Facebook crolla del 24% a Wall Street: la crescita degli utenti rallenta

Effetto Cambridge Analytica e GDPR in Europa, dove il numero degli iscritti attivi ogni giorno sul social è diminuito. Ricavi deludenti seppur in rialzo del 42% con il traino della pubblicità. Attesa frenata dei ricavi

Nel secondo trimestre dell'anno in corso, Facebook ha registrato ricavi più deboli del previsto. Anche il numero di utenti attivi quotidianamente sul social network ha deluso, e in Europa è calato, segno che c'è stato qualche effetto negativo dato dalle preoccupazioni alimentate dallo scandalo di Cambridge Analytica (esploso lo scorso marzo) e dall'introduzione nella Ue della General Data Protection Regulation (Gdpr), un nuovo provvedimento volto a tutelare la privacy ed entrato in vigore il 25 maggio scorso.

Il titolo Facebook, che nel corso della seduta di ieri aveva raggiunto un altro record, nell'after-hours è arrivato a perdere oltre il 10% subito dopo la pubblicazione dei conti ma il sell-off è arrivato a superare il 24% non appena il direttore finanziario nella call ha stimato un continuo rallentamento della crescita dei ricavi nella seconda metà del 2018 per via di "venti contrari sul fronte valutario" e di investimenti in sicurezza, prodotti, marketing, acquisizione di contenuti e realtà virtuale. Sono così stati bruciati 145 miliardi di dollari di capitalizzazione, pari a fine seduta a 629,6 miliardi. Il Cfo ha aggiunto che si aspetta un "modesto impatto" dato dalla Gdpr nel terzo trimestre.

Nei tre mesi chiusi il 30 giugno 2018, Facebook ha messo a segno 5,1 miliardi di utili netti, in rialzo del 31% rispetto allo stesso periodo del 2017. Gli utili per azione sono cresciuti a 1,74 dollari da 1,32 dollari, superando di 2 centesimi le stime degli analisti.

I ricavi sono saliti su base annua del 42% a 13,23 miliardi di dollari, sotto il consenso per 13,36 miliardi. Nella prima piena trimestrale dallo scandalo legato alla ormai defunta società londinese di dati, accusata di avere "impropriamente" condiviso informazioni di 87 milioni di utenti Facebook, le vendite generate da pubblicità hanno continuato a farla da padrone: sono aumentate del 42% a 13,038 miliardi. Il 91% del fatturato generato dalle inserzioni è arrivato da dispostivi mobili, in rialzo dall'87% del secondo trimestre del 2017.

In una nota a commento dei conti, il Ceo Mark Zuckerberg ha detto che "la nostra comunità e il nostro business continuano a crescere rapidamente. Siamo impegnati a investire per tenere al sicuro le persone e per continuare a sviluppare nuovi modi significativi per aiutare gli individui a mettersi in contatto".

Gli utenti attivi su base giornaliera nel mondo sono stati pari a 1,47 miliardi (+11% annuo) contro un consenso per 1,49 miliardi di unità. In Nord America i cosiddetti "Daily active users" (DAU) sono stati pressoché stabili a 185 milioni contro attese per 185,4 milioni; in Europa sono scesi a 279 milioni da 282 milioni del trimestre precedente, sotto le stime per 279,4 milioni. Gli utenti attivi mensilmente hanno raggiunto quota 2,23 miliardi (+11%) contro attese per 2,25 miliardi. I ricavi per utente in media sono stati di 5,97 dollari, 2 centesimi sopra i calcoli degli analisti.

In attesa dei conti, arrivati a mercati chiusi, il titolo Facebook aveva terminato la seduta in rialzo dell'1,32% a 217,5 dollari. Da inizio anno ha guadagnato il 23,26% e negli ultimi 12 mesi il 31,59%.

Altri Servizi

Wall Street, focus sul commercio e sui segnali di recessione

Dati in programma: avvio di nuovi cantieri e fiducia dei consumatori
AP

Afghanistan, Trump stringe i tempi per un accordo con i talebani

Il presidente, contrario alla presenza di soldati Usa nel Paese, vuole trovare una soluzione prima delle presidenziali del prossimo anno
AP

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha incontrato i suoi massimi consiglieri per valutare un possibile accordo con i talebani, che potrebbe permettere agli Stati Uniti di mettere fine alla loro presenza in Afghanistan. All'incontro hanno partecipato, tra gli altri, il vicepresidente Mike Pence, il segretario di Stato, Mike Pompeo, la direttrice della Cia, Gina Haspel, e il consigliere per la sicurezza nazionale, John Bolton. In un tweet dopo l'incontro, che si è tenuto nel suo golf club in New Jersey, Trump ha scritto che gli Stati Uniti "stanno cercando di fare un accordo, se possibile".

