Facebook: i conti battono le stime grazie alla pubblicità

Il titolo ha sofferto nel dopo mercato: il social network ha annunciato un nuovo format del suo bilancio e un rallentamento degli introiti da inserzioni promozionali

Nonostante le polemiche legate alla diffusione di "fake news" e alla gestione di contenuti violenti ed espliciti, persino di omicidi e suicidi, Facebook ha chiuso un altro trimestre con ricavi in forte rialzo grazie al traino delle inserzioni pubblicitarie. L'ultimo bilancio del social network ha battuto le stime su ogni fronte. Non a caso l'amministratore delegato Mark Zuckerberg ha detto che il gruppo "ha avuto un buon inizio del 2017". E il direttore operativo, Sheryl Sandberg, ha garantito: sulla piattaforma "non c'è spazio" per quei contenuti controversi. Il direttore finanziario David Wehner però ha detto che si aspetta un rallentamento degli introiti da pubblicità e dei cosiddetti "ad load", le inserzioni presenti sulla piattaforma

Nei tre mesi chiusi il 31 marzo scorso, il gruppo ha messo a segno profitti per 3,064 miliardi di dollari, in aumento del 76% rispetto a 1,738 miliardi dello stesso periodo del 2016. I profitti per azione diluiti sono passati a 1,04 dollari da 0,60 dollari dell'anno precedente, oltre le stime degli analisti per 0,87 dollari per azione. Facebook ha detto che non pubblicherà più gli utili non-GAAP. 

In quello che per il gruppo di Menlo Park (California) è il primo trimestre fiscale, i ricavi sono cresciuti del 48% a 8,032 miliardi di dollari contro attese del mercato per 7,84 miliardi di dollari. Sono stati gli introiti da pubblicità, cresciuti del 51% a 7,857 miliardi, a sostenere le vendite spingendosi oltre le previsioni ferme a 7,68 miliardi; del totale di questa categoria, quelli generati da dispositivi mobili hanno rappresentato l'85% circa del totale, in aumento dall'82% del periodo gennaio-marzo 2016.

Gli utenti attivi su base giornaliera a marzo sono stati in media 1,28 miliardi (+18% annuo), sopra 1,26 miliardi del consensus. Per mettere le cose in prospettiva, quelli di Snapchat sono 168 milioni e queli di Twitter sono 158 milioni. Gli utenti attivi mensilmente hanno raggiunto quota 1,94 miliardi (+17%), oltre quota 1,91 miliardi attesi dagli analisti e contro i 328 milioni del sito di microblogging fatto di 'cinguettii'.

A dimostrazione di come la strategia di focalizzazione sui video stia premiando Facebook, Zuckerberg ha detto che il tempo trascorso quotidianamente sui video live è quadruplicato rispetto all'anno scorso. 

In attesa dei conti, arrivati a mercati chiusi, il titolo Facebook aveva terminato la seduta in calo dello 0,64% a 151,80 dollari. Nel dopo mercato ha ceduto il 3%. Da inizio anno ha guadagnato il 32% e negli ultimi 12 mesi il 29%.

Altri Servizi

Attivista democratico ucciso era una talpa di WikiLeaks?

Fonti di Fox News: "Seth Rich ha consegnato e-mail interne del partito"; la famiglia nega. I responsabili dell'omicidio non sono stati arrestati, così aumentano i complottisti

Seth Rich, un membro dello staff del Comitato nazionale democratico, avrebbe consegnato a WikiLeaks migliaia di e-mail tra membri del partito prima di essere ucciso, lo scorso luglio, con due colpi di pistola a pochi metri da casa sua, a Washington. A sostenerlo è Fox News, citando una fonte delle forze dell'ordine, il cui racconto è stato confermato anche dall'investigatore privato assunto dalla famiglia della vittima. Famiglia che, invece, ha smentito, parlando di "prove false".

Wall Street, crescono le preoccupazioni su Trump

I problemi politici del presidente rischiano di bloccare la sua agenda economica
AP

Christie’s vende orologio Cartier di Jackie Kennedy

Il valore dell’orologio della vedova del 35esimo presidente americano è stimato tra i 60.000 e i 120.000 dollari. C'è anche un quadro realizzato dall'ex first lady mai visto dal pubblico
Christie's

La casa d’aste Christie’s di New York ha annunciato la vendita di un orologio Cartier in oro 18 carati appartenuto a Jacqueline Kennedy Onassis. L’oggetto, che verrà presentato ai potenziali acquirenti il 21 giugno prossimo, rappresenta il fiore all’occhiello dell’annuale vendita intitolata New York Rare Watches and American Icons e organizzata da Christie’s. Il valore dell’orologio della vedova del 35esimo presidente americano è stimato tra i 60.000 e i 120.000 dollari.

