Fca: con Portal dà un assaggio di una futura auto autonoma

Presentato al Ces di Las Vegas un concetto di auto elettrica pensato per i millennials: rappresenta la "quinta generazione" del trasporto per la famiglia

Un anno dopo il lancio della Chrysler Pacifica - definita "il nuovo benchmark dei minivan", un segmento inventato 30 anni fa dalla ex Chrysler - Fiat Chrysler Automobiles intende nuovamente ridefinire il trasporto per una famiglia. Lo fa puntando sulla "interpretazione della prossima generazione di veicoli" - quelli pensati per i Millennials ossia i nati tra il 1982 e il 2001 - e dando un assaggio di quella che potrebbe essere la futura auto autonoma.

Il gruppo guidato da Sergio Marchionne ieri ha presentato per la prima volta una vettura al Consumer Electronics Show a Las Vegas (Nevada): si chiama Chrysler Portal, è elettrica e semi autonoma ma per il momento è un concetto che comunque aiuta a intuire la traiettoria che Fca intende imboccare.

Presentazione alla Apple
In una presentazione di quasi mezz'ora in stile Apple, i volti più giovani del gruppo sono saliti sul palco per descrivere le caratteristiche della "quinta generazione" del trasporto per la famiglia dopo quelle date da minivan, Suv, crossover e station wagon.

Come spiegato da Ashley Edgar, ingegnere del concetto Portal, "nei prossimi 10 anni i millennials rappresenteranno un terzo della popolazione che guida" e siccome avranno figli avranno bisogno di un veicolo "per la famiglia".

Cindy Juette, interior design di Fca, ha parlato di un "terzo spazio" offerto da Portal, quello in cui si vive trasferendosi dalla casa all'ufficio: "Invece di pensare all'interno di un veicolo ci siamo concentrati su un moderno spazio architettonico, una galleria immersa nella luce naturale, aperta, spaziosa. Semplicemente un bel posto dove essere" e che offre flessibilità a seconda delle esigenze.

Emilio Feliciano, user experience per il concetto Portal, ha spiegato che in un mondo pieno di tecnologia, "il trucco sta nel trovare modi per usare la tecnologia per rendere la vita migliore dentro e fuori un'auto". Per lui, Portal è un "veicolo che funziona come un hub perché tutti cercano di arrivare da qualche parte fisicamente o socialmente".

Matt Dunford, exterior designer di Fca, ha detto di essersi ispirato all'architettura delle case e in particolare agli ingressi "principalmente perché l'esperienza di design inizia quando si attraversa una porta". E la portiera di Portal è scorrevole e posta al centro del lato della vettura "invitando naturalmente a entrarvi". E' inoltre dotata sui bordi di luci colorate che possono essere utili per comunicare: "Immaginiamo che un vostro amico vi sta aspettando in un parcheggio pieno; con un semplice messaggio potete dirgli di cercare una portiera verde".

Il commento degli esperti
"Portal è la prima indicazione dell'approccio potenziale di Fca verso quello che sarà lo spazio interno di un veicolo autonomo", ha detto a Wired Stephanie Brinley, analista per Ihs. Secondo l'esperta, "c'è un uso intelligente della tecnologia per creare uno spazio che contribuisce a condividere e allo stesso tempo a consumare individualmente contenuti". Per Brinley l'interior design di Portal "offre soluzioni ben pensate per integrare in modo significativo l'Internet delle cose nei veicoli".

Stando ad altri osservatori, Portal permette all'azienda di entrare nel dibattito sulle tecnologie per l'efficienza energetica, un campo in cui era giudicata come la meno preparata per fare i conti con le regolamentazioni volute dal presidente americano uscente Barack Obama. Forse non a caso il titolo Fca ha guadagnato il 29% dalla vittoria alle elezioni di Donald Trump archiviando il 2016 a 9,12 dollari, massimi di fine 2015: il 45esimo presidente Usa potrebbe smantellare parte di quei provvedimenti. Nello stesso arco temporale Ford è salito del 5,7% e Gm di circa il 10%. Nella seduta di ieri Fca ha aggiunto il 4,71% a 9,55 dollari e nel dopo mercato il titolo ha aggiunto quasi l'1%.

Altri Servizi

Qualcomm: senza Apple, utili trimestrali -40%

Il produttore dell'iPhone ha bloccato il versamento delle royalties al principale produttore di chip per smartphone
Qualcomm

Per la prima volta in anni, l'ultima trimestrale di Qualcomm non ha incluso le royalties legate alla vendita dei dispositivi Apple. E si è visto: gli utili sono crollati del 40% annuo a 865 milioni di dollari; nei tre mesi al 25 giugno scorso, i ricavi sono calati dell'11% a 5,37 miliardi. Nella divisioni delle licenze, le vendite sono scese del 42% a 1,17 miliardi.

Apple: voci di ritardi, niente iPhone 8 fino a novembre?

Secondo indiscrezioni di stampa, ci sono problemi con i sensori 3D per il riconoscimento del volto

Il tanto atteso iPhone 8 potrebbe non arrivare nei negozi fino almeno a novembre a causa di ritardi nella produzione. È quanto sostiene il quotidiano cinese Economic Daily News, ripreso dal sito taiwanese DigiTimes. Se le indiscrezioni, che ricalcano le preoccupazioni degli analisti a Wall Street, fossero confermate, il nuovo modello dello smartphone realizzato da Apple non verrebbe lanciato a settembre, come successo per tutti i modelli precedenti.

