Edward Snowden lancia app per proteggere laptop dalle spie

Si chiama Haven, è open source ed è disponibile per smartphone Android

Conversazioni su app di messaggistica. Email. File contenenti password. Opere inedite. Pagine web automaticamente collegate a determinati account. Si tratta di informazioni sensibili che vivono nei laptop. Per proteggerle, Edward Snowden ha contribuito a creare una app che in pratica spia sulle eventuali spie intenzionate a mettere le mani su quei computer quando chi li possiede non è nei paraggi.  Si chiama Haven.

La 'talpa' della National Security Agency che nel 2013 fece esplodere il cosidetto "datagate" portando alla luce i programmi di sorveglianza sui cittadini americani e non realizzati dall'intelligence Usa, ha aiutato nello sviluppo del software attraverso un progetto della Freedom of the Press Foundation (che presiede). A collaborare è stato anche Guardian Project, un collettivo globale di sviluppatori di app per la sicurezza.

La prima versione beta della app open source e funzionante con sistema operativo Android è stata lanciata. E' disponibile su Play Store e F-Droid, un app store open source per Android. Haven può essere installata su uno smartphone di scorta che può comunicare con quello della persona interessata a proteggere il proprio laptop mentre, diciamo, è lasciato in una stanza d'albergo. Haven utilizza i vari sensori presenti in uno smartphone - dal microfono al rilevatori di luce e movimenti fino alle videocamere - per monitorare cambiamenti in una stanza; esso registra qualsiasi cosa che nota e - se impostato - può inviare in tempo reale notifiche crittate (via Signal, una app per comunicazioni sicure) di quanto registrato. Haven funziona anche con sms, che però possono essere intercettati.

In pratica, Haven è una soluzione esterna a un problema che i produttori di computer hanno cercato di gestire - senza successo - con soluzioni interne ai dispositivi. 

Visto il suo passato, Snowden ha forse sviluppato questa app pensando a giornalisti, attivisti e dissidenti. Lui, che vive in Russia dal 2013 e che non usa un telefono cellulare (ma che ha trascorso gli ultimi anni a smontarli), ha buone ragioni per essere paranoico. Basti pensare alla scena del film "Citizenfour" in cui, mentre si trovava in una stanza d'albergo, copriva la tastiera del suo pc mentre digitava una password per paura di essere monitorato. Senza pretendere che il resto del mondo sposi il suo stile di vita, Snowden vuole comunque aiutare il più ampio numero di persone possibile.

Haven potrebbe essere usata anche da vittime di violenza domestica preoccupate che i partner monitorino i loro dispositivi, da persone che condividono un appartamento con qualcuno di cui non si fidano ciecamente, da adolescenti che non vogliono che i genitori mettano il naso tra i loro file.

Una spia esperta può capire che Haven è in uso e dunque far saltare la connessione wifi o il traffico dati dello smartphone su cui la app è stata installata; così facendo viene fermato l'invio delle notifiche. La stessa spia potrebbe accedere al dispositivo e cancellare i dati registrati, motivo per cui serve una password forte. Una spia capace potrebbe essere in grado di disattivare Haven e manomettere un laptop senza essere scoperta. Insomma, se siete il prossimo Snowden, sappiate che Haven va ancora perfezionato. Esiste infatti il rischio di falsi allarmi  (come un'allarme di un'auto che viene registrato e notificato). Ma per chi lo ha usato, è comunque meglio che lasciare il vostro laptop esposto ad attacchi fisici.

Altri Servizi

Usa - Cina, prove di disgelo sul fronte commerciale

Il segretario al Tesoro americano Steven Mnuchin ha detto che sta valutando un viaggio in Cina. Poco dopo la risposta di Pechino: “La parte cinese gli da’ il benvenuto”
©Ap

Boxe, fu condannato 100 anni fa. Trump annuncia il perdono per Jack Johnson

Il tycoon ha dichiarato su Twitter la sua intenzione di riabilitare il primo campione del mondo nero dei pesi massimi condannato nel 1913 per “immoralità"

Crisi nordcoreana, per Trump "C’è ancora molta strada da fare"

Tweet del presidente americano secondo cui gli Stati Uniti non hanno ceduto su nulla

Nashville, uomo seminudo spara in un locale: 4 morti e due feriti

Il killer, ancora in fuga, è stato identificato dalle autorità

Cinema, morto Verne Troyer, il "Mini me" di Austin Powers

L’annuncio sul suo profilo Facebook. Aveva 49 anni. Per Mike Myers era "un faro di positività"

Usa, 20enne sopravvive a tre attacchi mortali negli ultimi quattro anni

Dylan McWilliams è stato morso da uno squalo, da un orso e da un serpente

Gli Usa chiedono all'Fmi di fare di più, il mondo teme guerre commerciali

Gli Spring Meetings dell'istituto di Washington terminano come erano iniziati. La linea americana non cambia. Mnuchin: il Fondo alzi la voce per ridurre gli squilibri. Lagarde: avanti con il dialogo "pacifico"
World Bank

Usa: monta la preoccupazione per la Belt and Road Initiative cinese

Washington chiede maggiore trasparenza sull'eccesso di debito concesso a nazioni a basso reddito. Sotto sotto teme la crescente influenza di Pechino in Africa ed Eurasia
Xi Jinping AP

Visco: avanti con la crescita, ma senza dimenticare i vincoli

Il governatore di Banca d'Italia "fiducioso" nel senso di responsabilità nell'indirizzare la politica economica dei prossimi anni. Spagnoli più ricchi degli italiani? Padoan usa una metafora calcistica: le rimonte sono possibili.

L'alt nucleare della Nordcorea

Kim vuole lanciare la versione nordcoreana della glasnost sovietica di Mikhail Gorbachev?