Fed: tassi fermi per tutto il 2019

A settembre terminerà la normalizzazione del suo bilancio. Powell promette di nuovo "pazienza". Esclude recessione in Europa

Tassi fermi al 2,25-2,5%. Probabilmente per tutto il 2019. Taglio delle stime di crescita per l'anno in corso. Fine della normalizzazione del bilancio entro settembre. Sono queste le indicazioni emerse alla fine della seconda riunione dell'anno in corso della Federal Reserve.

La banca centrale americana si è confermata "paziente" alla luce di segnali macroeconomici misti che la portano ad aspettare e vedere. Il mercato nel frattempo non solo non si aspetta - proprio come la Fed - alcuna stretta nel 2019 ma inizia a mettere in conto almeno un taglio del costo del denaro. Stando ai future sui Fed Funds, le probabilità che un tale scenario si verifichi quest'anno sono salite al 39% dal 18% di un mese fa, ma il successore di Janet Yellen non si è sbilanciato: "I dati al momento non ci stanno inviando segnali secondo i quali dovremmo muoverci in una direzione o nell'altra". In conferenza stampa, lui ha difeso come "appropriato" l'approccio cauto della Fed. E nonostante il testo del comunicato diffuso alla fine del meeting abbia usato toni meno ottimisti di quelli di fine gennaio, lui ha spiegato che l'outlook per gli Stati Uniti è positivo. Certo. L'economia mondiale sta rallentando, "specialmente quella in Europa e in Cina", ma Powell esclude una recessione nel Vecchio Continente e si aspetta una stabilizzazione della secondo maggiore economia al mondo.

In Usa, ha spiegato il governatore, l'economia va bene e "continuerà a crescere a passo veloce nel 2019 anche se con meno slancio rispetto al tasso solido del 2018" dovuto anche agli stimoli fiscali lanciati dall'amministrazione Trump. Per quest'anno la Fed si aspetta un Pil in rialzo del 2,1% e non più del 2,3% come previsto a dicembre e contro il +3% circa stimato dalla Casa Bianca di Donald Trump. Il 2018 è finito con un Pil in rialzo del 2,9%, la performance migliore dal 2015. Nel 2019 è atteso dalla Fed un +1,9% e non più un +2%.

La banca centrale americana guarda con attenzione i negoziati sull'uscita del Regno Unito dalla Ue e quelli commerciali tra Usa e Cina, perché "pongono qualche rischio" all'outlook economico americano. La Fed spera che i negoziati sulla Brexit portino a una "soluzione ordinata". E' Powell ad avere detto che la Fed è stata in contatto con i regolatori del Regno Unito e della Ue al fine di monitorare i rischi legati per le banche Usa, che sono "ben capitalizzate e resilienti", più di quanto non lo fossero prima della crisi del 2008. Quanto alla guerra commerciale, è difficile misurarne l'impatto. Comunque sia, "il livello dei dazi è relativamente contenuto rispetto alla dimensione dell'economia statunitense".

Quanto alla normalizzazione del bilancio della Fed, avviata da Janet Yellen nell'ottobre 2017, essa avverrà con una tempistica più veloce di quanto atteso da molti investitori. E quando terminerà il prossimo settembre, il bilancio avrà un valore di poco superiore ai 3.500 miliardi di dollari. Esso fu gonfiato negli anni della crisi da tre round di programmi di acquisto di bond ipotecari e Treasury. Al suo picco, valeva 4.500 miliardi. La cifra indicata è in linea a quella messa in conto dagli investitori.

Altri Servizi
Walt Disney

‘Frozen 2’ batte ogni record. Il film che narra la storia delle due sorelle, Elsa e Anna, ha incassato 123,7 milioni di dollari negli Stati Uniti ed in Canada durante i cinque giorni del weekend di Thanksgiving, superando il precedente record di 110 milioni di dollari detenuto da ‘Hunger Games: La Ragazza di Fuoco’ del 2013.

