Ecco l'auto più venduta d'America

E' la Cozy Coupe della Little Tikes
Da 30 anni è l'orgoglio di ogni bambino e oggi i piccoli guidatori hanno un motivo in più per andare fieri della loro macchinina a pedali: la Cozy Coupe, prodotta dall'azienda di giocattoli Little Tikes, è stata l'auto in assoluto più venduta negli Stati Uniti - includendo sia quelle per bambini che quelle per adulti - nel 2008. Del piccolo veicolo rosso e giallo sono state vendute 457 mila unità, contro le 436.617 della Toyota Camry e le 372.789 della Honda Accord.

La Cozy Coupe, una sorta di incrocio tra un Maggiolino Volkswagen e la macchina dei Flitnstones, era stata ideata da Jim Mariol, un ex designer della Chrysler . Immessa sul mercato nel 1979, fu una delle prime auto giocattolo prodotte negli Stati Uniti, e da allora è sempre stata una delle macchine più vendute al mondo.
Altri Servizi

Rivisto al rialzo Pil Usa primo trimestre, bene investimenti e consumi

E' cresciuto dell'1,2%, contro lo 0,7%% della stima preliminare. Il dato è migliore alle previsioni degli analisti, che attendevano una revisione al rialzo e un'espansione dello 0,8%.
Shutterstock

L'economia americana è cresciuta nel primo trimestre a passo più sostenuto rispetto a quanto inizialmente anticipato. E' quanto emerge dalla lettura intermedia del dato diffuso dal dipartimento al Commercio americano, secondo cui il Pil è cresciuto dell'1,2%, contro lo 0,7%% della stima preliminare. Il dato è migliore alle previsioni degli analisti, che attendevano una revisione al rialzo e un'espansione dello 0,8%. Il Pil era salito del 2,1% nel quarto trimestre 2016.

Nyt: tra lusso e ricconi, Trump a Taormina "si sente a casa"

Una città dove "i mondi del presidente si scontreranno". E anche in Sicilia emergono i legami con la Russia

Dopo aver visitato città istituzionali e storiche, il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, si trova ora a Taormina, una città che dovrebbe "farlo sentire a casa", vista "la sua reputazione come luogo di divertimenti, baciato dal sole, per i ricconi dai gusti superficiali che apprezzano il lusso". A scriverlo è il New York Times, che ha dedicato un articolo alla città siciliana, dove "i mondi di Trump si scontreranno".

G7 unito per combattere il terrorismo

Il clima resta una questione aperta con gli Usa che ancora devono prendere una decisione sugli accordi di Parigi. Trump solleva venti di guerra commerciale con la Germania
Palazzo Chigi

Una determinazione comune contro il terrorismo, espressione della vicinanza al Regno Unito che lunedì 22 maggio è stato colpito dal peggiore attacco dal 2005. Ma sulle questioni commerciali si continua a lavorare e sul clima si resta in sospeso con gli Usa che ancora devono decidere se aderire o meno agli accordi di Parigi. Si è conclusa così la prima sessione del G7 di Taormina (Sicilia) presieduto dall'Italia. A detta del presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, la discussione è stata "diretta e sincera" con punti di convergenza sulla crisi siriana, su quella libica e la Corea del Nord, nazione contro cui Usa e Giappone si preparano a imporre sanzioni più stringenti. Un po' di distrazione l'hanno causata gli strascichi di quanto detto alla vigilia dal presidente americano Donald Trump sulla Germania, cosa che solleva i venti di una guerra commerciale contro una nazione criticata per l'ennesima volta per il suo avanzo commerciale.

Hillary Clinton contro le fake news. E paragona Trump a Nixon

L'ex candidata democratica ritorna a parlare in pubblico per la cerimonia di laurea della sua università. E attacca (senza mai citarlo direttamente) Donald Trump, chiedendo ai nuovi laureati di fare politica attivamente
AP

Hillary Clinton è tornata a parlare in pubblico, attaccando le fake news e il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, senza tuttavia nominarlo direttamente. L'ex candidata democratica alla presidenza ha tenuto un discorso al Wellesley College, l'università del Massachusetts dove si è laureata quasi 50 anni fa, nel corso della cerimonia di laurea di quest'anno accademico. "Vi state laureando in un momento in cui sta avvenendo un assalto totale alla verità e alla ragione. Basta connettersi per 10 secondi ai social media per venirne colpiti direttamente in faccia", ha detto Clinton.

La Fed segnala un rialzo dei tassi "presto"

Una stretta a giugno è possibile. Entro fine anno inizierà la riduzione del suo bilancio gonfiato durante gli anni della crisi dall'acquisto di Treasury e bond ipotecari
AP

La Federal Reserve si prepara a stringere la cinghia. Di nuovo. Dopo il rialzo dei tassi annunciato lo scorso marzo, la banca centrale americana potrebbe aumentare il costo del denaro nella sua riunione del 13 e 14 giugno. Ed entro la fine dell'anno, dovrebbe iniziare a ridurre le dimensioni del suo bilancio arrivato a valere 4.500 miliardi di dollari sulla scia degli acquisti di Treasury e bond ipotecari fatti nel corso dell'ultima crisi economica per sostenere la ripresa della prima economia al mondo.

Candidato repubblicano alla Camera incriminato per aver aggredito un reporter

Greg Gianforte, favorito per il seggio lasciato libero dal segretario degli Interni, Ryan Zinke, non ha gradito l'insistenza di un giornalista del Guardian nel chiedere un commento sulla riforma sanitaria del Gop

Greg Gianforte, candidato repubblicano per la Camera statunitense alle elezioni speciali previste oggi in Montana, è stato formalmente accusato di aver aggredito un giornalista del Guardian, Ben Jacobs. Secondo la registrazione dell’accaduto, diffusa dal giornalista, e secondo i racconti di altri giornalisti presenti, Gianforte avrebbe preso il giornalista per il collo con entrambe le mani e lo avrebbe sbattuto a terra.

G7, consigliere di Trump: "Ascolterà le posizioni europee sul clima"

In gioco c'è l'accordo di Parigi. Il presidente Usa non ha ancora deciso se rispettarlo o abbandonarlo
ap

G7, fonti dell'Eliseo: Macron rassicurerà Trump sull'accordo di Parigi

Il summit iniziato a Taormina; il presidente statunitense non ha ancora preso una decisione sull'intesa in difesa del clima
AP
AP

Attacco a Manchester: il Regno Unito torna a condividere informazioni con gli Usa

Il premier Theresa May e il presidente americano Donald Trump ne hanno parlato in occasione del summit Nato
AP