Trump: "Lasciamo fallire l'Obamacare". I democratici pronti a una riforma bipartisan

Il presidente Usa, amareggiato per l'ennesimo fallimento in Congresso sulla riforma sanitaria, prova a scaricare la responsabilità sugli avversari. Che rilanciano: "Porta aperta, lavoriamo insieme per migliorarla"

"Il mio piano ora è lasciar fallire l'Obamacare". Lo ha detto il presidente statunitense, Donald Trump, nel primo commento davanti ai giornalisti dal fallimento in Senato della proposta di legge per abrogare l'Obamacare e approvare una nuova riforma sanitaria. Trump, come già scritto su Twitter, punta inoltre a fare di tutto per conquistare più seggi in Congresso alle elezioni di metà mandato, in modo da rafforzare la maggioranza e avere i voti per le sue riforme; il presidente, come su Twitter, ha accusato i democratici di fare solo ostruzionismo. "Credo che siamo nella posizione di lasciare che l'Obamacare fallisca. Non sarà responsabilità mia o dei repubblicani. Lasciamo che l'Obamacare fallisca e i democratici verranno da noi" ha aggiunto.

Rally del titolo Netflix: boom degli utenti

Il sito di video in streaming ha registrato ricavi e guidance superiori alle stime
iStock

Il titolo Netflix nel dopo mercato a Wall Street ha viaggiato a livelli record grazie alla pubblicazione di una trimestrale caratterizzata da un boom di nuovi utenti e ricavi superiori alle stime. Anche le guidance sono risultate migliori del previsto.

Calcio: la lega italiana in roadshow fa tappa a New York

Presente anche James Pallotta, presidente della Roma: per lui "è questione di settimane per l’ok al nuovo stadio". Totti? Sarà parte della squadra "per sempre"

La lega calcio Serie A ha fatto tappa a New York nel suo roadshow. Si tratta di un’iniziativa pensata insieme all'advisor Infront Sports & Media (una controllata della conglomerata cinese Dalian Wanda Group), per incontrare i principali stakeholder e per spiegare le innovazioni stilistiche, editoriali e tecnologiche del massimo campionato italiano di calcio. Allo stesso modo, il roadshow rappresenta soprattutto un’occasione per gettare le basi in vista del lancio dell'asta dei diritti internazionali per il biennio 2018-2020. In questo caso, la principale novità è che non saranno più venduti in un solo pacchetto a un’unica agenzia nel mondo, ma saranno suddivisi a seconda dei paesi e delle aree di interesse.

Riforma sanitaria, McCain convalescente inguaia i repubblicani

Operato all'occhio, avrà bisogno di almeno una settimana di riposo. Ma il suo voto è necessario in Senato per far andare avanti l'iter per il Trumpcare

L'operazione all'occhio a cui è stato sottoposto il senatore statunitense, John McCain, è stata più delicata del previsto e la sua convalescenza durerà almeno una settimana. Una notizia per niente positiva per il Grand Old Party, che ha bisogno della presenza di McCain in Senato per votare la riforma sanitaria presentata la scorsa settimana, già a rischio di bocciatura. I leader del partito, inoltre, temono che il rinvio della votazione procedurale per portare la discussione in Aula permetta al fronte contrario al testo di rafforzarsi. Più sarà ritardata, più aumenteranno le possibilità di un nuovo fallimento.

Goldman Sachs batte le stime nonostante rallentamento del trading

Nei tre mesi a giugno Goldman Sachs ha riportato profitti netti sostanzialmente invariati rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, mentre l'utile per azione è aumentato del 6%.

Nei tre mesi a giugno Goldman Sachs ha riportato profitti netti sostanzialmente invariati rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, mentre l'utile per azione è aumentato del 6%. Il dato è stato superiore alle previsioni, nonostante le difficoltà nelle attività di trading. Goldman si inserisce dunque nel solco delle rivali, come JPMorgan Chase e Citigroup, che hanno visto rallentre il trading. 

Amazon vuole trasformarci in chef. Blue Apron a picco a Wall Street

Depositato uno slogan di otto parole che fa capire come il colosso voglia vendere kit per preparare un pasto, come quelli distribuiti dalla piccola azienda

Dai supermercati ai kit per preparare un pasto completo. Dopo aver annunciato di voler acquistare il gruppo Whole Foods, operazione su cui il governo Usa ha acceso un faro, Amazon si avventura in un mercato nuovo: in pratica, il colosso americano del commercio elettronico punta a trasformare i suoi consumatori in chef.

Alcoa torna all'utile ma taglia l'outlook

il più grande produttore di alluminio al mondo ha però alzato le previsioni sulla domanda
ap

Alcoa è tornato all'utile nel secondo trimestre dell'anno, superando le stime degli analisti, ma il più grande produttore di alluminio al mondo ha tagliato la parte alta del suo outlook sui profitti annuali. E questo, nonostante abbia alzato le previsioni sulla domanda di alluminio. Per questo il titolo dell'azienda ha perso il 2,5% nel dopo mercato; la seduta era finita in rialzo dello 0,19% a 36,5 dollari in attesa dei conti.