Facebook sfida YouTube: nasce la piattaforma video Watch

Un nuovo servizio con piccoli show esclusivi, e partner come la Nasa e l'Nba

Facebook ha lanciato una sfida a YouTube, parte di Google (a sua volta controllata da Alphabet). Il più grande social network al mondo ha presentato un nuovo servizio di contenuti video esclusivi: Watch.

Su questa nuova piattaforma, che per ora sarà disponibile solo negli Usa in una sezione della home page del sito, i partner di Facebook potranno produrre piccoli show. Si potranno fruire contenuti live e preregistrati, e ci saranno categorie come "I video di cui si parla di più" e "Che cosa sta facendo ridere di più"; ci saranno anche contenuti esclusivi forniti dall'Nba e dalla Nasa (puntate da cinque minuti in cui si approfondirà un tema scientifico). E per gli utenti sarà possibile iscriversi a determinati show per non perdere le puntate, inserirli nella propria "Watchlist", e interagire con gli altri utenti attraverso i commenti (come su Facebook Live, il servizio di video in diretta già presente da diverso tempo).

"Da Facebook Live abbiamo imparato che i commenti e le reazioni delle persone a un video spesso sono parte dell'esperienza tanto quanto il video stesso. Perciò, quando guarderete uno show, potrete vedere i commenti e interagire con amici e altri spettatori, o parlarne in un gruppo dedicato allo show", ha scritto il direttore prodotti di Facebook, Daniel Danker, in un comunicato diffuso attraverso il sito.

"Su Facebook, i video vengono scoperti tramite gli amici, e uniscono la community. E mentre sempre più persone si godono quest'esperienza, abbiamo capito che sì, apprezzano la 'serendipity' di scoprire i video nel loro news feed, ma vogliono anche uno spazio dedicato, dove possono andare appositamente per guardare video", ha spiegato Danker. "Ora vogliamo rendere ancora più semplice la fruizione degli show che amate".

Danker spiega poi che questi video saranno divisi in quattro macro gruppi, e fa un esempio per ciascuno:

- show che coinvolgono i fan e la community: per esempio Nas Daily, che fa uno show quotidiano in cui registra video insieme ai fan da ogni parte del mondo; "Ora la Watchlist permetterà ai fan di vedere gli episodi quotidiani più facilmente", scrive Danker.

- Show live che mettono in comunicazione diretta i fan: per esempio quello di Gabby Bernstein, un'autrice di bestseller, speaker motivazionale e life coach, che risponde in diretta ai suoi fan.

- Show che seguono un arco narrativo o hanno un tema particolare: per esempio "Kitchen Little", un programma in cui dei bambini leggono le istruzioni di una ricetta e poi spiegano per filo e per segno a uno chef professionista come realizzarla; lo chef deve ovviamente seguire gli ordini, e i risultati sono spesso esilaranti.

- Grandi eventi che uniscono le persone, come quelli sportivi: la Major League Baseball trasmetterà su Watch una partita a settimana.

I partner godranno del 55 per cento dei ricavi pubblicitari delle trasmissioni, mentre a Facebook andrà il restante 45 per cento.

Che qualcosa bollisse in pentola si pensava da mesi, e si era capito meglio a fine luglio, quando - a commento dell'ultimo rapporto trimestrale - il direttore operativo di Facebook, Sheryl Sandberg, aveva detto: "Stiamo facendo degli investimenti preliminari per creare contenuti a episodi".

In molti credevano però che Facebook volesse lanciarsi nella produzione di serie tv, e diventare quindi concorrente di giganti dello streaming come Netflix e (ormai) Amazon. Watch invece somiglia decisamente a YouTube. La mossa di Facebook è l'ultima a dimostrare come il settore dei media tradizionali si stia riorganizzando: due giorni prima dell'annuncio dell'azienda di Mark Zuckerberg, Walt Disney ha detto che lancerà due servizi di video in streaming e che interromperà il suo accordo di distribuzione con Netflix.

Altri Servizi

Trump irritato dai ritardi sull'abrogazione dell'Obamcare, si rivolge direttamente ai democratici

Il presidente ha teso la mano ai democratici, sentendo direttamente il leader di minoranza al Senato, Charles Schumer, per capire se e che tipo di disponibilità ci sia a trattare e collaborare.
White House

Google al lavoro per riportare servizi internet e cellulari a Porto Rico

La Federal Communication Commission, l'autorità americana delle telecomunicazioni, ha approvato la richiesta di Alphabet per fornire servizi di telefonia cellulare di emergenza nelle zone colpite da Maria.
AP

Hollywood sceglie l'Italia per ambientare i set dei film. Occasione per il turismo

L'Italia, grazie a un patrimonio artistico e culturale enorme, è da sempre una delle location più gettonate dai registi: nel Paese esistono oltre 1.700 siti utilizzati dal cinema nazionale e internazionale.

General Electric punta al rilancio, il nuovo Ceo cambia la squadra manageriale

Via il direttore finanziario Jeff Bornstein, che lascerà a fine anno, il capo del martketing Beth Comstock e John Rice, che si occupa delle attività internazionali.
General Electric

Nate diventa uragano e spaventa Mississippi, Alabama e Louisiana

Si trova circa 150 chilometri a ovest-nordovest dell'estremità occidentale di Cuba e circa a 800 chilometri dalla foce del fiume Mississippi.

Trump celebra Cristoforo Colombo. Ma senza gli accorgimenti di Obama

Lunedì 9 ottobre gli Usa ricordano l'esploratore genovese che nel 1492 arrivò nelle Americhe. Il presidente brinda alla sua "impresa coraggiosa"; il predecessore ne ricordò anche le conseguenze per i nativi. A NY la 72esima parata (con polemiche)
Columbus Citizens Foundation

Italia: Moody's lascia invariato il rating, il settore bancario si stabilizza

E' pari a Baa2. Mantenuto l'outlook negativo. Incertezza dalle prossime elezioni. Rischi al ribasso dell'economia restano "elevati"

Autogrill festeggia in Usa il suo 40esimo anniversario, premiato Gilberto Benetton

Il Ceo Tondato ha partecipato a TechFest del New Yorker
Da sinista, Armando Varrichio (ambasciatore), Gilberto Benetton (presidente di Autogrill) e Lucio Caputo (Gei) Gei

A New York si celebra l'eredità italiana ma Cristoforo Colombo divide

Alcune associazioni italoamericane hanno boicottato l'evento del sindaco Bill de Blasio: non ha difeso le statue dell'esploratore dal destino incerto. Il suo ufficio: la statua non si tocca. L'ambasciatore Varricchio difende il personaggio storico

Media Usa: Ivanka e Donald Trump Jr. furono vicini a essere incriminati per frode

Lo riporta un'indagine di Pro Publica, New Yorker e Wnyc. Decisivo l'intervento dell'avvocato personale del 45esimo presidente
AP