Esordio col botto di Snapchat a Wall Street. Ma sulla Casa Bianca tornano le ‘ombre russe’

L'App ha chiuso la sua prima giornata di borsa con un aumento del 44% a 24,48 dollari al barile. Sarà un fuoco di paglia? Il segretario della Giustizia Sessions travolto dalla polemica per aver parlato con l'ambasciatore russo a Washington

Nuova bufera alla Casa Bianca, e di nuovo per i rapporti tra l’amministrazione del nuovo presidente e Mosca. Questa volta ad essere travolto dalle ‘ombre russe’ è il segretario della Giustizia Jeff Sessions, ex senatore e consigliere della campagna elettorale di Donadl Trump. Secondo quanto rivelato dal Washington Post, Sessions nel corso del 2016 avrebbe infatti avuto alcuni colloqui con l'ambasciatore russo a Washington, ma nel corso della sua audizione in Senato ha taciuto sull’argomento. Se queste notizie fossero confermate, avrebbe dunque anche mentito sotto giuramento. La reazione dei democratici è stata immediata: “Per il bene del Paese il segretario della Giustizia dovrebbe dimettersi”, ha detto il leader Dem al Senato Chuck Shumer, a cui ha fatto eco anche il leader democratico della Camera Nancy Pelosi. Sessions per il momento ha negato, ma la situazione è probabilmente destinata ad evolversi nei corso dei prossimi giorni.

ASCOLTA IL PODCAST DELLA PUNTATA

Buone notizie per la nuova amministrazione provengono invece dal fronte dei mercati, che dal giorno della vittoria di Trump stanno attraversando un momento particolarmente positivo. L’altro giorno il Dow ha chiuso sopra quota 21.000, rompendo così la terza soglia psicologica dal giorno delle elezioni e continuando a segnare nuovi record. Dopo aver segnato perdite fino al 5% nel corso della notte dell’Election Day, il Dow ha infatti recuperato alla riapertura dei mercati americani il giorno dopo e da allora non si è più fermato. Questo ‘Trump rally’ ha ignorato perfino un’inflazione che si avvicina al 2% e la possibilità di un rialzo dei tassi d’interesse nella prossima riunione della Fed del 14 e 15 marzo.

 E' in questo contesto di record e ottimismo che si è inserito ieri l’esordio a Wall Street di Snapchat, l'applicazione la cui peculiarità è quella di inviare messaggi che scompaiono nel giro di poche ore. Ed è stato un esordio col botto. Il titolo ha iniziato le contrattazioni a 24 dollari ad azione - il 40% in più rispetto al prezzo di collocamento di 17 dollari ad azione - per poi continuare a volare nel corso della seduta. A fine giornata le sue azioni hanno registrato un aumento del 44% a 24,48 dollari, dando alla società una valutazione di oltre 33 miliardi di dollari. Ottimismo eccessivo per un prodotto che potrebbe rivelarsi solo una moda transitoria? Forse. Ma lo scetticismo caratterizzò anche la quotazione in borsa di Google e Facebook, che adesso valgono rispettivamente 589 e 400 miliardi di dollari.


Canzone del giorno: Eurythmics - Sweet Dreams (Are Made Of This)

Altri Servizi

La Nba vuole una squadra della sua lega minore a Città del Messico

La lega professionistica vuole continuare a espandersi e guarda al maggior mercato dell'America Latina. La nuova squadra della G League potrebbe giocare già dalla prossima stagione
Ap

Gerusalemme capitale, rottura tra palestinesi e statunitensi: Abu Mazen non riceverà Pence

Il presidente dell'Autorità palestinese annulla l'incontro con il vicepresidente statunitense previsto a giorni, a causa della decisione di Washington di riconoscere Gerusalemme come capitale d'Israele

Scandali sessuali, tre parlamentari Usa costretti alle dimissioni in tre giorni. Qualcosa di simile accadde solo per la schiavitù

Per il Washington Post, situazione senza precedenti. Quelle dimissioni, prima della Guerra civile, furono un atto politico. Oggi, sono le donne comuni a costringere senatori e deputati a farsi da parte

Gli Usa contro la Russia, a 30 anni dal trattato INF per l'eliminazione dei missili

Da tempo Washington denuncia le violazioni di Mosca. L'amministrazione Trump pronta a sviluppare un'arma per restare al passo dei russi
Ap

Apple verso l'acquisto di Shazam, app per riconoscere le canzoni

TechCrunch: il produttore dell'iPhone potrebbe pagare meno di un miliardo di dollari

Obama paragona Trump a Hitler

Invocando lo spettro della Germania nazista, il 44esimo presidente americano avverte i concittadini: non siate compiacenti
Ap

Trump, con un video attacca Obama, Clinton e Bush su Gerusalemme

Con un tweet il presidente americano critica i suoi predecessori: avevano annunciato lo spostamento dell'ambasciata Usa in Israele da Tel Aviv nella città contesa ma non lo hanno fatto
AP

La Casa Bianca cerca di tranquillizzare gli amici newyorchesi di Trump sulle deduzioni

Gli Stati con tasse altre fanno pressing per non vedere ridotta o eliminata la possibilità di detrarre le imposte statali e locali nella dichiarazione dei redditi
AP

Caterpillar fa mea culpa, ha truffato clienti e gettato in mare le prove

Riparazioni inutile ai vagoni di gruppi attivi nel settore ferroviario. Multa da 5 milioni di dollari e rimborsi per 20 milioni. Cifre modeste ma un colpo alla sua reputazione
Caterpillar

L'occupazione Usa cresciuta più del previsto a novembre, Fed pronta a una stretta

Per l'86esimo mese di fila le aziende hanno reclutato personale. I salari orari però sono saliti meno del previsto