Equifax patteggerà una multa di 700 milioni di dollari per il furto di dati subito nel 2017

L'attacco hacker mise a rischio i dati di 143 milioni di persone, quasi esclusivamente cittadini statunitensi
Shutterstock

Equifax è vicina a chiudere una serie di indagini statali e federali su un furto di dati subito, che ha esposto quasi 150 milioni di numeri della Social Security e altre informazioni sensibili, quasi esclusivamente di cittadini statunitensi (un dato enorme, se si considera che la popolazione Usa è di circa 330 milioni di persone).

L'agenzia di valutazione del credito, tra le più grandi al mondo, ha accettato di patteggiare una multa di circa 700 milioni di dollari con la Federal Trade Commission, il Consumer Financial Protection Bureau e una serie di procure statali, secondo il Wall Street Journal; l'accordo servirà anche a chiudere la class-action intentata contro l'agenzia. L'accordo potrebbe essere annunciato già lunedì.

Nel settembre 2017, Equifax aveva ammesso che i suoi server erano stati violati e le informazioni personali di 143 milioni di clienti rubate, in uno dei più gravi attacchi hacker di sempre. Gli hacker avrebbero approfittato di carenze e malfunzionamenti nei sistemi di protezione di Equifax, riuscendo ad accedere a nomi, date di nascita, indirizzi, numeri di patente e numeri di Social Security (simili ai nostri codici fiscali); rubati, inoltre, i numeri di carta di credito di 209.000 persone. La comunicazione dell'attacco hacker era però stata data sei settimane dopo e, si è poi scoperto, nel frattempo alcuni manager della società avevano venduto due milioni di azioni. Il grave attacco hacker aveva poi portato all'allontanamento dell'amministratore delegato e presidente del Cda, Richard Smith.

Con l'accordo, sarà creato un fondo per risarcire i consumatori; inoltre, Equifax accetterà di rafforzare la sicurezza nella gestione e protezione dei dati personali; la società sta già spendendo 1,25 miliardi di dollari per aggiornare i suoi sistemi.

Altri Servizi

BlackRock diventerà socio di maggioranza nel proprietario di Sport Illustrated

Si tratta di Authentic Brands, che controlla anche i diritti legati a Marilyn Monroe e Muhammad Ali

Il più grane asset manager al mondo scommette sul private equity. BlackRock sta per prendere la quota di controllo di Authentic Brands, gruppo con sede a New York che ha le licenze di 50 marchi tra l'intrattenimento e il lifestyle che generano ogni anno 9,3 miliardi di dollari. 

Tsai (Alibaba) compra Brooklyn Nets e Barclays Arena per 3,5 mld $

Finisce l'era del russo Mikhail Prokhorov, artefice dello spostamento dal New Jersey a New York
Ap

I Brooklyn Nets hanno un nuovo proprietario. Il vicepresidente esecutivo di Alibaba Group, Joe Tsai, ha esercitato l'opzione di acquisto per le quote della società non ancora in suo possesso (il 51%), mettendo fine all'era di Mikhail Prokhorov, il magnate russo che aveva spostato la franchigia Nba - il massimo campionato professionistico di pallacanestro di Stati Uniti e Canada - dal New Jersey a New York.

Wall Street, pesano le tensioni internazionali

Dalla guerra commerciale tra Usa e Cina alle proteste a Hong Kong
AP

Usa verso proroga di 3 mesi per permettere a Huawei di acquistare da fornitori Usa

La Casa Bianca ha subito le pressioni delle società tecnologiche Usa, preoccupate dalla possibilità di perdere diversi miliardi di dollari
AP

Afghanistan, Trump stringe i tempi per un accordo con i talebani

Il presidente, contrario alla presenza di soldati Usa nel Paese, vuole trovare una soluzione prima delle presidenziali del prossimo anno
AP

GE rimbalza: Ceo compra 2 mln $ di azioni dopo accusa di frode in stile Enron

Ieri il tonfo maggiore da 11 anni dopo la diffusione di un rapporto redatto da colui che aveva avvertito sullo schema Ponzi creato da Bernie Madoff

La Fda rilancia la lotta per mettere immagini choc sui pacchetti di sigarette

L'agenzia federale perse la battaglia legale contro le multinazionali nel 2012

Wall Street, focus sul commercio e sui segnali di recessione

Dati in programma: avvio di nuovi cantieri e fiducia dei consumatori
AP

Huawei ha aiutato i governi di Uganda e Zambia a spiare oppositori politici (Wsj)

Il colosso cinese, che domina i mercati africani, ha respinto ogni accusa
AP