Fca: ha "gonfiato" le vendite Usa, patteggiamento con Sec da 40 mln $

La Securities and Exchange Commission americana ha accusato Fiat Chrysler Automobiles e la sua controllata americana Fca US di avere "fuorviato gli investitori sul numero dei nuovi veicoli venduti ogni mese ai consumatori negli Stati Uniti". E' quanto comunicato dall'autorità di borsa americana in una nota, in cui spiega che Fca e Fca US hanno accordato un patteggiamento da 40 milioni di dollari per archiviare il caso. Nel comunicato si legge che "senza ammettere o negare quanto scoperto dalla Commissione, le due aziende hanno accordato di cessare e desistere dal commettere o causare violazioni future" di questo tipo.

Stando alla Sec, tra il 2012 e il 2016 FCA US ha pubblicato comunicati contenenti informazioni "false" sulle vendite di nuovi veicoli arrivando praticamente a vantarsi di una "falsa serie" ininterrotta di mesi con vendite in crescita "quando di fatto quella serie si era interrotta nel settembre del 2013". L'autorità di borsa Usa fa notare che FCA e FCA US avevano depositato presso la Sec stessa tali comunicati. Stando all'autorità americana, "FCA US ha gonfiato i risultati delle vendite di nuovi veicoli pagando i concessionari affinché comunicassero vendite false" e allo stesso tempo ha "mantenuto un database delle vendite effettive ma non comunicate" alle quali - sostiene la Sec - i dipendenti facevano riferimento con l'espressione "cookie jar" (biscottiera). La metafora, spiega la Sec, è dovuta al fatto che "quando la serie di mesi in crescita si sarebbe fermata o quando FCA USA non raggiungeva i suoi target, il gruppo attingeva alla biscottiera annunciando vendite vecchie come se fossero state nuove". Nella nota Antonia Chion, funzionario della Sec, ha detto: "I dati delle immatricolazioni forniscono agli investitori informazioni sulla domanda dei prodotti di un gruppo auto, un fattore chiave per determinare la performance del gruppo stesso. Questo caso sottolinea il bisogno da parte delle aziende di svelare onestamente gli indicatori chiave della loro performance".

Fca US, la divisione americana di Fiat Chrysler Automobiles, ha detto di avere "cooperato pienamente" con la Securities and Exchange Commission nell'iter che ha portato le due parti a siglare un patteggiamento da 40 milioni di dollari. Lo ha spiegato l'azienda italo-americana commentando l'annuncio della Sec, che ha accusato i due gruppi di avere "fuorviato gli investitori sul numero dei nuovi veicoli venduti ogni mese ai consumatori negli Stati Uniti". La società, spiega una nota, "ha rivisto ed affinato le proprie politiche e procedure ed è impegnata a mantenere un elevato livello di controllo sui dati relativi alle proprie vendite". Il pagamento di 40 milioni di dollari "non avrà effetti significativi sui risultati della società".

Altri Servizi

Media: la Cina pronta a discutere un "accordo parziale" con gli Usa

Per Bloomberg e Ft, Pechino offre l'acquisto di più prodotti agricoli
Ap

La Cina è pronta a discutere "un accordo parziale" con gli Stati Uniti. Secondo Bloomberg, che cita una fonte con conoscenze dirette dei negoziati, Pechino è pronta a un possibile accordo, a condizione che il presidente Donald Trump non imponga più dazi sui prodotti cinesi, nemmeno quelli già programmati per questo mese e per dicembre. Secondo la stessa fonte, Pechino ha intenzione di offrire alcune concessioni, come l'aumento dell'acquisto di prodotti agricoli statunitensi, che però non riguardano il fulcro della contesa tra le due maggiori potenze mondiali. 

Ucrainagate, l’ambasciatore americano nell'Ue parlerà al Congresso: "Ho avuto rassicurazioni da Trump"

Secondo il Washington Post Gordon Sondland dichiarerà che il Tycoon lo rassicurò sul fatto che non c’erano legami tra gli aiuti a Kiev e la richiesta di indagare Biden
AP

Negli Stati Uniti continua a tenere banco l’Ucrainagate. L'ambasciatore americano nell’Unione Europea, Gordon Sondland, dopo un primo divieto da parte di Donald Trump, parlerà al Congresso e dirà che il presidente americano gli assicurò personalmente in una telefonata che non c'era nessun "quid pro quo" fra gli aiuti all'Ucraina e la richiesta di aprire un'indagine su Joe Biden.

Wall Street, svanisce l'ottimismo sui negoziati Usa-Cina

Pechino vuole approfondire alcune questioni prima di firmare la 'fase uno' dell'accordo
AP

Wall Street, ottimismo sui negoziati Usa-Cina

Pechino apre a "un accordo parziale", secondo Bloomberg e Ft
AP

Quarto dibattito Dem: insidie per Biden, Warren da favorita

Primo confronto dal lancio delle indagini per l'impeachment di Trump e dal malore di Sanders

Hunter Biden lascerà il board di un fondo di investimento cinese

Il figlio del candidato democratico si dimetterà da BHR e non lavorerà per nessuna società straniera in caso di elezione del padre alla Casa Bianca
Ap

C'è anche Bill Gates tra gli amici di Jeffrey Epstein

Il miliardario fondatore di Microsoft ha sempre minimizzato il rapporto, il New York Times svela delle mail che rivelano un’amicizia non così superficiale

Pentagono invia 3.000 truppe in Arabia Saudita

Nonostante proclami per minore coinvolgimento militare nella zona
AP

Caso Ucraina, arrestati due soci di Giuliani per fondi elettorali illegali

Avrebbero violato le leggi contro l'influenza straniera nelle elezioni