Eataly allungherà la vita all'Ultima Cena di Leonardo da Vinci

Oscar Farinetti annuncia in diretta mondiale il finanziamento di un progetto che mira a proteggere il capolavoro leonardesco per altri cinquecento anni

Eataly contribuirà ad allungare di cinquecento anni la vita dell'Ultima cena di Leonardo da Vinci. Con una donazione di un milione di euro il colosso del gusto creato dal cuneese Oscar Farinetti finanzierà insieme al Ministero per i Beni e le Attività Culturali un nuovo sistema di filtrazione dell'aria che proteggerà la tenuta del capolavoro di Leonardo.

L'annuncio è stato dato in diretta mondiale mercoledì 19 aprile da Eataly Smeraldo di Milano, in collegamento con lo store Eataly di San Paolo del Brasile e quello di Downtown Manhattan a New York. "Nessuno di noi decide dove nascere, ma chi ha il privilegio di venire al mondo in Italia ha il dovere, se riesce a fare fortuna nella vita, di dare qualcosa indietro: ha il dovere di dedicare una parte della vita a farsi perdonare questo privilegio", ha detto Farinetti introducendo l'evento. Insieme al patron di Eataly, a Milano erano presenti il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini, il presidente di Eataly Andrea Guerra, il socio di Eataly Usa Joe Bastianich, il direttore del Polo Museale della Lombardia Stefano L'Occaso, il vicario episcopale per la Cultura dell'arcidiocesi di Milano monsignor Luca Bressan, la direttrice del Cenacolo Vinciano Chiara Rostagno, e lo scrittore Alessandro Baricco, fondatore della Scuola Holden (che Eataly finanzia e che collaborerà all'iniziativa di restauro con un progetto di scrittura affidato ai suoi studenti).

"Se l'Ultima cena è sopravvissuta fino a oggi non lo si deve a un miracolo, ma alla buona volontà di tante generazioni", ha detto Baricco in collegamento dal Cenacolo vinciano.

Il capolavoro leonardesco, terminato nel 1499, è infatti da sempre molto fragile, per via della tecnica sperimentale con cui è stato dipinto e a causa di una serie di fattori ambientali (umidità, polvere). Le visite al cenacolo sono pertanto limitate da molto tempo a 1.320 presenze giornaliere, e per non più di quindici minuti per gruppo.

Il nuovo sistema di aerazione, progettato dal MIBACT in collaborazione con l'ISCR, il CNR, il Politecnico di Milano e l'Università degli Studi di Milano Bicocca, filtrerà circa 10.000 metri cubi di aria pulita al giorno, rispetto ai 3.500 metri cubi attuali, facendo sì che all'Ultima cena sia garantita la giusta ossigenazione per almeno altri cinquecento anni, e consentendo a un maggior numero di visitatori di accedere al santuario di Santa Maria delle Grazie di Milano, dov'è custodita.

Il progetto sarà coordinato in Italia dall'Arts Council, un'agenzia che si occupa di fondi per la cultura; negli Stati Uniti sarà invece seguito dall'Italian Reinassance Fund, di cui oggi a New York era presente la rappresentante Vera Alemani.

Altri Servizi

Prosegue l'ottimismo a Wall Street

Ieri, chiusura record per lo S&P. Oggi giornata di trimestrali
AP

Le pmi toscane fanno sistema nel Consorzio Vasari per conquistare gli Usa

Una strategia a lungo termine che ha debuttato con la fiera Florence in New York

Far conoscere le piccole e medie aziende della Toscana sul mercato statunitense, dove da sole potrebbero non avere i mezzi per farsi strada. E' questo l'obiettivo di Consorzio Vasari, nato proprio per sostenere l'internazionalizzazione delle pmi locali che dalla loro hanno la sapienza e l'esperienza nella creazione di prodotti di qualità che vogliono portare Oltreoceano. Sostenuto dal bando "Porfesr 2014-2020" della Regione, il consorzio ha fatto il suo debutto con Florence in New York, una fiera di tre giorni che si è conclusa a Manhattan e che di questo viaggio rappresenta soltanto l'inizio.

Fca: caso emissioni, non siamo come Volkswagen

I legali del gruppo in un tribunale di San Francisco per contenziosi con privati riguardanti gli stessi veicoli presi di mira dal dipartimento di Giustizia. C'è soluzione rapida per risolvere la disputa. Ok a modifiche forse tra qualche settimana
Fca

Fiat Chrysler Automobiles non deve essere confrontata con Volkswagen perché i casi sulle emissioni diesel riguardanti i due gruppi sono decisamente diverso. E' questo il messaggio che i legali del gruppo guidato da Sergio Marchionne hanno lanciato da una stanza di un tribunale di San Francisco, dove si sono presentati nell'ambito di dispute iniziate da consumatori alla luce del presunto uso illecito di software nei motori diesel a tre litri di circa 104.000 vetture tra Jeep Grand Cherokee e Ram 1500.

Un tribunale d'Appello dà l'ok al blocco del 'muslim ban' di Trump

Il caso potrebbe finire davanti alla Corte suprema

Trump duro con gli alleati Nato: mettete i soldi per la difesa

Il presidente Usa ha ripetuto che 23 membri dell'Alleanza non rispettano gli impegni: "È ingiusto nei confronti dei contribuenti statunitensi". Nessun riferimento all'Articolo 5 sulla "difesa collettiva"

Candidato repubblicano alla Camera incriminato per aver aggredito un reporter

Greg Gianforte, favorito per il seggio lasciato libero dal segretario degli Interni, Ryan Zinke, non ha gradito l'insistenza di un giornalista del Guardian nel chiedere un commento sulla riforma sanitaria del Gop

La Nato si unirà alla coalizione anti-Isis, la lotta al terrorismo al centro del summit

L'Alleanza avrà una nuova cellula di condivisione delle attività d'intelligence e nominerà un coordinatore delle attività antiterrorismo. L'altro grande tema a Bruxelles sarà l'aumento dei contributi finanziari dei singoli Stati
Ap

L'ira di Londra: dagli Usa fuga di notizie su attacco a Manchester

Frustrazione da parte dell'intelligence britannica, che condivide informazioni top secret con i colleghi americani. Come ha fatto il NY Times ha ottenere certe foto del luogo della tragedia?
AP

Obama cerca di offuscare il viaggio di Trump in Europa

Oggi l'ex presidente sarà in Germania invitato da Angela Merkel. E Trump non regge il confronto con i sorrisi e l'accoglienza dei leader. Papa Francesco in prima fila
AP

Una traversata dell'Atlantico in sedia a rotelle per spiegare che la disabilità è relativa

Andrea Stella alla guida di un catamarano accessibile a persone disabili. Da New York a Roma, per portare al Papa la convenzione Onu per i Diritti delle Persone con Disabilità