FedEx: conti sopra le stime, atteso Natale record, migliorato l'outlook

iStock

FedEx ha chiuso il suo secondo trimestre fiscale con utili e fatturato superiori alle stime degli analisti e ha migliorato l'outlook per l'anno intero, grazie ai benefici legati alla riforma fiscale e a una stagione natalizia record.

Il colosso americano delle spedizioni ha messo a segno utili per 775 milioni di dollari o 2,84 dollari per azione, in rialzo dai 700 milioni o 2,59 dollari per azione dello stesso trimestre dell'esercizio precedente. Al netto di voci straordinarie, il risultato è stato pari a 3,18 dollari per azione, sopra i 2,77 dollari per azione dell'anno prima e oltre i 2,73 dollari per titolo calcolati dal mercato. I ricavi sono saliti a 16,3 miliardi da 14,9 miliardi di dollari, sopra le attese per 15,7 miliardi.

Il Ceo Frederick W. Smith ha spiegato l'andamento dei conti citando un'economia globale "forte" e la strategia del gruppo, che secondo lui è sulla strada giusta per "un'altra stagione natalizia record". Anche per questo FedEx ha migliorato le previsioni sugli utili per l'anno fiscale 2018. Il gruppo si aspetta utili compresi tra i 12,7 e i 13,30 dollari per azione. Quel range può balzare a livello pro forma di 4,40-5,50 dollari per azione con un taglio delle aliquote fiscali e altri provvedimenti previsti nella riforma.

"Stiamo migliorando le nostre previsioni per il 2018 per via del miglioramento della qualità dei ricavi, di trend solidi della domanda e del nostro successo nel rilanciare le attività colpite dal cyberattacco estivo", ha detto Alan B. Graf Jr, vicepresidente e direttore finanziario di FedEx.

Le spese per capitale nell'anno fiscale in corso sono viste rimanere a 5,9 miliardi di dollari. FedEx ha detto che "sta accelerando" l'integrazione con la controllata olandese TNT Express, che a fine dello scorso giugno sub" un cyber-attacco; anche per questo la sua infrastruttura tecnologica e operativa verrà trasferita su quella del gruppo Usa.

In attesa dei conti, arrivati a mercati Usa chiusi, il titolo FedEx aveva guadagnato lo 0,3% a 242,54 dollari. Nel dopo mercato è salito dell'1,3%. Da inizio anno ha aggiunto il 30,26% e negli ultimi 12 mesi il 22,73% circa.

Altri Servizi

Trump: vertice con Putin "anche meglio" di quello con la Nato

Il presidente Usa non cede di fronte alle critiche e rilancia, come sempre su Twitter
AP

Il vertice con Vladimir Putin è andato "anche meglio" di quello con gli alleati della Nato. Lo ha scritto su Twitter il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, rispondendo così alle critiche per il suo bilaterale con il collega russo. "Anche se ho avuto un grande incontro con la Nato, ottenendo una grande quantità di denaro, ho avuto un incontro persino migliore con Vladimir Putin. Purtroppo, non è stato riportato in questa maniera. Le Fake News stanno impazzendo!".

Wall Street, attenzione rivolta alle trimestrali delle banche

Seguita anche la visita del presidente Trump in Europa
iStock

Obama celebra Mandela: "Viviamo in tempi strani e incerti. Attenzione all'uomo forte"

L'ex presidente Usa a Johannesburg per i 100 anni dalla nascita del leader per la lotta contro l'apartheid. "La stampa libera sotto attacco"
AP

"Viviamo in tempi strani e incerti. Ogni giorno ci sono titoli preoccupanti". Lo ha detto l'ex presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, parlando alla sedicesima conferenza annuale in ricordo di Nelson Mandela, a 100 anni dalla nascita del Nobel per la Pace e presidente sudafricano. Obama ha poi guardato al passato, rimarcando "le notevoli trasformazioni" avvenute negli ultimi cento anni. "Anche in democrazie come gli Stati Uniti, la segregazione razziale e la sistemica discriminazione erano legge in quasi la metà del Paese e la norma nell'altra metà" ha ricordato Obama, durante l'evento organizzato a Johannesburg.

Wall Street, attenzione a trimestrali e a testimonianza Powell

Il numero uno della Fed atteso in Congresso, trimestrali di Goldman Sachs e Johnson & Johnson
iStock

Wall Street, attenzione alle trimestrali e al vertice Trump-Putin

Attesi i dati di Bank of America e BlackRock prima dell'apertura dei mercati. Trimestrale di Netflix dopo la chiusura
iStock

Trump: "Credo nella Nato, gli alleati pagheranno di più". Ma Macron e Conte lo smentiscono

Il presidente Usa: "La Nato è molto più forte ora. Gli alleati aumenteranno la spesa per la difesa, e anche velocemente". Il presidente francese: "Il comunicato è chiaro: riafferma l'impegno del 2% entro il 2024"
AP

"Io credo nella Nato. La Nato è molto più forte ora di due giorni fa". Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, durante la conferenza stampa alla Nato, a Bruxelles, piena di contenuti, in parte già smentiti dagli altri leader. "Alla fine, abbiamo avuto un fantastico meeting. Gli Stati Uniti non erano trattati in modo giusto, ora sì" ha detto Trump, affermando che gli alleati hanno accettato di aumentare le spese per la difesa, come da lui chiesto, "e anche velocemente".

Trump: "Russiagate ridicolo, nessuna interferenza russa". Con Putin "è solo l'inizio"

Incontro tra i due presidenti a Helsinki: "Ci incontreremo spesso, in futuro. I nostri rapporti non erano mai stati peggiori, ma le cose ora sono cambiate"
AP

Trump: "Andare d'accordo con la Russia è una buona cosa, non cattiva"

Al via il vertice con Putin a Helsinki. Il presidente russo: "È ora di affrontare i punti dolenti"
Ap

Donald Trump contro l'Europa: è un nemico

In una intervista a Cbs il presidente americano contro l'Unione europea a pochi giorni dalla sua visita ufficiale
©AP

L'ultimo Blockbuster d'America

Si trova a 120 chilometri da Portland, in Oregon. Tra poco - quando chiuderanno i due negozi dell'Alaska - rimarrà solo.