Esordio col botto di Snapchat a Wall Street. Ma sulla Casa Bianca tornano le ‘ombre russe’

L'App ha chiuso la sua prima giornata di borsa con un aumento del 44% a 24,48 dollari al barile. Sarà un fuoco di paglia? Il segretario della Giustizia Sessions travolto dalla polemica per aver parlato con l'ambasciatore russo a Washington

Nuova bufera alla Casa Bianca, e di nuovo per i rapporti tra l’amministrazione del nuovo presidente e Mosca. Questa volta ad essere travolto dalle ‘ombre russe’ è il segretario della Giustizia Jeff Sessions, ex senatore e consigliere della campagna elettorale di Donadl Trump. Secondo quanto rivelato dal Washington Post, Sessions nel corso del 2016 avrebbe infatti avuto alcuni colloqui con l'ambasciatore russo a Washington, ma nel corso della sua audizione in Senato ha taciuto sull’argomento. Se queste notizie fossero confermate, avrebbe dunque anche mentito sotto giuramento. La reazione dei democratici è stata immediata: “Per il bene del Paese il segretario della Giustizia dovrebbe dimettersi”, ha detto il leader Dem al Senato Chuck Shumer, a cui ha fatto eco anche il leader democratico della Camera Nancy Pelosi. Sessions per il momento ha negato, ma la situazione è probabilmente destinata ad evolversi nei corso dei prossimi giorni.

ASCOLTA IL PODCAST DELLA PUNTATA

Buone notizie per la nuova amministrazione provengono invece dal fronte dei mercati, che dal giorno della vittoria di Trump stanno attraversando un momento particolarmente positivo. L’altro giorno il Dow ha chiuso sopra quota 21.000, rompendo così la terza soglia psicologica dal giorno delle elezioni e continuando a segnare nuovi record. Dopo aver segnato perdite fino al 5% nel corso della notte dell’Election Day, il Dow ha infatti recuperato alla riapertura dei mercati americani il giorno dopo e da allora non si è più fermato. Questo ‘Trump rally’ ha ignorato perfino un’inflazione che si avvicina al 2% e la possibilità di un rialzo dei tassi d’interesse nella prossima riunione della Fed del 14 e 15 marzo.

 E' in questo contesto di record e ottimismo che si è inserito ieri l’esordio a Wall Street di Snapchat, l'applicazione la cui peculiarità è quella di inviare messaggi che scompaiono nel giro di poche ore. Ed è stato un esordio col botto. Il titolo ha iniziato le contrattazioni a 24 dollari ad azione - il 40% in più rispetto al prezzo di collocamento di 17 dollari ad azione - per poi continuare a volare nel corso della seduta. A fine giornata le sue azioni hanno registrato un aumento del 44% a 24,48 dollari, dando alla società una valutazione di oltre 33 miliardi di dollari. Ottimismo eccessivo per un prodotto che potrebbe rivelarsi solo una moda transitoria? Forse. Ma lo scetticismo caratterizzò anche la quotazione in borsa di Google e Facebook, che adesso valgono rispettivamente 589 e 400 miliardi di dollari.


Canzone del giorno: Eurythmics - Sweet Dreams (Are Made Of This)

Altri Servizi

Fca: per Hsbc, Marchionne prepara il "gran finale"

Gli analisti avviano la copertura del titolo consigliando di comprarlo. Arriverà a 23 euro. Possibile il raggiungimento dei target 2018 e una revisione al rialzo delle stime sugli utili

Fiat Chrysler Automobiles ha corso a Wall Street, dove il titolo del produttore di auto ha registrato un +1,3% a 22,62 dollari ma era arrivato fino a 22,91 dollari. A Piazza Affari l'azione ha guadagnato l'1,66% a 19,35 euro.

Wall Street digerisce bene le minute della Fed

Banca centrale disposta a fare correre per un po' l'inflazione sopra il 2%. Ma le incertezze fiscali e commerciali pesano sulla fiducia delle aziende
iStock

Una donna alla presidenza del Nyse, prima volta in 226 anni

Stacey Cunningham è attualmente direttore operativo. Sostituisce Thomas Farley
ICE

Per la prima volta nei suoi 226 anni di storia, il New York Stock Exchange ha affidato la presidenza a una donna. Si tratta di Stacey Cunningham, attualmente direttore operativo del cosiddetto 'Big Board'.

Trump valuta nuovi dazi sulle auto importate

Potrebbero arrivare fino al 25%. L'amministrazione Usa userebbe 'scuse' legate alla tutela della sicurezza nazionale
AP

Usa ritirano invito fatto alla Cina per partecipare a esercitazione militare

Si chiama Rimpac, coinvolge 27 nazioni ed è prevista nel Pacifico a giugno. Washington contro la militarizzazione delle isole controverse nel Mar Cinese Meridionale
U.S. Department of Defense

McDonald's travolto da accuse di molestie sessuali in Usa

Le hanno lanciate dieci donne. Il gruppo le prende "molto seriamente"
iStock

Congresso Usa smantella riforma finanziaria post-crisi in favore delle banche più piccole

Alzato a 250 miliardi di dollari da 50 miliardi il valore degli asset che un istituto di credito deve avere per essere soggetto alle regole più severe

Trump contro il 'Deep State': "Mi ha spiato, è un grave scandalo"

Serie di tweet del presidente contro l'Fbi; il dipartimento di Giustizia, intanto, indaga

Tiffany: i conti brillano, annuncia piano di buyback da 1 miliardo di dollari

Utili +53% a 142 milioni di dollari. Ricavi +15% a 1 miliardo. Outlook per il 2018 migliorato

Trump vuole taglio del 10% delle esportazioni Ue di acciaio e alluminio

Secondo il Wsj, Washington ha fatto due proposte a Bruxelles. C'è tempo fino al primo giugno