in più per il presidente Trump
Ap

Non è stata un'onda blu, ma a una settimana dalle elezioni di metà mandato negli Stati Uniti (qui il pezzo sui risultati parziali; questo il commento, il giorno dopo), i contorni del risultato dei democratici si fanno più nitidi, mentre si continuano a contare i voti ed emergono i vincitori.

Amazon

Dopo le indiscrezioni, sono arrivate le conferme. Amazon ha scelto di dividere tra due città il suo secondo quartier generale. Dopo quello di Seattle (nello Stato di Washington) il colosso americano del commercio elettronico investirà 5 miliardi di dollari creando oltre 50mila posti di lavoro tra New York City (a Long Island City, la località del Queens separata da Manhattan dall'East River) e Arlington (Virginia).

Elezioni: riconteggio in Florida, voto in bilico in Georgia e Arizona

Trump accusa i democratici di frodi, chiede la vittoria di DeSantis e Scott

Wall Street, attenzione rivolta al petrolio

L'Arabia Saudita ha annunciato un taglio della produzione per alzare i prezzi
AP