Facebook: accantonamenti da 3 miliardi di dollari per multa attesa in Usa

Il denaro messo da parte per affrontare le spese legali pesa sugli utili: -51% a 2,43 miliardi. Ricavi +26% a 15,08 miliardi.

Facebook ha preso il volo ieri nel dopo mercato a Wall Street grazie a una trimestrale migliore del previsto. Gli utili sono stati però frenati da accantonamenti per 3 miliardi di dollari legati all'attesa multa della Federal Trade Commission americana e che, secondo il gruppo californiano, potrebbe provocare una perdita tra i 3 e i 5 miliardi di dollari. L'equivalente americano dell'Agcom ha acceso un faro dopo lo scandalo, esploso nel marzo 2018, associato alla ormai defunta società di dati londinese Cambridge Analytica, accusata di avere condiviso "impropriamente" informazioni di 87 milioni di utenti Facebook senza il loro consenso. FTC sta valutando se è stato violato un accordo vincolante siglato nel 2011 con il social network e pensato per proteggere la privacy e i dati personali degli utenti. "La questione resta irrisolta e non ci sono certezze sulla tempistica o sui termini dell'esito finale", ha spiegato Facebook in un comunicato.

Nel frattempo il Ceo Mark Zuckerberg ha espresso soddisfazione per i risultati finanziari: "Abbiamo avuto un buon trimestre e la nostra comunità e il nostro business continuano a crescere". In riferimento alla decisione, annunciata all'inizio dello scorso marzo, di puntare sulle comunicazioni private piuttosto che sulla condivisione pubblica di contenuti, il Ceo ha aggiunto: "Siamo concentrati nello sviluppare la nostra visione concentrata sulla privacy per il futuro del social networking e stiamo lavorando in modo collaborativo per affrontare questioni importanti relative a internet" (a fine marzo lo stesso a.d. aveva proposto di "aggiornare le regole di internet" su scala globale).

Quanto ai conti, nei tre mesi al 31 marzo, Facebook ha messo a segno utili netti per 2,43 miliardi di dollari, in calo del 51% rispetto allo stesso periodo dell'esercizio precedente. Gli utili per azione sono scesi a 0,85 dollari da 1,69 dollari del periodo gennaio-marzo 2018. Gli analisti si aspettavano profitti per azione di 1,62 dollari ma se si escludono gli accantonamenti, Facebook avrebbe messo a segno 1,89 dollari per azione di utili, ben oltre il consenso. I ricavi trimestrali sono arrivati a 15,08 miliardi (+26% annuo), oltre le stime degli analisti ferme a 14,98 miliardi. Del totale, 14,912 miliardi sono stati generati dalla pubblicità (+26%); il 93% di questa cifra è attribuibile alle vendite generate da dispositivi mobili, in rialzo dal 91% del primo trimestre del 2018. Le spese sono volate dell'80% a 11,760 miliardi nel trimestre. Anche questo dato ha risentito degli accantonamenti da 3 miliardi per spese legali -come i margini operativi, scesi nel trimestre al 22% dal 46% di un anno prima. Al netto degli accantonamenti, i margini sono stati del 42%, comunque stellari per qualsiasi azienda. Al 31 marzo 37.773 persone lavoravano per Facebook (+36% annuo).

Gli utenti attivi su base giornaliera sono stati in media 1,56 miliardi (+8% annuo) a marzo, in linea alle attese. Gli utenti attivi mensilmente hanno raggiunto quota 2,38 miliardi (+8% annuo), sopra i 2,37 miliardi previsti dagli analisti. Il gruppo di Menlo Park stima che oltre 2,1 miliardi di persone utilizzino Facebook, Instagram, WhatsApp o Messenger (la sua 'famiglia' di servizi) ogni giorno; la media mensile è stimata in circa 2,7 miliardi di persone.

In attesa dei conti, arrivati a mercati chiusi, il titolo Facebook aveva terminato la seduta in calo dello 0,65% a 182,58 dollari con una capitalizzazione di 521,4 miliardi di dollari. Nel dopo mercato ha guadagnato oltre il 6%. Da inizio anno ha aggiunto il 39% e negli ultimi 12 mesi il 14,3%.

Altri Servizi

Usa: venti gruppi farmaceutici accusati di avere gonfiato i prezzi

Sell-off a Wall Street per Teva e Mylan. Si temono multe e pagamento di danni

Un cartello per gonfiare artificialmente i prezzi di oltre un centinaio di farmaci, con punte del mille per cento. E' questa l'accusa lanciata da 44 stati americani capitanati dal Connecticut contro 20 produttori di farmaci generici che includono la svizzera Novartis e la sua controllata tedesca Sandoz, le statunitensi Pfizer e Mylan e l'israeliana Teva.

L'escalation delle tensioni commerciali Usa-Cina manda a picco Wall Street

DJIA e S&P 500 verso il maggio peggiore da quasi 50 anni. Archiviata la seduta più brutta del 2019 a causa delle ritorsioni di Pechino ai dazi di Washington
AP

Lunedì nero a Wall Street a causa dei timori di una guerra a colpi di dazi tra Stati Uniti e Cina. Già reduci dalla peggiore settimana del 2019, i listini hanno archiviato la peggiore giornata dell'anno in corso. Il Dow Jones Industrial Average e l'S&P 500 stanno vivendo il peggiore maggio dal 1970; per il Nasdaq Composite, è il peggiore maggio dal 2000. Con perdite, nell'ordine del 5,1%, del 4,8% e del 5,7%, gli indici rischiano di chiudere con i cali mensili più ampi dallo scorso dicembre.

Operazioni sospette di Trump e Kushner, Deutsche Bank ignorò l'allerta antiriciclaggio

Il New York Times: i vertici della banca ignorarono le segnalazioni dei dipendenti nel 2016-2017
AP

Venezuela, Usa al lavoro per tenere fuori Russia e Cuba

Ue e Gruppo di Lima, intanto, lavorano a un negoziato tra Maduro e l'opposizione
AP

Trump vuole graziare dei militari condannati o accusati di crimini di guerra

Lo sostiene il New York Times, secondo cui il presidente vorrebbe i documenti pronti per il Memorial Day (27 maggio)
US Departement of Defence

Trump pro vita, ma contro le leggi in Alabama e Missouri

Il presidente su Twitter: "Sono fortemente pro vita, con tre eccezioni: stupro, incesto e per proteggere la vita della madre. La stessa posizione di Ronald Reagan". L'offensiva dei repubblicani punta alla Corte Suprema e a cancellare il diritto all'aborto
ap

Biden lancia ufficialmente la sua campagna con un duro attacco a Trump: "Vomita odio"

L’ex vicepresidente americano, a Philadelphia per il primo grande comizio verso Usa 2020, ha lanciato l'appello all'unità
Ap

Boeing, completato l'aggiornamento del software: i 737 max sono pronti a volare

La ho annunciato la società in una nota in cui ha dichiarato di aver effettuato test su 207 voli, per oltre 360 ore
Ap

Usa2020, Obama lancia un fondo per finanziare la nomination democratica

L’ex presidente sosterrà i candidati del partito dell’asinello attraverso il "Democratic Unity Fund"

Marco Glaviano: il fotografo delle top model con la passione per il jazz

Fino al 15 giugno 2019, le sue opere esposte alla Space Gallery St Barth/Soho a New York. Il suo lavoro più bello? Ritratti di jazzisti in un libro ancora da pubblicare
Space Gallery St Barth/Soho