Il maltempo mette a rischio il ritorno a casa di milioni di persone dopo il Thanksgiving

Nel weekend, una violenta tempesta è attesa nel Midwest e nel nord-est. Gran parte degli Stati Uniti, nel corso della settimana del Ringraziamento, è stata attraversata da forti piogge e nevicate

Una violenta tempesta si sta spostando dalla California verso la costa orientale degli Stati Uniti, provocando grossi problemi durante il weekend di vacanza più trafficato dell'anno. Secondo i meteorologi, la neve e il ghiaccio mettono a rischio il ritorno a casa di milioni di americani, dopo il Thanksgiving.

Impeachment, Nadler scrive a Trump: "Ha tempo fino al 6 dicembre per decidere di partecipare alle audizioni"

La commissione Giustizia ha invitato il presidente a essere presente, in prima persona o tramite legali. La commissione deciderà se portare l'impeachment al voto della Camera, che potrebbe tenersi prima di Natale

Il presidente statunitense, Donald Trump, avrà tempo fino al 6 dicembre per decidere se partecipare, in prima persona o tramite i suoi legali, alle audizioni davanti alla commissione Giustizia della Camera in merito al suo possibile impeachment, che inizieranno la prossima settimana.

Wall Street, l'attenzione è sul Black Friday

Giornata più corta sui mercati, dopo il Ringraziamento
AP

Wall Street, delusione per possibile rinvio accordo Usa-Cina

Il presidente Trump ha dichiarato che potrebbe essere meglio aspettare le elezioni del 2020 prima di firmare un'intesa commerciale con Pechino

Umsca, il presidente messicano scrive a Pelosi: "Ratificate l'accordo di libero scambio"

Lopez Obrador: "Noi abbiamo fatto la nostra parte". Il timore è che, con l'avvicinarsi delle elezioni statunitensi, la ratifica possa saltare o essere rimandata
AP

Il presidente messicano, Andrés Manuel Lopez Obrador, ha invitato i democratici della Camera statunitense a ratificare il trattato commerciale tra Stati Uniti, Messico e Canada (Umsca), fondamentale per la ripresa dell'economia del suo Paese, affermando di aver rispettato tutti gli impegni presi riguardo alla salvaguardia dei lavoratori.

L’ex segretario di Stato Usa, John Kerry, ha creato una nuova coalizione formata da leader globali, esponenti militari e star di Hollywood con lo scopo di promuovere iniziative pubbliche per contrastare il cambiamento climatico.

Accordo preliminare tra Fca e sindacato Uaw su un nuovo contratto di lavoro

Lo United Auto Workers, quest'anno, ha già firmato dei nuovi contratti con gli altri due colossi di Detroit: Ford e General Motors
Ap

Fiat Chrysler e il sindacato statunitense United Auto Workers hanno raggiunto un accordo preliminare su un nuovo contratto di lavoro, in un periodo molto intenso per entrambe le parti. La scorsa settimana, lo Uaw - il maggior sindacato del settore auto - aveva diretto le proprie attenzioni su Fca, l'ultimo gruppo automobilistico di Detroit con cui dover ancora stipulare un nuovo contratto nel 2019.

Trump promulga la legge a sostegno dei manifestanti di Hong Kong, tensioni con la Cina

Pechino ha convocato l'ambasciatore Usa, accusando Washington di "intenzioni minacciose". Accordo commerciale a rischio?
AP

La Cina ha comunicato di aver convocato l'ambasciatore degli Stati Uniti nel Paese, chiedendo a Washington di "non far entrare in vigore" la legge promulgata dal presidente Donald Trump e che sostiene i manifestanti per la democrazia a Hong Kong.

Nato, Trump metterà in guardia da Russia e Cina; il 4 incontro con Conte

Il presidente Usa alle celebrazioni per i 70 anni dell'Alleanza, in programma a Londra il 3-4 dicembre
Ap

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, solleverà il problema delle minacce portate da Russia e Cina, durante il vertice della Nato che si terrà a Londra la prossima settimana, in occasione del settantesimo anniversario dell'Alleanza atlantica. Secondo quanto riferito dall'amministrazione statunitense durante una conference call con i giornalisti, Trump incontrerà diversi capi di Stato e di governo a margine della riunione della Nato, tra cui il presidente del Consiglio italiano, Giuseppe Conte, con cui è previsto un incontro mercoledì 4 dicembre.