Come aprire una filiale italiana negli Stati Uniti

Una nuova rubrica per parlare delle opportunità per gli imprenditori italiani di investire in America
Il luna park di Coney Island a New York è stato realizzato dalla società vicentina Antonio Zamperla S.p.A. AP

I rapporti commerciali ed economici sono un pilastro fondamentale nelle relazioni tra Stati Uniti e Italia. In questa nuova rubrica, How to do Business in the US, ci occuperemo di descrivere le varie fasi di apertura di una filiale italiana in territorio americano e parleremo delle enormi opportunità che gli imprenditori italiani possono cogliere decidendo di investire negli Stati Uniti d’America.

Ford taglia 1.400 posti in Usa e Asia per compiacere Wall Street. E Trump?

Dopo iniziali tensioni con la nuova amministrazione, il gruppo aveva deciso di annullare un investimento da 1,6 miliardi di dollari in Messico. Cosa dirà il presidente di questa mossa pensata per abbassare i costi?
Ford Motor

Ford Motor ha detto che intende ridurre del 10% la propria forza lavoro in Nord America e Asia, una mossa volta a ridurre i costi e a sostenere i profitti; è il segno di come il settore auto americano e cinese si stia raffreddando dopo anni record.

Trump chiese al direttore dell'Fbi di chiudere inchiesta su Flynn

E' quanto emerge da un memo scritto a febbraio da James Comey, silurato il 9 maggio scorso. Il generale fu costretto a dimettersi da consigliere per la Sicurezza nazionale per avere fuoriviato l'amministrazione su funzionario russo

Donald Trump sembra avere avuto tutte le intenzioni di influenzare l'inchiesta dell'Fbi sull'interferenza della Russia nelle elezioni presidenziali Usa e sui possibili contatti tra la campagna dell'allora candidato repubblicano alla Casa Bianca e funzionari russi. A rendere sempre più concreto il sospetto è stato il New York Times, secondo cui il 45esimo presidente americano chiese espressamente al capo dell'Fbi poi silurato di archiviare l'indagine sul suo primo consigliere alla sicurezza nazionale, Michael Flynn (nella foto).

Macy's: i conti deludono, continua a soffrire debolezza settore retail

Nei punti vendita aperti da almeno un anno le vendite sono scese per il nono trimestre di fila e più delle attese degli analisti
Macy's

I grandi magazzini Macy's continuano a soffrire la debolezza che ormai da tempo caratterizza il settore retail, colpa non solo del cambiamento delle abitutidi di consumo (gli acquisti online stanno prendendo sempre più piede) ma anche di un dollaro forte che riduce il potere d'acquisto dei turisti. Il titolo è arrivato a perdere nel pre-mercato il 12% all'indomani di una seduta finita a quota 29,34 dollari.

Pyongyang apre agli Usa: "pronti a dialogare alle giuste condizioni"

Lo ha detto Choe Son-hui, direttore generale dell'Ufficio sui rapporti con gli Usa del ministero degli Esteri di Pyongyang

La Corea del Nord apre agli Stati Uniti definendosi pronta ad avere colloqui con l’amministrazione di Donald Trump ma solo "alle giuste condizioni". A riportarlo è l’agenzia di stampa sudcoreana, Yonhap, che ha seguito Choe Son-Hui, direttore della divisione "America del Nord" del ministero degli Esteri di Pyongyang, nel suo viaggio da Oslo a Pechino.

Trump mette in vendita mega tenuta ai Caraibi per 28 milioni di dollari

La proprietà affaccia sulla spiaggia dell’isola di St Martin. Potrebbe garantire al presidente americano una plusvalenza di oltre 8 milioni di dollari
Sotheby’s International Realty

L’enorme e sontuosa tenuta del presidente americano Donald Trump sull’isola caraibica di St Martin è in vendita per 28 milioni di dollari. La tenuta era stata acquistata dal miliardario di New York nel 2013.

Wall Street archivia peggiore seduta del 2017: agenda Trump a rischio?

Il caos che ha travolto la Casa Bianca preoccupa: si teme che il taglio alle tasse ritardi o non si materializzi. Si parla anche di impeachment. Vix in volata. Fuga verso i porti sicuri di Treasury e oro
AP

Wall Street ha messo a segno la seduta peggiore dallo scorso settembre. Il sell-off è stato provocato da Donald Trump, il presidente americano che spesso si è vantato della performance dell'azionario successiva alla sua vittoria alle elezioni presidenziali americane dell'8 novembre scorso ma su cui oggi, come il suo portavoce, ha evitato di commentare. Gli indici hanno registrato cali superiori all'1,6% con il Nasdaq Composite che dopo due sedute record ha ceduto il 2,6%. I guadagni del mese di maggio sono stati annullati