BlackRock diventerà socio di maggioranza nel proprietario di Sport Illustrated

Si tratta di Authentic Brands, che controlla anche i diritti legati a Marilyn Monroe e Muhammad Ali

Il più grane asset manager al mondo scommette sul private equity. BlackRock sta per prendere la quota di controllo di Authentic Brands, gruppo con sede a New York che ha le licenze di 50 marchi tra l'intrattenimento e il lifestyle che generano ogni anno 9,3 miliardi di dollari. 

Usa verso proroga di 3 mesi per permettere a Huawei di acquistare da fornitori Usa

La Casa Bianca ha subito le pressioni delle società tecnologiche Usa, preoccupate dalla possibilità di perdere diversi miliardi di dollari
AP

Il Dipartimento del Commercio statunitense dovrebbe estendere di 90 giorni il permesso concesso a Huawei Technologies di acquistare forniture dagli Stati Uniti in modo da garantire l'assistenza ai suoi clienti americani, il funzionamento delle reti di telecomunicazione, in particolare nelle zone rurali, e gli aggiornamenti dei software. Lo riporta l'agenzia Reuters, che ricorda che la "licenza provvisoria" è in scadenza luned" prossimo.

Cbs e Viacom tornano a sposarsi

Nasce ViacomCBS, un gruppo con rivavi di oltre 28 miliardi di dollari

Cbs e Viacom hanno deciso di tornare a sposarsi creando un colosso dell'intrattenimento con ricavi di oltre 28 miliardi di dollari. Lo hanno annunciato in una nota congiunta le due aziende. Il gruppo che nasce dalla fusione si chiamerà ViacomCBS.

GE rimbalza: Ceo compra 2 mln $ di azioni dopo accusa di frode in stile Enron

Ieri il tonfo maggiore da 11 anni dopo la diffusione di un rapporto redatto da colui che aveva avvertito sullo schema Ponzi creato da Bernie Madoff

General Electric rimbalza al Nyse (+6,7% a 8,54 dollari) all'indomani del tonfo maggiore da 11 anni (-11,3% a 8,01 dollari).

Tsai (Alibaba) compra Brooklyn Nets e Barclays Arena per 3,5 mld $

Finisce l'era del russo Mikhail Prokhorov, artefice dello spostamento dal New Jersey a New York
Ap

I Brooklyn Nets hanno un nuovo proprietario. Il vicepresidente esecutivo di Alibaba Group, Joe Tsai, ha esercitato l'opzione di acquisto per le quote della società non ancora in suo possesso (il 51%), mettendo fine all'era di Mikhail Prokhorov, il magnate russo che aveva spostato la franchigia Nba - il massimo campionato professionistico di pallacanestro di Stati Uniti e Canada - dal New Jersey a New York.

Per il re del "Big Short", proteste Hong Kong una minaccia per economia globale

Steve Eisman teme che possano diventare un "cigno nero"

Le proteste a Hong Kong potrebbero mettere a repentaglio un qualsiasi accordo commerciale tra Stati Uniti e Cina e potrebbero pesare sull'economia globale. Per questo, quelle proteste sono la principale preoccupazione per Steve Eisman, l'investitore reso celebre anche fuori dagli ambienti di Wall Street grazie al film "The Big short".

Wall Street, pesano le tensioni internazionali

Dalla guerra commerciale tra Usa e Cina alle proteste a Hong Kong
AP

Hong Kong, la Cina accusa gli Usa di fomentare il caos

Pechino biasima soprattutto Pelosi e McConnell

Gli Stati Uniti fomentano il caos a Hong Kong. L'accusa è stata formulata dalla portavoce del ministero degli Esteri cinese, secondo cui ci sono "prove evidenti" del coinvolgimento di Washington nelle proteste. La portavoce Hua Chunying ha commentato: "Gli Stati Uniti hanno negato in molte occasioni il loro coinvolgimento nelle violenze in corso a Hong Kong. I commenti di alcuni membri del Congresso - il riferimento è alla speaker della Camera, la democratica Nancy Pelosi, e al leader della maggioranza repubblicana in Senato, Mitch McConnell, ndr - hanno fornito al mondo nuove ed evidenti prove del coinvolgimento" degli Stati Uniti.